Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Temperature glaciali: gli agricoltori polacchi hanno smesso di vendere mele

L'Europa centrale e orientale ha di nuovo subito delle gelate durante la notte del 9 maggio, con temperature minime che hanno raggiunto i 2-4 gradi sotto zero (cfr. FreshPlaza dell'11/05/2017).

Un importatore ed esportatore polacco ha affermato che è ancora troppo presto per fare una stima dei danni, aggiungendo che saranno necessari altri 2-3 giorni prima per valutare le conseguenze sulla fioritura, e un mese prima che si abbia un quadro completo della situazione.



Molti agricoltori polacchi hanno cominciato a usare fuochi nei frutteti, oltre all'irrigazione, per proteggere le mele. In generale le perdite non dovrebbero essere tante come in passato, dal momento che molti di loro hanno adottato nuove tecnologie per proteggere le coltivazioni.

"Quest'anno è stato decisamente insolito - ha detto l'importatore ed esportatore polacco - Che le gelate causino danni in alcune aree europee accade praticamente in ogni stagione, ma di solito, se la Polonia viene colpita, c'è comunque la possibilità di acquistare la frutta nelle nazioni confinanti, come Paesi Bassi, Belgio o Germania. Non ho mai affrontato una situazione del genere, in cui tutti hanno subito perdite. Più avanti nella stagione si verificheranno sicuramente problematiche legate alla fornitura".

"Di fatto stiamo già avendo problemi legati all'offerta in Polonia: gli agricoltori hanno smesso di vendere le mele che hanno nei magazzini, nella speranza di ottenere prezzi più elevati se aspettano. Ogni volta che ci presentiamo dagli agricoltori per acquistare nuove mele, il prezzo è più alto. Ho visto prodotto destinato all'industria della trasformazione essere reindirizzato sul mercato. Solo nelle ultime due settimane i prezzi delle mele sono aumentati del 10%. Per ora il mercato è controllato decisamente più dai venditori che dai compratori".

Data di pubblicazione: 12/05/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2017 Situazione critica per i prezzi delle pesche: le denunce di Alleanza Cooperative, Cia e Coldiretti Cuneo
31/07/2017 Previsioni WAPA-Prognosfruit: volumi in calo per mele e pere europee
31/07/2017 Performance dell'uva da tavola senza semi BRS Isis, resistente al mal bianco
31/07/2017 Spagna: attesi kaki con calibri maggiori
31/07/2017 Cina: produzione a contratto per i meloni cantalupo
31/07/2017 Jaguar Fruit: come evolve la domanda cinese di frutta importata
31/07/2017 Cina: il mango di Panzhihua
31/07/2017 Veneto: la cimice asiatica devasta i frutteti della Marca, danni fino al 50%
31/07/2017 Agriz coltiva l'Emblema dell'estate grazie alla selezione di anguria della Cora Seeds
31/07/2017 Via libera dall'Unione europea alle albicocche DOP della Turchia
31/07/2017 Analisi sensoriale utile per capire cosa vuole il consumatore. Guarda tutte le foto!
31/07/2017 OP La Deliziosa: prezzi in crescita e strategia di green marketing per il ficodindia Sicilio
31/07/2017 La produzione di pesche percoche presso la lucana Di Stasi
31/07/2017 Spagna: Kiwi Atlantico produrra' anche actinidia gialla e rossa
28/07/2017 La produzione di mele tradizionali e club in Canada
28/07/2017 Un'azienda agricola cilena di Dole ottiene la certificazione Rainforest Alliance
28/07/2017 Nuove acquisizioni per Orsero Spa
28/07/2017 L'impronta ecologica dell'avocado in confronto con quella delle banane
28/07/2017 Cina: produzione di pitaya in serra
28/07/2017 Galilee Export prevede di raddoppiare i volumi di datteri Barhi

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*