Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Temperature glaciali: gli agricoltori polacchi hanno smesso di vendere mele

L'Europa centrale e orientale ha di nuovo subito delle gelate durante la notte del 9 maggio, con temperature minime che hanno raggiunto i 2-4 gradi sotto zero (cfr. FreshPlaza dell'11/05/2017).

Un importatore ed esportatore polacco ha affermato che è ancora troppo presto per fare una stima dei danni, aggiungendo che saranno necessari altri 2-3 giorni prima per valutare le conseguenze sulla fioritura, e un mese prima che si abbia un quadro completo della situazione.



Molti agricoltori polacchi hanno cominciato a usare fuochi nei frutteti, oltre all'irrigazione, per proteggere le mele. In generale le perdite non dovrebbero essere tante come in passato, dal momento che molti di loro hanno adottato nuove tecnologie per proteggere le coltivazioni.

"Quest'anno è stato decisamente insolito - ha detto l'importatore ed esportatore polacco - Che le gelate causino danni in alcune aree europee accade praticamente in ogni stagione, ma di solito, se la Polonia viene colpita, c'è comunque la possibilità di acquistare la frutta nelle nazioni confinanti, come Paesi Bassi, Belgio o Germania. Non ho mai affrontato una situazione del genere, in cui tutti hanno subito perdite. Più avanti nella stagione si verificheranno sicuramente problematiche legate alla fornitura".

"Di fatto stiamo già avendo problemi legati all'offerta in Polonia: gli agricoltori hanno smesso di vendere le mele che hanno nei magazzini, nella speranza di ottenere prezzi più elevati se aspettano. Ogni volta che ci presentiamo dagli agricoltori per acquistare nuove mele, il prezzo è più alto. Ho visto prodotto destinato all'industria della trasformazione essere reindirizzato sul mercato. Solo nelle ultime due settimane i prezzi delle mele sono aumentati del 10%. Per ora il mercato è controllato decisamente più dai venditori che dai compratori".

Data di pubblicazione: 12/05/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

23/05/2017 Australia: espansione globale per l'achacha
23/05/2017 I produttori greci sono i migliori partner commerciali della Polonia
23/05/2017 Triple H presenta una nuova gamma di frutti
23/05/2017 Previste vendite maggiori di datteri con il Ramadan
23/05/2017 Gorle (BG): frutteto apre le porte alla raccolta da parte del pubblico
23/05/2017 Fragole, bilancio parziale: piu' luci che ombre al nord
23/05/2017 Uva da tavola: dal profilo fenolico a una raccolta strategica
23/05/2017 Lamponi: la coltivazione in tunnel raddoppia la resa ma non aumenta i gradi Brix
22/05/2017 Messico: vigilantes e paramilitari per difendere gli avocado
22/05/2017 Tunisia: emergenza punteruolo rosso, allarme per le palme da dattero
22/05/2017 Europa: produzione pesche e nettarine in aumento
22/05/2017 Le ciliegie Sweet diventano IGP (e arrivano anche le amarene)
22/05/2017 Francia: +10% nel raccolto di ciliegie
22/05/2017 Valfrutta Fresco presenta Meloro, il melone dolce e croccante
22/05/2017 Il Piel de Sapo ha un grande potenziale sul mercato internazionale: parola di Rijk Zwaan
22/05/2017 Il percorso storico del ciliegio acido: ieri oggi e domani (seconda parte)
22/05/2017 Kiwi: comparsa di ceppi di Pseudomonas syringae resistenti al rame in actinidieti colpiti dalla batteriosi
22/05/2017 Piemonte: dopo la nocciola, ora si punta sulla noce!
22/05/2017 Licata (AG): tavolo tecnico per il crollo del prezzo del melone retato
22/05/2017 Albisole, l'albicocca a marchio si fa strada

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*