Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Slovenia: causa malattie, in vent'anni calo del 27% delle superfici di drupacee

Una delle più importanti attività agricole in Slovenia è rappresentata dalla produzione di drupacee. Secondo l'Ufficio Statistico della Repubblica Slovena, nel 2011 il comparto comprendeva per lo più pesche e nettarine (80%), ciliegie e amarene (12,3%), albicocche (3,9%) e susine (3,8%) con una produzione totale superiore a 9,5 mila tonnellate.

Tuttavia, negli ultimi anni, la produzione di drupacee (in particolare di pesche e nettarine) è diminuita con una riduzione della superficie investita del 27% negli ultimi vent'anni. Le altre drupacee non hanno subito riduzioni simili in superficie, e la produzione è rimasta stabile.

Il calo osservato in termini di superficie è principalmente attribuibile alla scarsa salute dei frutteti, anche se molte malattie fungine (ad eccezione delle malattie del legno) sono gestibili e non pongono seri problemi agli agricoltori. Tuttavia, il mantenimento di piante sane in Slovenia è diventato particolarmente impegnativo a causa dell'emergere di alcune nuove malattie e della maggiore diffusione di fitopatie prevalenti per periodi più lunghi, oltre al sinergismo tra funghi e batteri e il loro susseguirsi.

Le nuove malattie sono infatti causate da fitoplasmi, virus, funghi e batteri. I ricercatori dell'Università di Ljubljana e Nova Gorica Institute for Agriculture and Forestry ricordano:
1) Candidatus Phytoplasma prunorum, agente dell'ESFY (European stone fruit yellows);
2) Plum pox virus, agente della Sharka;
3) Xanthomonas campestris pv. pruni, batterio agente della maculatura batterica delle drupacee;
4) Fusicoccum amygdali, Valsaria insitiva, Leucostoma persoonii, agenti di cancri.


Sintomi di Sharka su pesche (Foto: I. Žežlina)

I ricercatori spiegano che tra le cause di questa situazione di stallo una quota preponderante è da imputare ai problemi fitopatologici. E' ormai diventata una necessità investire nel rinnovamento varietale, introducendo nuove cultivar tolleranti o resistenti alle malattie causate da fitoplasmi e virus, e nelle strategie di difesa, che consistono in eliminazione di materiale infetto, impiego di piante sane certificate, moderne pratiche colturali di gestione del frutteto e utilizzo di nuovi prodotti per prevenire o limitare le infezioni.

Un attento monitoraggio dei frutteti e il rispetto di tutte le misure (meccaniche e chimiche) che vengono adottate per la difesa sono necessari e di fondamentale importanza per il settore.

Fonte: Ivan ŽEŽLINA, Mojca ROT, Milica KAČ, Stanislav TRDAN, 'Causal Agents of Stone Fruit Diseases in Slovenia and the Potential for Diminishing Their Economic Impact – a Review', Maggio 2016, Plant Protection Science, Vol. 52 (3), pagg. 149–157. doi: 10.17221/58/2015-PPS.

Data di pubblicazione: 14/07/2016
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

23/02/2018 La Colombia potrebbe diventare il secondo piu' importante produttore di avocado
23/02/2018 Belgio: disponibili le prime mele Magic Star in quantita' limitate
23/02/2018 Le mele ucraine si adattano perfettamente al mercato svedese
23/02/2018 Nocciola Piemonte IGP: avviate le procedure per aggiungere la dicitura 'delle Langhe'
23/02/2018 Royal Gala, William e uve apirene tirano la volata al bio
23/02/2018 Melinda: previste buone remunerazioni per i frutticoltori
23/02/2018 Gruppo di Contatto Fragola Italia-Francia-Spagna: la Basilicata resta il primo produttore italiano
23/02/2018 I produttori italiani di kiwi in visita in Nuova Zelanda
22/02/2018 Accordo tra Intesa Sanpaolo e Loacker per per sostenere la filiera della produzione di nocciole italiane
22/02/2018 Stagione ottima per i melicoltori polacchi
22/02/2018 USA: i melicoltori piantano piu' ettari di mele EverCrisp
22/02/2018 Kiwi al Sud Italia: un'opportunita' in continua espansione
22/02/2018 La stagione spagnola dell’avocado finira' un mese prima con prezzi molto alti
22/02/2018 Ai kiwi neozelandesi di grosso calibro, seguono quelli piccoli italiani
21/02/2018 Pink Lady fa il pienone al Fruit Logistica
21/02/2018 Record per i prezzi delle mele spagnole
21/02/2018 Report annuale 2017 sull'import/export di mele cinesi
21/02/2018 Guide tascabili Dole per (ri)scoprire tutto il meglio della frutta e come e' facile mangiarla
21/02/2018 Una stagione anomala per l'avocado verde
21/02/2018 Coprire i ciliegi ormai e' una priorita'

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*