Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Arrigoni ed Agriges: innovazioni contro la stanchezza dei terreni coltivati ad uva da tavola

In suoli poveri di minerali, sciolti e/o sottoposti a forti dilavamenti, si riscontrano facilmente carenze nutrizionali nelle coltivazioni e l'eventuale reimpianto della stessa coltura, provoca spesso fenomeni di "stanchezza" del terreno con i noti problemi ad essi correlati. A questo scopo l'impiego di tele specifiche per pacciamature durevoli possono aiutare a ridurre le perdite e migliorare l'ambiente produttivo.



In Sicilia, presso l'azienda Belluardo di Mazzarrone (provincia di Catania) si è impostata una prova sperimentale per tentare di risolvere i problemi di stanchezza del terreno in un vigneto di uva da tavola, abbinando il tessuto Agritela Riflex una tela di colore bianco riflettente prodotta dall'azienda Arrigoni, a prodotti microbici specifici ed estratti vegetali (Tri-Start Cream e Nema 300 WW), proposti dall'azienda Agriges.

Il vigneto reimpiantato dove si è svolta la prova, negli anni precedenti si presentava debole e poco vigoroso, anche perché l'azienda dispone di poca acqua irrigua ed il terreno ha una struttura che richiede frequenti concimazioni ed irrigazioni.

La prova è iniziata con la preparazione di una baulatura sulle file, dove è stata posizionata prima l'ala gocciolante per l'irrigazione e poi il telo pacciamante Agritela Riflex (nell'immagine a destra), facendo un taglio in prossimità di ogni palo. Quindi i bordi di Agritela sono stati interrati per fissarlo stabilmente al suolo.

La tecnica della baulatura permette di accumulare più terreno dove far sviluppare le radici in una zona non disturbata da lavorazioni e facilmente irrigabile.

Durante le fasi vegetative sono state somministrate soluzioni contenenti Tri-Start Cream e Nema 300 WW dell'azienda Agriges che hanno dimostrato una forte azione di stimolo radicale e potenziamento delle difese della pianta.



Tri-Start Cream e Nema 300 WW

Le viti si sono notevolmente rinvigorite, tanto che già in fioritura si notavano differenze rispetto ai campi vicini, quindi in fase di diradamento si è deciso di lasciare sulle piante un numero più elevato di grappoli, rispetto a quelle non trattate e pacciamate, che nonostante la quantità sono riusciti a maturare bene avvantaggiandosi della luce riflessa da Agritela Riflex posta sotto il filare.

A dimostrazione/supporto del risultato si sono controllate periodicamente le radici superficiali, che apparivano bianche e in ottimo stato, molto attive grazie al suolo non lavorato in quella striscia di terreno protetto da Agritela Riflex che ha mantenuto anche un tasso costante di umidità.

In conclusione l'utilizzo di Agritela Riflex su baulatura, associato ai prodotti Agriges determina:

- Riduzione dei consumi idrici.
- Sviluppo di radici superficiali molto attive.
- Eliminazione della crescita delle erbe infestanti in corrispondenza della fila (eliminazione della competizione tra infestanti e piante coltivate).
- Incremento della luce riflessa sull'uva con relativo miglioramento della colorazione.
- Minor impiego di erbicidi e riduzione dell'inquinamento ambientale e i costi di gestione.
- Riduzione delle lavorazioni meccaniche e/o manuali sul filare.
- Contenimento dell'erosione.
- Riduzione "stanchezza del terreno" per aumentata presenza di microrganismi simbionti e di molecole organiche dall'alto valore aggiunto in grado di incrementare esponenzialmente bio-diversità e soppressività dei suoli.
- Aumento delle rese per ettaro.

Contatti:
Arrigoni
Giuseppe Netti – Agronomo
Tel.: 031 803200
Email: giuseppe.netti@arrigoni.it
Web: www.arrigoni.it

Agriges
Giuseppe Blanco - Responsabile di zona
Tel.: 333 8636564
Email: giuseppe.blanco@agriges.com
Web: www.agriges.com

Data di pubblicazione: 10/04/2014



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/06/2018 Coldiretti: nel 2017 arrivate in Italia 100mila ton di frutta secca 'anonima'
19/06/2018 Confagricoltura Ferrara: ciliegie penalizzate dal maltempo
19/06/2018 Il crollo dei prezzi cambia il mercato dei piccoli frutti
19/06/2018 Spagna: meno rischi dovuti alla diversificazione delle aree di produzione di drupacee
19/06/2018 Cina: il volume di produzione delle ciliegie diminuisce del 70%
19/06/2018 I fichi d'India sono molto richiesti
19/06/2018 Gusto ancora piu' gradevole e minore spreco: ecco il melone Cayucos Beach
19/06/2018 Albicocche: prezzi bassi per il troppo prodotto scadente
19/06/2018 I cerasicoltori spagnoli protestano contro il divario di prezzo tra produttore e consumatore
18/06/2018 Il primo lotto di ciliegie turche arrivera' presto sul mercato cinese
18/06/2018 Crollo dell'export italiano in nord Africa nel 2017
18/06/2018 Impianti pilota pre-commerciali di nuove varieta' di pero grazie al progetto UniBo-CIV
18/06/2018 Drupacee: una prima parte di stagione non cosi' deludente
18/06/2018 I Paesi Bassi ri-esportano i fichi fioroni pugliesi nei Paesi scandinavi
18/06/2018 Focus sul mercato mondiale dei mirtilli
18/06/2018 La Corte d'Appello di Anversa si pronuncia in merito alla distribuzione esclusiva delle pere Corina
18/06/2018 Kiwi rosso a marchio Zespri: tra un paio d'anni sara' sul mercato
15/06/2018 Fondazione Edmund Mach e Apot, 11 anni di sinergia a favore della frutticoltura trentina
15/06/2018 I vantaggi dell'essere specializzati in pomacee d'oltremare
15/06/2018 Le mele polacche Idared e Gloster ben accolte dai consumatori indiani

 

Commenti:


Che ne dici?
Giuseppe, Grottaglie, Italia (email) - 10/04/2014 15:33:08


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*