Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Il commento di Corrado Vigo

Com'e' andata la stagione agrumaria?

"In generale male, malissimo, con agrumicoltori sempre al lumicino e che annaspano per l'ennesima annata". Commenta così l'agronomo Corrado Vigo sul suo blog, rispondendo alla domanda "Com'è andata la stagione agrumaria?".

"Prima di arrivare alle conclusioni, ci sono diversi aspetti da considerare - scrive Vigo - Innanzitutto la resa era tanta, a causa dell'alternanza di produzione. In secondo luogo, molto prodotto ha risentito dello stato fitosanitario delle piantagioni, ovvero delle difficoltà scaturite dalla diffusissima presenza del virus Tristeza. La lunga estate calda ha, poi, influito sulla pezzatura, a causa delle elevata richiesta evapotraspirativa, non seguita da opportune irrigazioni. Ad influire sul calibro, anche il lunghissimo periodo di siccità e la mancanza di forniture irrigue. Infine, da tener presente, la mancanza di una concentrazione dell'offerta".


(Foto d'archivio)

"Molteplici quindi le distorsioni del mercato della compravendita; si sono perciò osservate rimarchevoli oscillazioni di prezzo durante la stagione della raccolta - continua Vigo - I prezzi sono risultati molto variabili: da 0,07 a 0,50 euro/kg, questi ultimi per merce di elevata pezzatura e di qualità eccellente".

Secondo il tecnico, ciò che manca è una seria programmazione della produzione, una seria indicazione delle varietà da utilizzare, ma soprattutto agli agrumicoltori manca un prezzo di riferimento sul quale fare i propri conti, sul quale fare affidamento, e sul quale decidere di investire in innovazione o optare, semmai, per chiudere bottega.

Data di pubblicazione: 10/04/2018
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/04/2018 Cadono i limoni in California
18/04/2018 Sudafrica: nessuna spaccatura e ottima qualita' interna per le arance della valle di Gamtoos
17/04/2018 Un bilancio della campagna dell'Arancia DOP di Ribera bio: mercato in crescita
17/04/2018 Cina: difficolta' commerciali per le arance della contea di Zigui
16/04/2018 Il settore spagnolo degli agrumi trarra' vantaggio dal conflitto USA-Cina?
16/04/2018 Convegno su Soluzioni tecnologiche innovative per valorizzare gli scarti degli agrumi
13/04/2018 Comparto agrumario: andamento stabile per scambi e quotazioni
13/04/2018 Germania: la qualita' degli agrumi importati e' molto buona
12/04/2018 Argentina, leader mondiale sul mercato dei limoni
12/04/2018 Continua la stagione dei limoni siciliani
12/04/2018 Cina: il mercato delle arance spagnole importate sta cambiando?
11/04/2018 Cina: il primo lotto di arance egiziane arriva a Henan
11/04/2018 Spagna: azione legale contro la commercializzazione illegale dei mandarini Orri
09/04/2018 I limoni vanno a sostituire i lime a causa dei prezzi alle stelle
09/04/2018 La stagione agrumicola italiana termina con volumi minori
06/04/2018 Cina: il prezzo delle arance Navel Zigui rimane forte nonostante le nevicate
05/04/2018 Sudafrica: la stagione agrumicola comincia con i Satsuma
04/04/2018 Mercato del lime sotto pressione
03/04/2018 Europa: rapporto annuale di KCB sulle importazioni
03/04/2018 Distretto Agrumi di Sicilia: prorogata al 20 aprile la scadenza della call for ideas 'Agrora' Innovation'

 

Commenti:


Forse l'articolo si riferisce alla campagna agrumicola Siciliana, che soprattutto per le arance ha sofferto per i tanti calibri piccoli. Ma la campagna agrumaria appena conclusa non può essere considerata negativa in senso assoluto, anzi per alcune coltivazioni come le clementine, può essere annoverata come tra le migliori di sempre.
Il prodotto è stato di ottima qualità, il mercato sia nazionale ma soprattutto estero, ha richiesto il prodotto, che è stato tutto venduto a prezzi soddisfacenti. Anzi si sta assistendo in alcune zone agrumicole del nostro Paese, ad una "nuova primavera " degli agrumi, spinta sicuramente dal considerevole rinnovamento varietale che comincia finalmente a dare i primi frutti.
domenico, Piana di Sibari , Italia - 10/04/2018 17:08:08


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*