Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Un breve trattamento con acqua calda induce la tolleranza al freddo dei cetrioli durante la conservazione

Ibrahim N. Nasef della facoltà di Agraria dell'Università del Canale di Suez (Ismailia, Egitto) ha esaminato gli effetti di una breve immersione in acqua calda a 45°C (SHW45) e 55°C (SHW55) per 5 minuti sui cetrioli, rispetto all'immersione in acqua a 25°C (trattamento di controllo).



Lo scopo dello studio era quello di ridurre i danni da freddo, prevenire il decadimento qualitativo, mantenere la qualità sensoriale e indurre gli enzimi antiossidanti durante la conservazione refrigerata. Per lo studio, i cetrioli sono stati tenuti prima a 4 °C per 7, 14 e 21 giorni per simulare la conservazione refrigerata e poi a 20 °C per 2 e 4 giorni per simulare la fase commerciale nel punto vendita.

Perdita di peso, aspetto, decadimento, colore, consistenza, sapore, contenuto di solidi solubili (SSC), danni da freddo (CI, chilling injury), zuccheri totali, riducenti e non riducenti, composti fenolici, perdite di elettroliti (EL), attività enzimatica di perossidasi (POD) e catalasi (CAT) sono stati misurati.

I risultati hanno rivelato che il trattamento SHW55 ha fornito i risultati migliori in termini sia di minor perdita di peso, CI, EL e POD sia di miglior aspetto, colore e gusto; mentre non sono emerse differenze significative fra i trattamenti per quanto riguarda gli zuccheri e il contenuto di solidi solubili.

Nessun effetto negativo si è manifestato sui cetrioli trattati con SHW55 durante il periodo di conservazione, pertanto l'immersione a 55°C per 5 minuti potrebbe essere un utile trattamento in un centro di lavorazione commerciale, in quanto permette di preservare la qualità, prevenire il deterioramento e mitigare i danni da freddo, prolungare il periodo di conservazione e soprattutto conservare i cetrioli a basse temperature anche non ottimali.

Fonte: Nasef Ibrahim N., 'Short hot water as safe treatment induces chilling tolerance and antioxidant enzymes, prevents decay and maintains quality of cold-stored cucumbers', 2018, Postharvest Biology and Technology, Vol. 138, pag. 1-10.

Data di pubblicazione: 08/01/2018
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

16/01/2018 Cooperativa API: finocchi e zucchine di qualita', ma i prezzi non vanno bene
16/01/2018 Produttore polacco spera di raggiungere nuovi mercati con il pomodoro rosa
16/01/2018 Carciofi: prezzi non remunerativi sul mercato italiano, va meglio all'estero
16/01/2018 Standard di qualita' molto alti nel settore dei porri
16/01/2018 Sicilia, Open Day presso il Centro sperimentale e ricerca della Vvibes
16/01/2018 Alba Bio: il biologico siciliano certificato per i mercati nazionali ed esteri
15/01/2018 La nuova baby leaf che avvicina le distanze: Batdark di Enza Zaden
15/01/2018 Focus sul mercato mondiale dei pomodori
15/01/2018 Spagna: sta accadendo cio' che si temeva nel comparto orticole
15/01/2018 Lancio ufficiale di Momi - SVTS5096: il nuovo collettato di Seminis Monsanto resistente al TYLCV
12/01/2018 L'aglio nero croato e' un successo
12/01/2018 Aglio, da Sulmona buone notizie per mercato e semine
12/01/2018 Il clima mite genera prezzi bassi per le verdure invernali
12/01/2018 Pomodoro siciliano: buoni i prezzi per i rossi, meno bene l'inizio di campagna dei verdi
11/01/2018 Germania: molti gli ostacoli da superare per incrementare la popolarita' dell'indivia
11/01/2018 Dopo l'Epifania, mercati italiani pieni di carciofi
11/01/2018 Trifolati, tagliati, ripieni: ecco le ricette vincenti per i funghi
11/01/2018 Dalla lattuga Iceberg alla mini-Pak Choi
10/01/2018 Francia: la produzione di carote continua a diminuire
10/01/2018 Radicchi, non male ma neppure benissimo

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*