Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

Clementine da agricoltura sostenibile presso la calabrese BioSmurra

"La Calabria è un territorio complesso, per troppi anni penalizzato da logiche di mercato incentrate sul prezzo (basso). E' da qui che nasce l'idea di ridare valore alle nostre clementine: un prodotto eccellente, simbolo dell'agricoltura locale. Abbiamo pertanto deciso di fare rete con altri piccoli produttori etici da cui approvvigionarci pagando il giusto prezzo, con l'obiettivo di valorizzare l'intera produzione ed evitare gli sprechi. Soprattutto, a guidarci è tanta passione, determinazione e sana resilienza". Così dichiara a FreshPlaza Cristiana Smurra, titolare dell'azienda a conduzione familiare BioSmurra.


In foto Marina e Cristiana Smurra, titolari con la mamma Jolanda dell'azienda BioSmurra.

Jolanda, Marina e Cristiana sono il cuore pulsante di Biosmurra, una piccola azienda tutta al femminile ubicata in Calabria nelle Valli del Colagnati e del Coriglianeto, dove si producono clementine e, in piccole quantità, altri agrumi, olive, succhi di clementine e mandarini con il marchio BioSmurra,registrato nel 2017.

"L'idea di trasformare la parte eccedente della nostra produzione - sottolinea Cristiana - o i frutti esteticamente imperfetti, ma altrettanto buoni e gustosi, è risultata davvero straordinaria. E' così che è nato un mix di succo di clementine, mandarini Ciaculli e limoni con il 100% difrutta, senza conservanti né zuccheri aggiunti se non quelli della frutta stessa".



Profonde sostenitrici di un'agricoltura realmente sostenibile, hanno convertito circa 11 ettari di terreni da una produzione integrata a una biologica, certificando l'intera azienda. Il loro impegno non si è fermato solo qui, ma è andato ben oltre, creando un contesto sostenibile anche dal punto di vista dell'ambiente, della salubrità del prodotto finale e delle modalità di lavoro agricolo.

"Il risultato del nostro percorso - ribadisce Cristiana - ci vede impegnate su molti fronti: dalla sostenibilità (sia agricola che alimentare), al consumo critico e, insomma, a numerosi elementi che ci stanno a cuore e che speriamo di condividere in modo crescente e trasversale con sempre più agricoltori e consumatori".



"Sole, aria, acqua e tanta inesauribile passione sono, fin dal 1987, gli ingredienti delle clementine primizie che raccogliamo nei nostri agrumeti. Convinte, insieme a Slow Food, che la politica si faccia sulla terra e a tavola, con il cibo buono, pulito e giusto. Scegliamo il metodo biologico, il rispetto di ciò che abbiamo ereditato dal passato, la dignità delle persone e del lavoro. A completare l'alchimia: la perfetta combinazione del microclima, l'impasto ideale dei terreni, e il gusto di mettersi in gioco con la capacità di rinnovarsi. E' così che condividiamo le nostre clementine autentiche, dal contenuto di succo superiore alla norma, dalla colorazione intensa e naturale, con laboratori di nostra fiducia per la trasformazione".

"Nei prossimi mesi, nel cuore della nostra realtà produttiva, nascerà anche un piccolo laboratorio artigianale che doteremo di certificazione biologica per la trasformazione diretta della nostra materia prima e di altre varietà colturali che reperiremo all'interno delle reti di cui facciamo parte: il Consorzio siciliano 'Le Galline Felici', Slow Food - condotta Pollino-Sibaritide - Arberia e altre".

"Per quanto riguarda i succhi, stiamo cercando di individuare un metodo di pastorizzazione che ci consenta una conservazione sicura e prolungata del prodotto da un lato e, dall'altro, l'efficacia dello stesso, mantenendo pressoché inalterate le proprietà della materia prima".

Da metà gennaio uno dei prodotti BioSmurra entrerà nel listino del noto distributore ligure Velier, marchio che commercializza eccellenze in un mondo sempre più standardizzato.

Il 50% della produzione viene commercializzata in Italia e il 50% all'estero, in Francia e in Belgio, attraverso il consorzio siciliano 'Le Galline Felici' e altre cooperative bio con le quali l'azienda collabora da anni.



"Simo molto soddisfatti di come vanno le cose in azienda - dichiara la mamma Jolanda Vittipaldi (in foto qui sopra) - infatti registriamo un lieve aumento del fatturato di circa il 10% in più rispetto ai volumi e al fatturato dello scorso anno. Raggiungiamo al momento un volume di 160 tonnellate di prodotto lavorato; ma il nostro fatturato riguarda per il 95% il prodotto fresco. Obiettivi per il futuro? Una nuova piccola linea di prodotti trasformati alimentari di qualità a base di clementine, e lo studio di ulteriori prodotti collegati ad altri comparti. Ci stiamo organizzando per ottenere la certificazione biodinamica, che riteniamo possa rappresentare il modello agricolo del futuro, anche se non siamo sicure di poter sostenere le tecniche che essa prevede senza il supporto costante di un consulente esperto presente sul territorio".



"Il nostro sogno - conclude con un certo ottimismo Cristiana - è non cedere rispetto alla globalizzazione incalzante, resistendo, tutelando e preservando le nostre peculiarità. Il nostro obiettivo è far comprendere a un numero sempre maggiore di persone il valore del cibo - sotto tutti i punti di vista - partendo soprattutto dagli aspetti salutistici. Bisogna insistere sul potere politico che ognuno di noi ha, nello scegliere cosa portare sulla propria tavola: credo si debbano stimolare i consumatori ad assumere un ruolo più attivo in questo senso".

Contatti:
Biosmurra

Villaggio S. Chiara, 1
Loc. Rossano Scalo
87067 Rossano (CS) - Italy
Cell. Cristiana – (+39) 327 3456731
Cell. Marina – (+39) 349 6740506
Email: biosmurra@gmail.com
Web: www.legallinefelici.it

Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018