Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Il parere di Maurizio Ventura (Sun World)

Perche' il mancato rispetto dei brevetti vegetali danneggia tutti quanti

"Accade solo in Italia. Concediamo in licenza e commercializziamo le nostre uve brevettate in tutto il mondo, senza alcun problema. L'unico Paese nel quale abbiamo ancora dei grattacapi è l'Italia", così commenta Maurizio Ventura, licensing manager Europa per la Sun World, nel constatare l'esistenza - ancora oggi! - di pratiche scorrette per quanto riguarda il commercio di uve da tavola protette da brevetto.

"E' come se un'azienda agricola, che magari ha messo tutto il proprio impegno nella creazione di un marchio, di un packaging, di uno slogan destinati a far conoscere sul mercato la sua produzione di eccellenza, si vedesse improvvisamente copiata per filo e per segno da qualcun altro. Non penso che ne rimarrebbe contenta".


Presso lo stand della Sun World troviamo: Michele Melillo, Maurizio Ventura e Marzia Zani.

L'idea che la furbizia e il sotterfugio paghino, è dura a morire, in Italia. Oggi, però, in un contesto in cui l'opinione pubblica, esasperata da scandali e corruzione, è sempre più sensibile al tema dell'onestà e della trasparenza, bisognerebbe tenersi accuratamente alla larga da ogni possibile disapprovazione generale.

Come osserva Ventura: "La violazione di un brevetto vegetale comporta anche la perdita di opportunità competitive per tante imprese oneste: non è un caso isolato, ad esempio, che alcuni costitutori si guardino bene dal condividere con i produttori italiani i loro cavalli di battaglia, nel timore di non poterne tutelare l'originalità".

E se parliamo sempre di innovazione varietale come strumento per qualificare e distinguere l'offerta sul mercato, l'idea di non essere nemmeno presi in considerazione da primarie aziende di breeding fa un certo effetto.

Normalmente, le nuove varietà offrono un vantaggio in termini di produttività e/o di minori spese di coltivazione: non sempre viene dato atto di questo. Il vantaggio economico conseguito, tra l'altro, va ovviamente in primis ai produttori.

Il costitutore di nuove varietà è di fatto un fornitore di servizi all'azienda agricola e ai commercianti, in quanto è colui che mette a disposizione una "genetica" superiore al passato. L'innovazione è il motore della crescita in tutte le attività, non solo agricole.

Ventura: "Produttori e commercianti pagano tutti i loro altri fornitori, per cui non si capisce perché il fornitore di innovazione non dovrebbe essere pagato (mediante le royalties), così come viene pagato il consulente tecnico, il fornitore di concimi ed antiparassitari, ecc".

FreshPlaza si unisce all'appello alla legalità e al rispetto della proprietà intellettuale sui brevetti vegetali: di problemi ce ne sono già tanti, almeno evitiamo di crearcene altri da soli.

Per maggiori informazioni:
Maurizio Ventura
Sun World european licensing manager
Sun World International
Email: mventura@sun-world.com
Web: www.sun-world.com

Data di pubblicazione: 18/05/2017
Autore: Rossella Gigli
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

17/10/2017 Dodici aziende agroindustriali siciliane sbarcano negli States sotto il marchio unico Gustoso
16/10/2017 Mele e web: le prime della classe
16/10/2017 Aziende: arriva online il Rating della legalita'
12/10/2017 Una mostra fotografica che racconta l'impegno delle donne nel settore agricolo
12/10/2017 Mac Fruit Attraction China, l'Italia si presenta unita
11/10/2017 La tappa siciliana dell'VIII Simposio internazionale dell'Uva da Tavola
09/10/2017 Ottavo Simposio Uva da Tavola: confronto sui prodotti freschi e sull'internazionalizzazione
06/10/2017 La riproduzione illegale di piante puo' arrecare un danno notevole
05/10/2017 Come i produttori Amish e Mennoniti forniscono i loro prodotti
02/10/2017 La verdura gode di una reputazione eccellente ma i brand non la comunicano
02/10/2017 Inquadramento previdenziale delle Spa consortili: una sentenza che allinea l'Italia all'Europa
29/09/2017 Confagricoltura: il digitale e' una priorita' per l'Italia
28/09/2017 I Consorzi sono come cooperative. L'Inps non puo' fare differenze
26/09/2017 Ortofrutta e comunicazione: Millennials, un target assente
25/09/2017 L'autunno caldo dell'ortofrutta in Gdo: comunicazione social e web in primo piano
22/09/2017 Bisogna sempre stare all'erta in questo settore
21/09/2017 Aartsenfruit (Paesi Bassi): 110 anni di attivita' e si guarda al futuro
20/09/2017 Altromercato lancia il marchio Solidale Italiano: quando il fairtrade incontra l'ortofrutta nazionale
19/09/2017 Liti fra proprietari: il fosso della discordia
18/09/2017 A sorpresa la patata sul web e' un healthy food

 

Commenti:


Grazie a Maurizio Ventura per la difesa dei breeders e per avere sottolineato l'importanza del loro lavoro, ricordando che anche questo è un servizio al produttore. Grazie a Rossella Gigli per avere spezzato una lancia a favore della legalità
Raffaele Testolin, Udine, Italia (email) - 19/05/2017 09:05:35


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*