Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Individuate lattughe resistenti a fusariosi nella zona di Lusia

Negli ultimi anni, nella zona di Lusia in terreni infestati da Fusarium spp., sono state realizzate alcune prove su lattuga in cui sono stati utilizzati prodotti a base di funghi micorrizici e batteri della rizosfera per combattere questo patogeno. Le prove sperimentali sono state realizzate grazie alla collaborazione del Consorzio Insalata di Lusia IGP, Mercato Ortofrutticolo di Lusia, Servizio Fitosanitario Regionale Sezione di Rovigo e da parte del Centro Sperimentale Ortofloricolo Po di Tramontana.



Le prove sono state condotte su terreno con una forte presenza (almeno negli anni passati) del fungo patogeno della fusariosi della lattuga e sono state saggiate 8 cultivar di lattuga cappuccia e 12 cultivar di lattuga gentile idonee alla coltivazione estiva e resistenti/tolleranti alla fusariosi della lattuga. I risultati di queste esperienze hanno evidenziato una leggera riduzione della carica di inoculo del patogeno, con un conseguente molto modesto incremento della produzione, che però non si è discostata in modo significativo rispetto al testimone.

Per quanto riguarda la lattuga cappuccia, le due cultivar testimoni Paola e Aljeva sensibili alla fusariosi della lattuga non hanno prodotto cespi commerciabili, mentre le cultivar 43-281 di Rijk Zwaan e SV1178LB di Seminis hanno prodotto cespi commerciabili con una produzione media di circa 3,5 kg/m2, seguite dalla cultivar Cannellina di Rijk Zwaan con unna produzione commerciabile di 2,8 kg/m2. Tutte le cultivar in prova, inoltre, hanno ottenuto sufficienti giudizi sotto il profilo estetico qualitativo delle piante commerciabili, con alcune differenze. Matrioska di Isi Sementi ha mostrato una colorazione verde rossa, SV1178LB è apparsa con le foglie di colore verde medio molto opaco, Emilina di Rijk Zwaan e E01D.30208 di Enza Zaden hanno mostrato una colorazione leggermente opaca, mentre 43-281 e Cannellina hanno mostrato una colorazione sempre verde ma brillante. Tutte le cultivar saggiate, ad esclusione di Matrioska che ha fornito punteggi ottimi sotto il profilo della qualità della parte basale della pianta, hanno mostrato un fondo delle piante commerciali leggermente grossolano sia in termini di spallatura sia di calibro del peduncolo.

Per quanto riguarda la lattuga gentile, il testimone Tourbillon non si è nemmeno accresciuto visto la presenza del Fusarium e della sua sensibilità al patogeno e Rebellina con 2,50 kg/m2 ha fatto registrare il valore più basso. In tutte le prove, le cultivar risultate migliori per tutti i parametri considerati (quantitativi e qualitativi) da segnalare sono: BVP15243 di Vilmorin, Lambole di Syngenta e Model di Cora Seeds

BVP15243 ha fatto registrare una buona produzione di cespi commerciabili di 3,09 kg/m2, con un buon peso unitario degli stessi (315 g). Le foglie sono risultate di colore verde medio brillante. Altrettanto buone le altre caratteristiche estetiche delle piante soprattutto nei confronti del fondo del cespo. Complete le resistenze dichiarate dalla ditta sementiera sia contro Bremia lactucae sia contro la fusariosi della lattuga.

Lambole ha fatto registrare una produzione commerciabile pari a 3,19 kg/m2 e 325 g di peso medio del cespo, si è distinta comunque soprattutto per avere fornito ottime caratteristiche qualitative dello stesso. Ottimo il colore verde medio brillante delle foglie che si sono accresciute leggermente accostate a costituire il cespo. Molto positiva la parte basale della pianta (fondo) con una buona spallatura e un ridotto diametro del colletto. Parzialmente complete risultano le resistenze dichiarate dalla ditta sementiera, assente la diciannovesima e ventinovesima razza di resistenza alla Bremia, mentre è presente quella intermedia alla fusariosi della lattuga.

Model ha fornito la più alta produzione commerciabile pari a 3,63 kg/m2 con altrettanto ottimo peso medio del cespo (370 g). Le foglie sono parse di colore verde medio chiaro brillante, e si sono accresciute in modo proporzionato e ordinato a costituire il cespo. Inoltre, positivo è parso il fondo delle piante determinato da ottimi punteggi relativi alla spallatura e alle dimensioni molto ridotte del diametro del colletto. In riferimento alle resistenze alle fitopatie dichiarate dalla ditta sementiera, assente la ventinovesima razza di Bremia lactuacae, mentre è presente quella relativa alla fusariosi della lattuga.

Per maggiori info: www.venetoagricoltura.org

Data di pubblicazione: 19/04/2017
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

28/04/2017 Pronto il primo raccolto di finocchi prodotti in serra da Van Doorne Imex
28/04/2017 L'unico modo per distinguersi nel comparto funghi e' con l'imballaggio
28/04/2017 La Linea Verde con DimmidiSi' debutta a TuttoFood per lanciare importanti novita'
27/04/2017 Asparago Verde di Altedo IGP: annata al top per qualita' e consumi
27/04/2017 Un lusinghiero successo in campo per i carciofi romaneschi Nunhems ®
27/04/2017 Annata pesante per gli asparagi, i prezzi non decollano
27/04/2017 Il prossimo anno sara' lanciata una macchina per la raccolta selettiva degli asparagi
26/04/2017 Turchia: decreto su dazi importazione per fagioli bianchi e peperoni rossi
26/04/2017 Momento di incertezza sul mercato olandese delle carote
26/04/2017 Aumento del 50% per le esportazioni di pomodori turchi
26/04/2017 Focus sul mercato globale di broccoli e cavolfiori
26/04/2017 Natura Iblea: previsioni sul mercato della carota novella biologica per la stagione 2017
21/04/2017 Stefano Carducci nuovo Direttore Commerciale di Bayer Vegetable Seeds in Italia
21/04/2017 Con la Linea Verde un ingresso omaggio a Gardaland
21/04/2017 Spagna: il consumo di insalate in busta crescera' ulteriormente
21/04/2017 Con una Pasqua bassa i prezzi degli asparagi sarebbero stati molto diversi
21/04/2017 Svizzera: richiesta di asparagi molto al di sopra della produzione locale
21/04/2017 La rapida crescita della sementiera olandese Axia Vegetable Seeds
21/04/2017 Geneplanta: nuove idee per il mercato del pomodoro con Lavico F1
21/04/2017 Agro Mediterranea Group: innovazione e' la parola chiave per l'Italia e l'estero

 

Commenti:


mi vedo costretto a boicottare i prodotti italiani per il seguente motivo: Broccoli con cime grandi come un'arancia e un gambo lungo circa 20 cm. quindi legnoso da buttare via...lattughe non piu incappucciate quindi non tenere... circa 3 mesi fa i fagiolini confezionati in pacchetti da 500 g. prezzo Fr. 2,95 prendendoli in mano qualcosa non mi convinceva finche mi sono accorto che erano solamente 400 g. per lo stesso prezzo. naturalmente li ho rimessi nello scaffale e ho comprato quelli provenienti dal portogallo 500 g. Fr. 2,95. adesso non ho piu fiducia nei prodotti italiani.
Vittorio, Berna, svizzera - 19/04/2017 23:37:36


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*