Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



In Nuova Zelanda si vendono a scaffale pomodori locali, ma a marchio Romagna

Un nostro lettore che lavora in una grande azienda del settore frutticolo, qualche giorno fa si trovava a Mount Maunganui, città della Nuova Zelanda. Recandosi in un supermercato del posto, della catena Woolworths (tra le principali del continente australe), ha notato qualcosa di curioso: una confezione di pomodori a marchio (registrato) "Romagna".

La confezione di pomodori con il marchio registrato "Romagna".

"Sono rimasto sorpreso; non potevo credere ai miei occhi per quella confezione - ci ha scritto rispondendo in diretta alle nostre domande - L'ho notato mentre portavo i miei colleghi cinesi a fare la spesa e mi ha fatto sorridere. L'Italian sounding è molto forte qui, ma di prodotti realmente Made in Italy ce ne sono veramente pochi. Molto spesso capita che il marchio sia italiano, ma il luogo di produzione neozelandese o australiano".



Il lettore aggiunge che si trattava di una promozione con due confezioni da 750 gr a 6NZD, circa 3,90 euro. "Comunque, allo stesso tempo - aggiunge - c'erano le promozioni per i datterini a marchio Pomorosso e i ciliegini Campari. Tutto proudly grown in New Zealand (orgogliosamente coltivato in Nuova Zelanda)".

Da precisare che la confezione riporta chiaramente che i pomodori sono prodotti localmente in Nuova Zelanda; al contempo, c'è scritto che sono indicati per prepararli in insalata secondo lo stile mediterraneo. E' riportato inoltre che si tratta di pomodori tipo "Roma" e che Romagna si pronuncia Ro-man-ya.



Abbiamo visitato il sito dell'azienda produttrice ed è specializzata in pomodoro. Fra i vari marchi, ve ne è un altro che richiama l'Italia, PomoRosso e, nella descrizione, è riportato come una tipologia di San Marzano.

Abbiamo scritto loro una email chiedendo come mai abbiano scelto proprio questo nome, dato che se da un lato la Romagna non è di certo una zona fra le più famose per il pomodoro, dall'altra è altrettanto curioso capire quanti neozelandesi la conoscano come territorio. Se arriverà risposta, vi faremo un aggiornamento.

Data di pubblicazione: 13/03/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

28/06/2017 Edamame: il nuovo supercibo che entra nella dieta occidentale
28/06/2017 Spagna: non si sa perche', ma le vendite di aglio si sono fermate
28/06/2017 Gli orticoltori californiani fanno il punto sui piretrodi
27/06/2017 In Sicilia scelte vincenti per un mercato che cambia: cronaca di un Field Day su pomodoro ciliegino
27/06/2017 Nervosismo ingiustificato per l'inizio della campagna dell'aglio
26/06/2017 Paesi Bassi: lanciato il primo marchio estero di peperoni in Cina
26/06/2017 Linee tecniche 2017 per ortaggi, fragola e piccoli frutti
23/06/2017 Lattuga, prezzi bassi da 21 mesi
23/06/2017 Carote premium oltrepassano il confine
23/06/2017 Ultima tappa del viaggio alla scoperta del pomodoro ciliegino Tredicy
22/06/2017 Pomodoro: contro Tuta absoluta ecco la difesa da adottare
22/06/2017 Inizio della commercializzazione delle carote sulla piazza Avezzano
21/06/2017 Studenti svizzeri in visita all'azienda Agriblea
21/06/2017 Spagna: settore dell'aglio colpito dal calo dei prezzi in Cina
21/06/2017 I ricercatori argentini studiano come produrre verdure in Antartide
21/06/2017 L'aglio e' un prodotto che racconta l'Abruzzo. Guarda il video!
21/06/2017 Aglio Rosso di Sulmona, una giornata in campo. Guarda tutte le foto!
21/06/2017 La Nigeria e' uno dei principali fornitori di zenzero disidratato a livello mondiale
20/06/2017 Assosementi: la produzione delle sementi da orto si conferma segmento di punta del settore sementiero
20/06/2017 Produttore del sud dell'Australia plaude al successo dei broccolini

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*