Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Machine Learning: il futuro della vendita al dettaglio di frutta e verdura?

Il retail dei prodotti ortofrutticoli è un'industria estremamente competitiva e in perenne trasformazione. Detto questo, i rivenditori sono sempre alla ricerca di opportunità per anticipare la concorrenza, e Machine Learning sembra essere una di queste: una tecnologia emergente che lascia intravedere enormi promesse per quest'industria. Portando i prodotti nell'era dell'informatica, i retailer possono incrementare i profitti e la crescita, ridurre gli sprechi, e molto altro.

A differenza di molti altri prodotti presenti nei negozi, gli ortofrutticoli hanno di solito una conservabilità a scaffale limitata. I negozi ne richiedono in continuazione, cercando, al contempo, di eliminare i prodotti ormai deperiti dagli scaffali, in quanto l'ultima cosa che vogliono è dare una brutta immagine dei negozi ai clienti consumatori.

Utilizzando il sistema automatizzato Machine Learning, il retailer può regolare lo stoccaggio in base alla domanda sempre mutevole nel punto vendita e ridurre la quantità di alimenti gettati via nel momento in cui si accumula un eccesso di merce nei negozi.

Gran parte dei rivenditori ha fatto finora uso dei dati delle vendite per determinare la domanda dei prodotti. Il problema di questo metodo di stoccaggio sta nel non tener conto di ogni cambiamento, oltre a non offrire possibilità di crescita. Il sistema Machine Learning non solo può calcolare con maggiore precisione la domanda e proporre, di conseguenza, gli investimenti più sicuri, ma addirittura calcolare i rischi nel sondare nuove possibilità di crescita.

Questo sistema riduce le probabilità che il prodotto vada fuori scorta; infatti quando questo accade i compratori rimangono insoddisfatti e devono andare da qualche altra parte a cercarlo. Ciò può influire negativamente sulla fedeltà dei clienti che non riescono a trovare in negozio ciò di cui hanno bisogno.

Per integrare ai vostri metodi il sistema Machine Learning non è necessario un investimento impegnativo. I programmi Machine Learning sono anche disponibili nella versione cloud. Questa versione delega a terzi il possesso di computer e lo svolgimento del lavoro e permette ai rivenditori di avere meno seccature, facendo sì che possano concentrarsi sulle vendite.

Fonte: mckinsey.com

Data di pubblicazione: 21/12/2016



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

28/03/2017 Potrebbero i codici a barre far parte del passato?
27/03/2017 Sensori a forma di frutto misurano le temperature durante le spedizioni
24/03/2017 Solo la scienza applicata al mondo vegetale potra' garantire cibo di qualita' a tutti
24/03/2017 Metodi per migliorare la consistenza dei lamponi freschi e surgelati
23/03/2017 Natural Weed Control, il primo eco-diserbante italiano
22/03/2017 Scienziati potenziano le sostanze nutritive negli ortaggi per aumentare l'interesse del consumatore
21/03/2017 L'Olanda investe in dati satellitari per l'agricoltura di precisione
21/03/2017 Unisorting in fase di test per nuove tecnologie di selezione delle pere
20/03/2017 Una macchina danese taglia i costi di manodopera e incrementa la produttivita'
17/03/2017 Ozono, valida opzione per sanificare ortofrutta e ambienti di conservazione
17/03/2017 Sviluppato il pomodoro arancione-marrone con carotenoidi e clorofilla
17/03/2017 Regno Unito: gli scienziati hanno eliminato la stagionalita' dei broccoli
16/03/2017 Delajo: un'app per tutta la filiera agricola
16/03/2017 SmartPacker: quando la robotica contribuisce all'export di frutta
15/03/2017 Revisione genoma pesco, CREA capofila mondiale
14/03/2017 La nuova frontiera dell'innovazione passa per l'analisi delle immagini al posto di quella sui numeri
13/03/2017 FreshPlaza alla Bocconi per raccontare come l'ortofrutta risponde alle sfide globali attraverso l'innovazione
13/03/2017 Il "foodtech" italiano cresce e punta sull'agricoltura "smart"
10/03/2017 Nuova Zelanda: essiccare e polverizzare l'ortofrutta come risposta agli sprechi e nuova occasione di vendita
09/03/2017 Bucce di pomodoro come riempitivo di rinforzo della gomma naturale

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*