Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



A causa del virus TYLCV

Vittoria: estirpato oltre il 70% del pomodoro in raccolta tra novembre e dicembre

Una violenta virosi sta minacciando in questi giorni le coltivazioni di pomodoro nella cosiddetta fascia trasformata (area sud-orientale della Sicilia che va da Pachino a Licata), rianimando i timori di diversi produttori che operano soprattutto nel territorio di Vittoria. La colpa potrebbe essere attribuita alle temperature anomale che colpiscono il territorio in questo periodo.

"Purtroppo il problema c'è ed è molto preoccupante - conferma a FreshPlaza un produttore di Vittoria - perché quasi tutti i trapianti di agosto e settembre, oltre a una parte di quelli di ottobre sono stati colpiti dal Tomato Yellow Leaf Curl Virus (TYLCV), comunemente chiamata virosi del pomodoro o virus dell'accartocciamento giallo delle foglie di pomodoro".

Tutto questo ha ripercussioni sulle produzioni, che si dimezzeranno. I produttori agricoli, già colpiti dalla crisi economica e da quella commerciale, dovrebbero trapiantare nuovamente il pomodoro, con spese raddoppiate e ritardi nella produzione e nella raccolta. Invece di iniziare a raccogliere il pomodoro nel mese di novembre e dicembre, si dovranno aspettare i mesi di marzo e aprile, periodo in cui anche gli altri paesi incominciano a raccogliere, il che si traduce in prezzi bassi di mercato.

Secondo quanto riferitoci, ad oggi si sta estirpando più del 70% del pomodoro che andava in raccolta tra novembre e dicembre. Il tutto si ripercuote sull'economia della città di Vittoria e della fascia trasformata che vivono grazie all'agricoltura e alle serre di pomodoro, in particolare.

Come riporta reteiblea.it, l'amministrazione vittoriese ha chiesto l'aiuto della Regione e il supporto delle istituzioni. Il sindaco Giovanni Moscato si è così espresso: "La nostra agricoltura sta vivendo un momento di grande sofferenza a causa della crisi globale e rischia di pagare un dazio ancora più alto per via della diffusione del virus. Sono al fianco dei nostri produttori e abbiamo già sollecitato le istituzioni regionali per trovare insieme delle contromisure a tutela della nostra agricoltura e delle nostre produzioni".

Data di pubblicazione: 19/10/2016
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/11/2017 Germania: il consumo di cavolfiori langue, problemi con le vendite
17/11/2017 L'Aglio Bianco Polesano DOP al Buonaitalia Trade Show 2017
17/11/2017 Con i funghi esotici si possono ottenere margini interessanti, ma serve impegno
17/11/2017 Stagione regolare per lo zenzero indiano
17/11/2017 Catania: resoconto del seminario sulla lotta agli illeciti nel settore del materiale di propagazione vegetale di piante ortive
17/11/2017 Pomodoro San Marzano: le zone di produzione potrebbero diventare Patrimonio Culturale Nazionale
17/11/2017 La prossima stagione della lattuga sara' segnata da offerta instabile e carenze
17/11/2017 Sono le condizioni climatiche che definiscono il mercato
16/11/2017 Il Radicchio di Chioggia Igp sbarca in Finlandia con la Settimana della cucina italiana
16/11/2017 Almeria (Spagna): il virus New Delhi riduce e ritarda la produzione di zucchine
16/11/2017 Francia: il consumo di prodotti biologici cresce del 10% ogni anno
15/11/2017 Regolazione della condensa all'interno delle buste di insalate di IV gamma
15/11/2017 I broccoli spagnoli hanno una marcia in piu'
15/11/2017 Il pomodoro blu Marazul e' molto popolare sul mercato spagnolo
15/11/2017 Ripresa delle quotazioni per tutti gli ortaggi a frutto di serra
14/11/2017 Spagna: campagna in anticipo di 15 giorni per i carciofi Blanca de Tudela
14/11/2017 Con OrtoRomi, i Radicchi IGP Insal'Arte tornano protagonisti della tavola
14/11/2017 Il marchio Sagreen del Gruppo T18 entrera' nella Gdo nel 2018
14/11/2017 Nuovo pack e maggiori superfici per il Radicchio di Treviso IGP
14/11/2017 Il clima influenza i consumi di verdure e le vendite risultano anomale gia' a inizio campagna

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*