Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Di Giambattista Pepi

Il Melograno di Santarcangelo di Romagna (RN) investe sulla quarta gamma

Dopo aver esordito con successo nella quinta gamma con una linea di sughi non pastorizzati a base di verdure fresche, denominata i Sughissimi, Il Melograno, società a responsabilità limitata con sede e stabilimento a Santarcangelo di Romagna, ad un tiro di schioppo da Rimini, accelera sui prodotti di quarta gamma con un robusto programma di investimenti che scatterà nel 2011.


 
Nuovi investimenti per ampliare lo stabilimento e la gamma dei prodotti
"Entro i prossimi 36 mesi amplieremo la superficie coperta del nostro stabilimento che passerà dagli attuali 12.000 metri quadrati ai 24.000, e lo doteremo di nuove linee di lavorazione, per potenziare il programma di produzione ed il calendario di offerta dei prodotti di quarta gamma" dice Claudio Coli, responsabile commerciale e marketing, che assieme alla sorella Manuela, che manda avanti la produzione, stanno sulla tolda di comando dell’impresa di famiglia, da diverse generazioni ormai impegnata nella realizzazione di prodotti di quarta gamma di alta qualità, partendo dalle produzioni ortofrutticole provenienti dai migliori areali italiani.




"Gli investimenti – spiega l’imprenditore - saranno realizzati con partnership tecnologiche di imprese leader nel settore degli impianti produttivi, in modo da poter disporre delle innovazioni di processo al top della tecnologia".
 
Gli strumenti ed il know-how consentiranno, pertanto, all’azienda di poter integrare e diversificare l’offerta di prodotti quarta gamma e quinta gamma.

L’innovazione per battere la crisi
"Gli investimenti programmati non sono una novità per noi, poiché si inscrivono nella strategia aziendale, che riconosce nell’innovazione la leva per competere sui mercati, e non soccombere alla crisi" avverte Coli. "La crisi – prosegue – non ci fa paura nella misura in cui cerchiamo di assecondare il gusto e le tendenze del consumatore con prodotti di qualità, sicuri e altamente affidabili".

"Innoviamo continuamente e accettiamo le politiche delle società della GDO che detengono il controllo della distribuzione e dispongono dei private label, ai quali non intendono rinunciare, avendo anche investito e molto sulla loro valorizzazione" (Nella foto a destra: succo di arance rosse).

C’è anche un altro aspetto importante da tenere in considerazione nella politica dell’impresa. Si tratta dell’origine della materia prima: ortaggi, verdure, e frutta provengono dai territori specializzati di diverse regioni italiane: Campania, Marche, Abruzzo, Emilia Romagna. "Diversifichiamo la provenienza per diluire il rischio connesso a forniture di mono-prodotto solo da un territorio. Dalle diverse regioni dove siamo presenti con i soci della nostra OP Il Melograno, provengono uno o più prodotti: dal Fucino carote, scarola e radicchio, dall’area di Eboli, Pontecagnano Faiano, ovvero Salerno, le insalatine, e così via", dice Coli.

Storia
Fondata nel 1987 da Claudio Coli, l’impresa ha cominciato da subito a farsi strada sul mercato. Nel 1990 stringe rapporti commerciali con la GDO (Coop Italia e Conad) divenendone fornitore. Anticipando la nuova tendenza del mercato, Il Melograno si specializza nella IV gamma.


 
Dinamica e sensibile ad una migliore qualità della vita e ad un maggiore rispetto per l’ambiente, nel 1995 inizia la commercializzazione di ortofrutta biologica controllata in conformità del Regolamento CEE 2092 dall’Ente CCPB lungo tutta la filiera.

Nel 1999 amplia i programmi produttivi con aziende biologiche, da cui consegue un incremento e una diversificazione dell’attività commerciale. Da questa scelta strategica parte il progetto di produzione della IV gamma BIO per Coop Italia che, nel 2000, si arricchisce con il confezionamento di frutta e verdura a marchio del distributore BIOCOOP.

Obiettivo
Il Melograno si è posta nel mercato dei prodotti ortofrutticoli di IV gamma freschi, lavati, pronti all’uso, confezionati in busta, vassoi filmati, vassoi in flowpack, ciotole, utilizzando materie prime provenienti da colture integrate o biologiche, ponendosi come obiettivo primario la soddisfazione del cliente.




Cuore di porro
Misticanza
Erba cipollina

La capacità di innovazione, l’attento ascolto delle esigenze del mercato, uniti agli investimenti tecnologici fatti negli ultimi anni, ne fanno un’impresa leader.
 
L’incremento di potenzialità derivato dallo stabilimento (che nei prossimi mesi, come detto sarà ulteriormente ampliato con linee al top della tecnologia) rendono possibili nuove partnership con aziende che intendono collocarsi nel mercato della IV gamma e dei prodotti confezionati biologici con il giusto rapporto qualità-prezzo.

La filiera produttiva
Il controllo della filiera produttiva a partire dalla coltivazioni in campo è un punto di forza del sistema aziendale, in quanto tutte le attività operative vengono gestite dalla sede centrale tramite il supporto di tecnici e di collaboratori qualificati che contribuiscono costantemente ad approvvigionare lo stabilimento produttivo delle materie prime, conformi tra l'altro ad un rigido disciplinare rispondente a parametri restrittivi definiti con la GDO.

Il Melograno in cifre
Superficie agraria dei soci: 300 Ha
Addetti: 150
Fatturato: 25 milioni di euro.
 
Contatti:
Il Melograno Srl
Via Bornaccino, 1166
47822 Santarcangelo di Romagna (RN)
Tel.: (+39) 0541 685555  
Fax: (+39) 0541 626799  
Direttore commerciale Claudio Coli
E-mail: claudio@ilmelograno.com
Web: www.ilmelograno.com

Data di pubblicazione: 26/10/2010
Autore: Giambattista Pepi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2017 Ucraina: aumentate di sei volte le esportazioni di carote
31/07/2017 Romania: nel 2016, produzione vegetale tripla rispetto a quella animale
31/07/2017 Fagiolino di Sant'Anna: verdura antica e dimenticata della Toscana
31/07/2017 Syngenta: le ultime selezioni di cucurbitacee proposte al mercato
31/07/2017 New Delhi virus: un problema crescente soprattutto per le cucurbitacee
28/07/2017 Sipo: richieste dei clienti in linea con il 2016
28/07/2017 Ravanello: l’accumulo di metalli pesanti nell’ipocotile dipende dal genotipo
28/07/2017 Selezioni indiane di basilico per olio essenziale
28/07/2017 Ortica: da erba infestante a officinale ottima in cucina
28/07/2017 Pomodorino del piennolo del Vesuvio: un progetto di recupero della biodiversita' andato a buon fine
27/07/2017 Cipro trae vantaggio dal crescente appetito di gombo
26/07/2017 Il biologico cresce anche nel settore delle erbe aromatiche
25/07/2017 Pomodoro da industria: e' iniziata la trasformazione della materia prima
25/07/2017 Primo semestre 2017: consumi in crescita per la IV Gamma
25/07/2017 Aglio Rosso di Sulmona pronto per la vendita
25/07/2017 Spagna: i pomodori Piccolo arrivano sugli scaffali dei supermercati per la prima volta
24/07/2017 Funghi Funghi (Belgio): sono arrivati i primi gallinacci dalla Bielorussia
24/07/2017 Il ciliegino Mandello e il portinnesto Kaiser sono approdati in Tv
24/07/2017 Ad agosto ricomincia la messa a dimora dei funghi coltivati
21/07/2017 Cina: i prezzi dei broccoli sul mercato interno sono migliori di quelli ottenuti all'estero

 

Commenti:


Questa mattina ho osservato un discreto residuo sul succo di frutta ananas lime e zenzero. Ma non è questo il problema (andrò in mattinata a far vedere la bottiglietta dove l'ho accquistata. <volevo chiedervi se avete a Bologna un negozio specializzato con i vostri prodotti.
Grazie. r.s.v.p.
franco gaglioppa, bologna, italia (email) - 09/08/2017 07:42:10


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*