Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Presso il vivaio De Tuindershoek

Il robot Sweeper raccoglie i primi peperoni in tempo reale. Guarda il video!

Un mostro giallo si aggira lungo i filari di peperoni... si sente un suono meccanico e si vedono lampi di luce... poco dopo, un braccio meccanico individua il frutto maturo e si allunga verso di esso... segue un rumore di taglio! Ah! Il peperone si adagia sulle lunghe dita metalliche della mano robotica e, alla fine, viene riposto nel contenitore insieme agli altri frutti. L'operazione non dura più di 30 secondi e il robot procede con la raccolta di un altro peperone.

Tutto questo avviene sotto lo sguardo attento di circa 50 persone che osservano stupefatte, e per la prima volta, la dimostrazione dal vivo del raccoglitore robotico Sweeper. La dimostrazione si è tenuta il 4 luglio 2018 presso il vivaio De Tuindershoek Nursery nei Paesi Bassi.


Il coltivatore di peperoni André Kaashoek con il robot Sweeper, testato presso la sua società con un raccolto commerciale reale.

Siete curiosi? Guardate il video della dimostrazione riportato qui sotto!

Le immagini sono state gentilmente fornite dal cameraman degli organizzatori dell'evento dimostrativo.

Lo sviluppo del robot raccoglitore è stato preceduto da anni di ricerca. Questo macchinario intelligente offrirà presto una soluzione ai produttori. I braccianti sono pochi e i costi di manodopera aumentano sempre di più. Il robot risponde anche alla crescente domanda per l'igiene dei prodotti.

Capacità di apprendimento
Ma se non fosse ancora sufficiente tutto ciò, alcune ulteriori migliorie sono state implementate. Il robot è infatti in grado di apprendere come raccogliere i peperoni in modo più rapido e questo viene ottenuto attraverso il cosiddetto deep learning. Il robot può fare pratica nella raccolta mediante visualizzazioni. Queste immagini simulate sono state preparate utilizzando i dati raccolti e l'impresa di per sé è già abbastanza ardua. Le piante di peperoni hanno molte foglie e crescono in direzioni imprevedibili. Questo rende difficile l'individuazione e il taglio dei frutti maturi da parte del robot.


Sweeper in azione nei terreni di prova dove è stato realizzaro lo sviluppo di questo robot.

Sweeper è quattro volte più veloce del suo predecessore sviluppato basandosi sui precedenti studi CROPS. Il robot raccoglitore può staccare un peperone ogni 24 secondi, in media. In condizioni di laboratorio è stato registrato un tempo di appena 15 secondi. Il robot viene adattato con voluta gradualità, per ragioni di sicurezza. Quindi la sua velocità lascia ancora molto a desiderare. A richiedere più tempo è il movimento che serve per riporre il frutto raccolto nel contenitore. Secondo gli sviluppatori, tuttavia, è possibile velocizzare questo processo.

Risultati
Questo robot è concepito per sostituire i raccoglitori manuali nel settore dei peperoni. Tuttavia, secondo gli sviluppatori non è realistico aspettarsi che la macchina raggiunga risultati di raccolta pari al 100%. Un punteggio del 62% è stato ottenuto in circostanze condizionate e corrisponde ai risultati preliminari di prova ottenuti durante la preparazione della dimostrazione. Durante i test sono stati presi in considerazione solo i frutti che crescono dal gambo. In una serra commerciale il robot ha ottenuto un punteggio di solo il 31% nella raccolta di frutti. Quando sono stati presi in considerazione i frutti più difficili da individuare e raggiungere, il punteggio è risultato persino inferiore. In condizioni ideali, il robot riesce a raccogliere il 49% del raccolto, rispetto al 20% registrato in una coltivazione commerciale.


Il coordinatore del progetto Jos Balendonck mentre consegna una targa ad André Kaashoek come ringraziamento per avere reso possibile la dimostrazione in tempo reale.

Il progetto Sweeper è stato finanziato dal programma Horizon 2020 dell'Unione Europea. Questo finanziamento terminerà a novembre 2018. Da quel momento in poi saranno le parti coinvolte a dare forma all'implementazione commerciale di questo robot raccoglitore. Inizialmente per questo scopo si prenderà in considerazione il partner di progetto Bogaerts Greenhouse Logistics. Altri, tra cui le università di Wageningen, Ben-Gurion e Umeå, il Centro di Ricerca per la coltivazione delle verdure e il vivaio De Tuindershoek Nursery, rimarranno comunque coinvolti. Ci si aspetta che ci vorranno almeno altri tre anni prima che lo Sweeper possa aggirarsi realmente tra le serre commerciali. Fino ad allora gli agricoltori dovranno affidarsi ai video. Da parte loro gli sviluppatori potranno valutare quali varietà di peperoni sono le più adatte a essere raccolte tramite un robot.

Guarda qui tutte le foto.

Per maggiori informazioni:
Sweeper
Web: www.sweeper-robot.eu

Jos Balendonck, project co?rdinator
Email: jos.balendonck@wur.nl

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 10/07/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 La Corea del Sud nazione piu' innovativa del mondo per il quinto anno consecutivo
31/07/2018 Cile primo paese americano a vietare i sacchetti di plastica
31/07/2018 Con nuove tecnologie Idromeccanica Lucchini sbarca all'estero
30/07/2018 Ricercatori americani testano nanocristalli per prevenire i danni da gelo nei frutti
27/07/2018 Innovativo impianto idroponico a basso impatto ambientale: inaugurazione del progetto in Toscana
27/07/2018 Dropcopter pubblica i risultati relativi all'impollinazione con droni
26/07/2018 Progetto SoilVeg: presentati i risultati
26/07/2018 Grado di maturazione degli avocado: uno strumento lo misura
25/07/2018 Progetto B-SMART: carote e barbabietole per costruire edifici piu' solidi
24/07/2018 Sviluppare sistemi autonomi per la raccolta dei piccoli frutti
23/07/2018 La tecnologia promette di calcolare la conservabilita' reale di un prodotto ortofrutticolo
20/07/2018 Un nuovo imballaggio totalmente riciclabile conquistera' il settore ortofrutticolo
16/07/2018 Sviluppato protocollo per stampare tessuto vegetale in 3D
13/07/2018 Estratti vegetali e ipoclorito di sodio fungicidi promettenti per l'orticoltura biologica
13/07/2018 Una penna per testare la maturazione del durian
12/07/2018 La stampa 3D degli alimenti porra' fine allo spreco di cibo?
12/07/2018 Bag Fresco Senso, la novita' 2018 per anguria e melone ready to eat
12/07/2018 Raccoglitore robotizzato per angurie
11/07/2018 Linee complete di confezionamento per il segmento degli ortaggi snack
09/07/2018 Pulite, belle e sostenibili: ciotole in foglie di palma per piccoli frutti

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*