Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Intervista all'avvocato Gualtiero Roveda, consulente di Fruitimprese

Fitofarmaci: senza patentino in regola si rischia anche la galera

Come noto, chiunque intenda acquistare o anche solo utilizzare, a livello professionale, prodotti fitosanitari deve essere in possesso del cosiddetto "patentino", ovvero del "certificato di abilitazione all'acquisto e all'utilizzo dei prodotti fitosanitari". Ne parliamo con l'avvocato Gualtiero Roveda, consulente di Fruitimprese.



FreshPlaza (FP): A cosa serve il certificato di abilitazione all'acquisto e all'utilizzo dei prodotti fitosanitari?
Gualtiero Roveda (GR): Chiunque intende acquistare o anche solo utilizzare, a livello professionale, prodotti fitosanitari deve essere in possesso del c.d. patentino. Il documento non solo è necessario per chi acquista, ma anche per chi utilizza a livello professionale tali prodotti. Ad esempio, se in un'azienda agricola vi sono più persone incaricate di utilizzare prodotti fitosanitari, tutte devono essere in possesso del certificato di abilitazione.

FP: Qual è lo scopo del patentino?
GR: Il rilascio e i successivi rinnovi del patentino consentono di verificare che il possessore sia a conoscenza dei rischi connessi all'acquisto, alla conservazione e all'utilizzazione dei prodotti fitosanitari. L'obiettivo primario della prescrizione normativa è quello di ridurre i rischi e gli impatti di tali prodotti sulla salute umana, sull'ambiente e sulla biodiversità. Vi è poi anche lo scopo di evitare che l'utilizzatore, a causa di un uso improprio, possa contravvenire a norme amministrative e/o penali.



FP: Per quali prodotti fitosanitari è indispensabile il patentino?

GR: Il D.Lgs. 150/2012 stabilisce che il certificato di abilitazione è necessario per tutti i prodotti fitosanitari. Sono esclusi solo quei pochi contrassegnati dall'etichetta "Prodotto fitosanitario destinato agli utilizzatori non professionali", quali quelli impiegati su piante o frutti coltivati a livello amatoriale, piante ornamentali e da fiore coltivate in appartamento, balcone o giardino domestico.

FP: Chi può richiedere il patentino?
GR: Il patentino può essere richiesto da chi deve acquistare o utilizzare i prodotti fitosanitari per lo svolgimento di un'attività professionale, cioè da un utilizzatore professionale.



FP Come si ottiene il patentino?

GR: Si deve presentare apposita istanza agli Enti preposti dalle Regioni o dalle Province autonome di Trento e di Bolzano, secondo i propri ordinamenti. E' necessario essere maggiorenni, aver frequentato un apposito corso di formazione e aver superato l'esame abilitante. La valutazione positiva viene riportata in attestato. La partecipazione ai corsi può anche essere effettuata in Regioni diverse dalla propria, ma l'esame deve essere sostenuto nella Regione in cui la persona ha presenziato al corso suddetto. Chi è in possesso di diploma di istruzione superiore di durata quinquennale o di laurea, anche triennale, nelle discipline agrarie e forestali, biologiche, naturali, ambientali, chimiche, farmaceutiche, mediche e veterinarie devono comunque frequentare il corso di aggiornamento e sostenere l'esame. La prima volta invece lo ottiene andando direttamente all'esame senza corso.

FP: Il patentino ha una scadenza?
GR: Il patentino ha validità 5 anni. Può essere rinnovato, su richiesta del titolare, previa verifica della partecipazione a specifici corsi o iniziative di aggiornamento.

FP: Il patentino può essere sospeso o revocato?

GR: L'Autorità competente in materia può sospendere o revocare il patentino nel caso in cui il possessore adotti comportamenti in violazione delle norme sui prodotti fitosanitari.

FP: quali sono le sanzioni per chi non è in regola?
GR: Per chi non è in regola, la sanzione amministrativa va dai 5mila ai 20mila euro. E c'è l'arresto per i datori di lavoro che non hanno la segnaletica regolare in presenza di dipendenti. - Cfr. FreshPlaza del 15/11/2016

Data di pubblicazione: 10/04/2018
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/07/2018 Distrutto carico di aglio cinese: violava gli standard di qualita'
19/07/2018 Il succo di mirtillo favorisce il drenaggio dei liquidi
18/07/2018 Greenyard si difende dalle accuse dopo la contaminazione da Listeria
18/07/2018 Sistema comunitario di allerta: 18 notifiche ortofrutticole nelle ultime due settimane
17/07/2018 Cloropicrina: oltre alla deroga serve piu' ricerca
17/07/2018 Questione cloropicrina: a rischio la fragolicoltura italiana senza deroga all'uso
16/07/2018 Osservatorio Grana Padano: poca verdura e pesce per quattro italiani su dieci
13/07/2018 Sostenere le vendite di fragole rilanciandone alcuni usi alternativi
12/07/2018 Approccio innovativo per la sterilizzazione dell'acqua di lavaggio delle insalate di IV gamma
12/07/2018 Listeria: richiamato mix di verdure surgelate Pinguin
11/07/2018 Ananas e bromelina, un enzima utile per l’uomo
11/07/2018 Noci, mandorle e nocciole migliorano la fertilita' maschile
11/07/2018 L'Ue sospende i controlli aggiuntivi sulle fragole egiziane
11/07/2018 Listeria sugli ortofrutticoli: un problema da non sottovalutare
10/07/2018 Listeria, Codacons: bloccare gli ortaggi surgelati provenienti dall'Ungheria
09/07/2018 I componenti nutrizionali di frutta e ortaggi: una tabella sintetica
09/07/2018 Listeria: ritiro precauzionale di alimenti surgelati in tutta Europa
06/07/2018 Listeria monocytogenes: aggiornamento sul focolaio infettivo trasmesso da alimenti
05/07/2018 USA: indagini su lattuga contaminata da E. coli vicine a una conclusione
04/07/2018 Le cinque verdure che sarebbe meglio mangiare cotte

 

Commenti:


In pratica le sostanze di base come fitosanitari non esistono. Colpa del Ministero che non ha mai chiarito questa situazione sul fronte etichettatura di queste sostanze. Il patentino serve per tutto quello che è registrato al Ministero della salute.
Es: L'olio di soia usato come coadiuvante non è registrato per l'agricoltura, quindi non si può usare, anche se al supermercato lo si compra senza patentino.
Es: un concime fogliare, usato con blanda azione di fitofarmaco (...) viene venduto anche senza patentino...
Cristiano Riciputi, Tholen, Paesi Bassi (email) - 12/04/2018 10:39:42


Il patentino è necessario anche se il possessore e l'azienda utilizzasse esclusivamente prodotti contenenti le cosiddette "SOSTANZE DI BASE"? Ovvero riportanti in etichetta NON RILASCIA RESIDUI e senza pericoli ?

grazie
Giacomo Linoci, Grottaglie, Italia - 11/04/2018 09:44:58


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*