Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Gestione dei rischi in agricoltura e coltivazione delle piante officinali: ecco le novita'

Su proposta del Ministro Maurizio Martina, il Consiglio dei ministri ha approvato due decreti legislativi che introducono, rispettivamente, disposizioni relative alla gestione dei rischi in agricoltura e nuove norme in materia di coltivazione, raccolta e prima trasformazione delle piante officinali.

"Investire di più sugli strumenti di gestione del rischio e semplificarli. E' in questa direzione che continuiamo a lavorare – afferma il Ministro Maurizio Martina – per aumentare la redditività del settore agricolo e tutelare i piccoli produttori. Lo abbiamo ribadito anche nel corso del G7 agricoltura di Bergamo e il decreto di oggi si inserisce proprio in questo contesto. C'è bisogno di consolidare e introdurre strumenti adeguati a fronteggiare le nuove sfide che abbiamo davanti, in particolare quella del cambiamento climatico. Bene anche il testo unico che disciplina il settore delle piante officinali, con interventi attesi da più di ottanta anni."

In particolare, il primo decreto prevede la revisione della normativa esistente per favorire lo sviluppo di strumenti assicurativi innovativi a copertura dei danni alle produzioni, alle strutture e ai beni strumentali delle aziende agricole; la disciplina dei fondi di mutualità per la copertura dei danni da avversità atmosferiche, epizoozie, fitopatie e per la tutela del reddito degli agricoltori nonché per compensare gli agricoltori che subiscono danni causati da fauna selvatica. Infine, si interviene per rilanciare gli strumenti di gestione del rischio, integrando le misure finanziate nel quadro della nuova programmazione europea 2014-2020.

Riguardo alle piante officinali, viene costituito il nuovo Testo unico in materia di coltivazione, raccolta e prima trasformazione che dà un nuovo assetto al settore per favorirne la crescita e lo sviluppo e per valorizzare le produzioni nazionali, nell'ottica di una maggiore trasparenza per i consumatori.

Viene fornita poi una nuova definizione di piante officinali, prevedendo l'istituzione dei registri varietali delle specie, nei quali sono elencate le piante officinali ammesse alla commercializzazione e stabilite le modalità e le condizioni per la certificazione delle sementi; viene disciplinata la raccolta spontanea per evitare il depauperamento delle aree e stabilito che, con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, d'intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, deve essere adottato il Piano di settore della filiera delle piante officinali, che costituisce lo strumento programmatico strategico diretto a individuare gli interventi prioritari per incentivare lo sviluppo di una filiera integrata dal punto di vista ambientale, definire forme di aggregazione professionale e interprofessionale capaci di creare condizioni di redditività per l'impresa agricola e realizzare un coordinamento della ricerca nel settore.

Si prevede, infine, per le Regioni, la possibilità di istituire, nel rispetto della normativa UE, marchi finalizzati a certificare il rispetto di standard di qualità nella filiera delle piante officinali.

Fonte: www.terraoggi.it

Data di pubblicazione: 09/01/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

22/06/2018 I Mondiali di calcio rappresentano una grande opportunita' per il Peru'
22/06/2018 Svizzera: sempre piu' apprezzati gli acquisti all'estero di frutta e verdura
22/06/2018 Avvio di negoziati commerciali tra l'UE e la Nuova Zelanda
22/06/2018 Valota presenta i suoi film plastici per l'agricoltura: scopri BioDream verde!
21/06/2018 New Factor e Agrintesa alleate per creare un grande polo italiano della noce
21/06/2018 PAC: raggiunto l'obiettivo del 100% di domande grafiche
21/06/2018 Dazi, Giansanti (Confagricoltura): cresce l'instabilita' dei mercati
21/06/2018 Calibro degli agrumi: ottenere di piu' senza perdere qualita'
21/06/2018 'Abbiamo bisogno di sedi europee per proteggerci dalle frodi'
21/06/2018 Presentata una nuova selezionatrice per mirtilli
20/06/2018 Studio tedesco sulle emissioni di CO2 dei diversi imballaggi per la filiera ortofrutticola
20/06/2018 L'Emilia-Romagna scommette sugli agricoltori per produzioni piu' sane, senza sprechi e a basso impatto ambientale
20/06/2018 Australia e UE tentano il libero scambio, sfidando il protezionismo di Trump
20/06/2018 Bombe d'acqua: il clima impazzito continua a mietere le sue vittime
19/06/2018 L'imballo parlante personalizzabile: nuova proposta di packaging Ghelfi Ondulati per le Ciliegie di Vignola
19/06/2018 Sipcam-Oxon acquisisce il 100% della svizzera Sofbey SA
19/06/2018 I cambiamenti climatici all'attenzione della politica italiana
19/06/2018 Bilancio UE, Ministro Centinaio: contrari ai tagli alla PAC
19/06/2018 Polonia: la febbre calcistica e i sani snack ortofrutticoli
19/06/2018 Alimentare: pronto metodo comune UE per test doppia qualita'

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*