Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Approvato in Consiglio dei Ministri schema di decreto per l'obbligo di indicazione dello stabilimento in etichetta

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Consiglio dei Ministri ha approvato questa mattina lo schema di decreto attuativo che reintroduce l'obbligo di indicare lo stabilimento di produzione o confezionamento in etichetta.

Tale obbligo era già sancito dalla legge italiana, ma è stato abrogato in seguito al riordino della normativa europea in materia di etichettatura alimentare. L'Italia ha stabilito la sua reintroduzione al fine di garantire, oltre che una corretta e completa informazione al consumatore, una migliore e immediata rintracciabilità degli alimenti da parte degli organi di controllo e, di conseguenza, una più efficace tutela della salute.

Lo schema di decreto sarà inviato ora alle Commissioni agricoltura di Camera e Senato per i pareri. La legge di delega affida la competenza per il controllo del rispetto della norma e l'applicazione delle eventuali sanzioni all'Ispettorato repressione frodi (Icqrf). Il provvedimento prevede un periodo transitorio di 180 giorni, per lo smaltimento delle etichette già stampate, e fino a esaurimento dei prodotti etichettati prima dell'entrata in vigore del decreto ma già immessi in commercio.

"Questo provvedimento - ha commentato il Ministro Martina - si inserisce nel lavoro che stiamo portando avanti per dare massima informazione ai cittadini sugli alimenti che consumano. Per questo abbiamo voluto inserire di nuovo l'obbligo di riportare in etichetta lo stabilimento di produzione dei cibi. Diamo una risposta anche alle tantissime aziende che hanno chiesto questa norma e hanno continuato a dichiarare lo stabilimento di produzione nelle loro etichette. Il nostro lavoro non si ferma qui, porteremo avanti la nostra battaglia anche in Europa, perché l'etichettatura sia sempre più completa. La valorizzazione della distintività del nostro modello agroalimentare passa anche da qui".

Fonte: https://www.politicheagricole.it/

Data di pubblicazione: 20/03/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

29/03/2017 L'Italia dell'alimentare si unisce nella piu' grande associazione di settore in Europa: nasce Unione Italiana Food
29/03/2017 In Italia i lavoratori meno pagati d'Europa
29/03/2017 Giovani in agricoltura: al via il bando Ismea da 65 milioni di euro per mutui primo insediamento
29/03/2017 Censite oltre 11mila realta' biologiche italiane
28/03/2017 Andrea Badursi eletto presidente di Fedagri Basilicata
28/03/2017 Reflect ® di Syngenta: alti livelli di efficacia contro oidio e alternaria delle principali colture orticole
28/03/2017 Zerbinati premiata agli IAIR AWARDS / Le Fonti Awards
28/03/2017 L'Assemblea Generale dell'AREFLH: il resoconto
28/03/2017 La bilancia alimentare commerciale della Tunisia registra oltre 120 milioni di euro di deficit
28/03/2017 Agritrade Guatemala 2017: il reportage fotografico
28/03/2017 A cosa mirano oggi le nuove tecnologie per il confezionamento?
28/03/2017 Differenza abissale tra Europa e Stati Uniti
27/03/2017 Assosementi e Macfrut, un accordo per reciproci vantaggi
27/03/2017 Esportatori egiziani approfittano della valuta debole
27/03/2017 Sonnenreife: un nuovo marchio per l'azienda tedesca Service-Bund
27/03/2017 Abilitazioni guida trattori e macchine agricole: serve chiarezza
27/03/2017 Gastro Star e Eisberg Switzerland annunciano fusione
24/03/2017 Assicurazioni, Guidi (Confagricoltura): "Prioritario un sistema efficace di gestione del rischio"
24/03/2017 Macfrut si allea e si amplia: dopo l'Egitto ecco la nuova fiera Mac Fruit Attraction in Cina
24/03/2017 UE: dopo 60 anni, occorre riscoprire le ragioni dello stare insieme

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*