Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Arricover: schermo bioclimatico per la protezione delle colture

Nella pratica dell'orticoltura professionale, la tecnica della forzatura o della protezione sia a pieno campo che con piccoli tunnel è antica quasi come la scoperta dei polimeri termoplastici. La protezione è stata la risposta più efficace ed economica alla necessità, dell'allora nascente orticultura specializzata, di permettere la produzione delle primizie o più semplicemente di proteggere le piante in produzione dai rischi meteorici.

Oggi il panorama orticolo è radicalmente mutato ed i mercati sono sempre più competitivi ed esigenti: la scelta dei mezzi e dei materiali di protezione ad alto contenuto tecnologico è diventata un obbligo al quale l'imprenditore orticolo vincente non può più sottrarsi.

La focalizzazione dei motivi di scelta si basa su priorità basilari: agronomiche, strutturali, di riduzione dell'impatto ambientale. Non si può più prescindere dal giusto compromesso fra: qualità della luce, resistenza meccanica e rispetto dell'ambiente.

E' proprio in questa direzione che negli ultimi anni il gruppo Arrigoni ha indirizzato molta della sua ricerca, perseguendo l'obiettivo di ottenere un tessuto che coniugasse, senza compromessi, una giusta qualità della luce, un'elevata protezione agli agenti meteorici, ad ottime caratteristiche meccaniche che riducessero le problematiche di lacerazione e di durata nel tempo.

Tutto questo si può riassumere e amplificare nelle caratteristiche del nuovo Arricover che riassume con successo quanto fino ad oggi ricercato: resistenza meccanicaqualità della lucetraspirazioneriduzione impatto ambientale.

Alcuni esempi d'impiego:

Ortaggi da foglia – ottimi risultati su radicchi lattughe e cicorie, sia in serre fredde che nel pieno campo, anche in tarda primavera ed estate.

Periodo d'impiego: da fine ottobre a fine agosto.


Nella foto radicchio protetto da Arricover.


Arricover in serra su insalate

Porri e cipolle - ottimi risultati di protezione dalle gelate, rapido sghiacciamento e mantenimento di un microclima al giusto grado di umidità.

Periodo d'impiego: a seconda delle aree geografiche.


Arricover in pieno campo su porri

Meloni e Angurie - ottimi risultati su tunnellino, sia in serra che nel pieno campo, ottima luminosità e l'alta traspirazione limita gli attacchi di funghi e muffe.

Periodo d'impiego: da inizio marzo a settembre.


Arricover in tunnellino su anguria


Arricover in serra su melone

Riepilogo punti di forza Arricover:

1) Velocità di posa in opera con notevole riduzione delle ore/operatore/ha
2) Economicità dovuta al riutilizzo per molte stagioni
3) Facilità di smaltimento/riciclo
4) Eliminazione delle rotture/scoperture dovute ad eventi meteorici avversi
5) Miglioramento della traspirazione del sistema, ambiente meno umido con maggiore sanità della pianta
6) Basso grado d'ombreggio con ottima permeabilità alla luce (passaggio luce pari a 88 % della radiazione totale)
7) Rispetto della radiazione solare nel campo del visibile (PAR)
8) Leggera diffusione della luce a vantaggio dell'efficienza fotosintetica

Resta da aggiungere che Arricover, progettato e realizzato partendo da un'attenta selezione fra polimeri poliolefinici, può essere tranquillamente destinato, a fine utilizzo, al riciclo e non alla discarica, con evidenti vantaggi ambientali ed economici.

Oggi dopo diverse stagioni di sperimentazione il gruppo Arrigoni ed il suo staff tecnico, sono particolarmente orgogliosi di poter proporre una soluzione così "semplice" nella sua modernità.

Il nostro Agronomo, il Dr. Giuseppe Netti (vedi contatti qui sotto), è a Vostra disposizione per ogni eventuale ulteriore informazione Vi possa necessitare.

Contatti:
Arrigoni
Giuseppe Netti – Agronomo
Tel.: (+39) 031 803200
Email: giuseppe.netti@arrigoni.it
Web: www.arrigoni.it

Data di pubblicazione: 08/05/2015



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 Pomodoro da industria: come ridurre lo scarto e aumentare il grado Brix
31/07/2018 Il settore ortofrutticolo potrebbe essere un po' piu' orgoglioso
31/07/2018 Unione europea: eccedenza commerciale nel settore agroalimentare a livelli record
31/07/2018 Buone vacanze a tutti! L'edizione italiana di FreshPlaza torna a fine mese!
31/07/2018 Focus IV gamma: i vantaggi dello schermo riflettente Lumigrey®
31/07/2018 Cimice asiatica, un problema che sta esplodendo
31/07/2018 Aeroclean della Isolcell: la conservabilita' dell'ortofrutta risulta maggiore
30/07/2018 Morto l'ex amministratore delegato Marius de Groot di De Groot Fresh Group
30/07/2018 Nuova Zelanda: al settore kiwi manca l'accuratezza dei dati
27/07/2018 Dubai: tre tonnellate di verdura al giorno nel piu' grande orto verticale del mondo
27/07/2018 I cluster di alimentazione e salute uniscono le forze
27/07/2018 Caporalato, in Emilia-Romagna 20 per cento dei lavoratori stagionali sottopagato
26/07/2018 Editing genetico, sentenza Ue: cosi' si abbatte la competitivita' dell'agricoltura italiana ed europea
26/07/2018 Germania: cresce ancora la fiducia dei consumatori
26/07/2018 Imballaggio top-seal piu' sostenibile
26/07/2018 Mutagenesi e Ogm: la Corte di Giustizia UE delude le aspettative
26/07/2018 Bandiere del gusto: la Calabria e i suoi frutti
26/07/2018 La riforma del diritto dei marchi dell'Unione Europea: brand e rappresentazione
26/07/2018 Salvo Laudani lascia la presidenza di Fruitimprese Sicilia
25/07/2018 Frutta estiva: pratiche commerciali sleali lungo la filiera provocano situazioni di crisi diffuse

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*