Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Il cavolo verza e' un toccasana per le vie respiratorie e la pelle

Le verdure del genere brassica, come cavoli e cavoletti in tutte le loro varianti, i broccoli e così via, sono conosciute da millenni per le loro proprietà benefiche, oltre che culinarie. Oggi anche la scienza conferma che mangiare questo genere di verdure fa bene. Tra i tanti, Giovanni D'Agata, dello sportello dei diritti, ricorda il cavolo verza (Brassica oleracea var. sabauda L.), o più semplicemente verza o cavolo di Milano.

E' una pianta biennale che si racchiude "a palla" nel momento della maturazione. La verza è un ortaggio ormai conosciuto e diffuso in molte zone d'Italia. Se da un lato è un ingrediente noto in cucina, è probabile che tuttavia non tutti sappiano che si tratta di un alimento molto prezioso per la nostra salute. Tra le tante proprietà ricordiamo gli effetti diuretici, depurativi e nutritivi che svolgono un ruolo fondamentale per il nostro organismo e il suo benessere.

Fonte inesauribile di sali minerali e vitamine, si comporta come un efficace ricostituente per il nostro organismo. Stimola e rafforza in modo naturale anche il sistema immunitario, difendendoci dagli attacchi di virus e altri patogeni tipici del periodo invernale. Per questo motivo, la verza dovrebbe essere consumata proprio nei periodi in cui si soffre maggiormente di patologie dell'apparato respiratorio come bronchiti, tosse, raffreddori, influenza, la anche allergie e asma. E' altresì benefica nel caso di malattie dell'apparato digerente, grazie alla sua ricchezza in folato.

Avete fatto cuocere il cavolo? Bene, non buttate via l'acqua perché questo "decotto" è benefico per la pelle. L'acqua che rimane dalla cottura è infatti ritenuta avere proprietà analgesiche e antinfiammatorie a tutto beneficio della pelle. Questa sorte di decotto è l'ideale per lenire infiammazioni cutanee e anche per far riassorbire i brufoli.

In molti ritengono che il cavolo abbia proprietà benefiche anche per l'apparato cardiovascolare. Per esempio, l'elevata presenza di vitamina K rende la verza un alimento utile nel trattamento dell'aterosclerosi e della pressione arteriosa alta o ipertensione. In sostanza, conclude D'Agata, la verza si presenta come un alimento dalle mille virtù, tutte da scoprire e sfruttare.

Fonte: https://www.diariodelweb.it/

Data di pubblicazione: 21/11/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 Prosciutto e melone, un abbinamento fin dai tempi di Ippocrate
30/07/2018 I frutti di bosco riducono la mortalita' per malattie cardiovascolari del 40%
30/07/2018 Focolaio plurinazionale di Salmonella Agona: probabile legame con prodotti ready-to-eat contenenti cetrioli
27/07/2018 Consumare molta frutta e verdura potrebbe ridurre il rischio di cancro al seno
27/07/2018 IV gamma e sostanza organica: tutto si basa sul principio di precauzione
26/07/2018 Malattie cardiache: mangiare lamponi riduce il rischio
25/07/2018 I risultati del sondaggio Adiconsum 'E tu... cosa mangi?' rivolto ai ragazzi dai 14 ai 19 anni
25/07/2018 Stop alla sostanza organica: produttori di quarta gamma in difficolta'
24/07/2018 Gli uomini sono piu' attenti delle donne a quello che si mangia a tavola
24/07/2018 Bergamotto: dieci propirieta' curative del frutto
23/07/2018 Il potenziale allergenico delle fragole e dei pomodori dipende dalla varieta'
23/07/2018 Possibili restrizioni all'uso dei fitosanitari a base di sali di rame nella UE
23/07/2018 Stati Uniti, insalate di McDonald's contaminate: decine di casi di ciclosporiasi
20/07/2018 Distrutto carico di aglio cinese: violava gli standard di qualita'
19/07/2018 Il succo di mirtillo favorisce il drenaggio dei liquidi
18/07/2018 Greenyard si difende dalle accuse dopo la contaminazione da Listeria
18/07/2018 Sistema comunitario di allerta: 18 notifiche ortofrutticole nelle ultime due settimane
17/07/2018 Cloropicrina: oltre alla deroga serve piu' ricerca
17/07/2018 Questione cloropicrina: a rischio la fragolicoltura italiana senza deroga all'uso
16/07/2018 Osservatorio Grana Padano: poca verdura e pesce per quattro italiani su dieci

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*