Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Frutta nelle scuole: albicocche spagnole in Romagna e i genitori protestano

A tutto c'è una spiegazione, anche se talvolta non è semplice comprenderla. Anche se a volte è illogica. Anche se a volte ha davvero poco senso. Stiamo parlando del progetto Frutta nelle scuole, partito con un fortissimo ritardo e che ora cerca di riguadagnare il tempo perduto. E, si sa, la fretta difficilmente porta a buoni risultati. Ne avevamo accennato anche su queste colonne (cfr. FreshPlaza dell'8 marzo 2017) auspicando che si puntasse sulla qualità.


Le albicocche spagnole date ai bambini di Montiano, zona a forte vocazione nella produzione di albicocche

Ieri, giovedì 25 maggio 2017, un genitore di un bambino di Montiano (Forlì-Cesena) si è fatto sentire perché il figlio ha portato a casa una confezione di albicocche. Gabriele Borghetti si è scandalizzato perché i finanziamenti europei e del Ministero per le Politiche agricole sono serviti a pagare albicocche spagnole.

"Mi pare davvero un paradosso - ha detto Borghetti - che i nostri figli, che abitano in un paese collinare e vanno a scuola a piedi passando fra grandi impianti di albicocche, debbano mangiare frutti spagnoli. Si parla tanto di freschezza, di tipicità, di qualità, e ai nostri bambini vengono date albicocche confezionate 7 giorni prima, quindi raccolte almeno 8-9 giorni fa".

E' da supporre che questa confezione di albicocche spagnole non sia un caso isolato, ma faccia parte di un lotto di fornitura ben più ampio. Abbiamo chiesto spiegazioni all'aggiudicatario del lotto, vale a dire la Op Kiwisole della provincia di Roma.

Pier Giorgio Rondoni, referente amministrativo, con molta disponibilità ci ha spiegato che "purtroppo i tempi stretti, a causa della burocrazia e delle assegnazioni, ci stanno costringendo ad azioni affrettate che, non sempre, portano ai risultati che vorremmo. Come in questo caso. Premesso che non è detto che le albicocche spagnole siano peggiori di quelle italiane, anche io, come genitore, ancor prima che come membro amministrativo di una Op, preferirei solo prodotto italiano. Ma, nell'organizzare milioni di confezioni (36 milioni in totale, cfr. FreshPlaza del 14 aprile 2017) capita che l'unico fornitore in grado di garantire in tempi rapidi volumi simili sia estero".

Di certo, rimane l'amaro in bocca e, secondo il genitore, non solo in senso metaforico. "Sono albicocche piccole, brutte e appassite. I bambini non sono di certo invogliati a mangiarle. Una politica simile porta ad allontanare i ragazzini dalla frutta, non ad avvicinarli".

Data di pubblicazione: 26/05/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

15/12/2017 Mercato delle uve eccellente in Europa, se solo le uve sudafricane riuscissero ad arrivarci
15/12/2017 Cina: la fornitura di mele rosse non soddisfa la domanda
15/12/2017 Il marchio di mele KIKU si afferma sul mercato greco
15/12/2017 Annata di raccolta magra per il Pistacchio di Bronte DOP
15/12/2017 Favorevole evoluzione per le mele, generale stabilita' per pere e kiwi
15/12/2017 Si parla della Cina come del santo graal per chiunque abbia problemi di sovraofferta
15/12/2017 Zespri: i kiwi italiani alla conquista della stagione
14/12/2017 Marocco: l'areale delle fragole cresce da 10 a 3.660 ettari in 27 anni
14/12/2017 Melone Kiwano, qualcosa di speciale
14/12/2017 La Grecia contribuisce alle importazioni di pesche in Ucraina
14/12/2017 La Turchia non influenza i prezzi delle nocciole dell'Azerbaigian
14/12/2017 Una nuova mela gialla che viene dal Giappone
14/12/2017 L'avocado mini ha un'aria molto piu' festiva durante il periodo natalizio
13/12/2017 Liguria: presentato il marchio Nocciole Misto Chiavari
13/12/2017 Assomela: produzione di mele e situazione di mercato per la stagione 2017/2018
13/12/2017 Il clima riduce i volumi di litchi proveniente dal Sudafrica
13/12/2017 Aumentano i volumi di mela KORU in entrambi gli emisferi
12/12/2017 Confagricoltura Toscana: a rischio il 50% della produzione di ortofrutta
12/12/2017 India: i cicloni nella zona occidentale stanno devastando la produzione di uve di questa stagione
12/12/2017 La California continua a bruciare, distrutta gran parte del raccolto di avocado

 

Commenti:


si tratta sicuramente di speculazione che danneggia l'avvicinare dei gionavi al consumo della frutta
le albicocche spagnole ipertrattate per la prematurazione questo anno non hanno mercato e costano pochissime perche non hanno gusto e zucchero , il sistema della frutta nelle scuole al massimo ribasso da questi risultati e cioe cercare il prezzo piu basso senza tener conto della qualita globale dei prodotti assortiti a danno dei piu deboli e cioe i bimbi, i nostri figli.........il sistema attuale della frutta delle scuole fatto da speculazione e no da promozione allontana i giovani dalla frutta e danneggi ail sistema di qualita tipico della produzione italiana , va ambiato urgentemente altrimenti fa solo danno
grazie
angelo antresini, Rutigliano, italia (email) - 27/05/2017 11:37:22


Anche nella scuola di mia figlia è la stessa cosa. Contributi europei = frutta europea.
Andrea GALLI, minerbio, BO - 26/05/2017 17:53:59


Ma vi siete chiesti il perché ? Forse dietro vi è solamente una pura questione economica di convenienza sul prezzo ! Chi si aggiudica il bando è quello che ha fatto l'offerta più bassa e quindi dovrà cercare di acquistare il prodotto ad un prezzo più basso possibile per guadagnare. Ecco questo è il vero motivo e sbagliato è fare l'assegnazione di queste commesse al miglior offerente a discapito della qualità soprattutto nelle scuole.
walter ghetti, Faenza, Italia (email) - 26/05/2017 17:52:58


Sta cazzi i Spagna,sta rompendo i co.....ni;e va bene esportare in Francia per es.l'ho constatato con i miei occhi,ma farci concorrenza sulla GDO Italiana,mi sembra troppo;invito i genitori a comprare frutta Mady in Italy e se posso dare un consiglio firmata Gallo che produce e lavora albicocche nella grande Pianura di Sibari.
Leonardo Cimino, Corigliano Calabro 87064, Italia (email) - 26/05/2017 07:35:12


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*