Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Spagna, Murcia: ripresa per la produzione di drupacee di questa campagna

La regione spagnola di Murcia resta al secondo posto come maggiore esportatore di drupacee del paese, con un totale di 183.094 ton prodotte nel 2016, vale a dire il 47% della produzione totale.

Nel 2016, la produzione di drupacee della regione è stata di 396.668 ton. Di questo volume, il 54% corrispondeva a pesche e pesche tabacchiere, il 17% a nettarine e platerine, il 23% ad albicocche, il 5% a susine e poco meno dell'1% a ciliegie. Raccolta, trasformazione e distribuzione hanno coinvolto circa 20mila persone.

Per quanto riguarda la superficie coltivata, per la produzione di drupacee vengono utilizzati circa 25mila ettari, prevalentemente sotto irrigazione. Di questa superficie, 9.827 ettari sono dedicati alla produzione di pesche e pesche tabacchiere, 8.927 ettari a quella di albicocche, 4.714 ettari a quella di nettarine e platerine, 928 ettari a quella di susine e 330 ettari a quella di ciliegie.

Nella campagna 2016 la produzione totale di drupacee diminuì di circa 100mila ton rispetto all'anno precedente, prevalentemente a causa delle gelate registrate a febbraio, che hanno avuto un impatto su pesche e nettarine extra-precoci. Si sono verificate perdite tra il 35 e 40% in questi gruppi varietali.

Per albicocche, susine e ciliegie la causa principale delle rese inferiori fu invece la mancanza di ore di freddo che ha influenzato molte varietà, con fioriture e allegazioni molto irregolari.

Quest'anno, secondo le autorità, è prevista: "Una campagna eccezionale in termini di resa e qualità della frutta. Sono state registrate molte ore di freddo in tutte le zone, da quelle più precoci a quelle più tardive. Inoltre, le piogge registrate a dicembre e gennaio sono state benefiche e hanno permesso agli alberi di uscire dalla dormienza invernale con vigore e questo si traduce in fioritura e allegagione uniformi, qualcosa che si sta già riflettendo nelle varietà extra-precoci e precoci.

Fonte: murciaeconomia.com

Data di pubblicazione: 20/03/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

18/10/2017 Cina: le mele Huaniu guardano al mercato europeo
18/10/2017 Coldiretti Liguria: il cinipide del castagno e' stato debellato
18/10/2017 Piemonte: la Regione valuta un piano di risarcimento per la moria dei kiwi
18/10/2017 Spagna: la produzione di cachi sara' inferiore del 20%
18/10/2017 Gli esportatori greci di pesche sono stati i piu' colpiti dall'embargo russo
18/10/2017 Costa Rica: ananas, la nuova sfida e' la Cina
18/10/2017 Spagna: spedizioni di cachi raddoppiate, consumo in continua crescita
18/10/2017 Belgio: aumentano le esportazioni di pere in Estonia e Lituania
17/10/2017 La quota di mercato di UVASYS e' cresciuta insieme alla produzione di uva da tavola
17/10/2017 Brasile: la produzione di angurie aumenta rapidamente
17/10/2017 Una buona stagione per i mirtilli
17/10/2017 USA: -18% per i prezzi delle nocciole dell'Oregon, dopo un raccolto turco record
17/10/2017 Coldiretti Emilia-Romagna: produzione di castagne in calo del 50%
17/10/2017 Pomel prova a sondare i mercati esteri con il melograno biologico
16/10/2017 La Pera Igp dell'Emilia Romagna rinnova il disciplinare
16/10/2017 Nasce il progetto In-Noce: riunisce undici aziende agricole di Emilia-Romagna e Marche
16/10/2017 Germania: il numero delle varieta' di mele continua ad aumentare
16/10/2017 Polonia: esportazioni di mele aumentate dell'11% nella campagna 2016/17
16/10/2017 La ricetta della ditta commerciale Forcina Antonio: selezionare solo la frutta migliore
16/10/2017 Gli esportatori egiziani stabiliscono i requisiti di sviluppo per l'esportazione dell’uva

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*