Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Spagna, Murcia: ripresa per la produzione di drupacee di questa campagna

La regione spagnola di Murcia resta al secondo posto come maggiore esportatore di drupacee del paese, con un totale di 183.094 ton prodotte nel 2016, vale a dire il 47% della produzione totale.

Nel 2016, la produzione di drupacee della regione è stata di 396.668 ton. Di questo volume, il 54% corrispondeva a pesche e pesche tabacchiere, il 17% a nettarine e platerine, il 23% ad albicocche, il 5% a susine e poco meno dell'1% a ciliegie. Raccolta, trasformazione e distribuzione hanno coinvolto circa 20mila persone.

Per quanto riguarda la superficie coltivata, per la produzione di drupacee vengono utilizzati circa 25mila ettari, prevalentemente sotto irrigazione. Di questa superficie, 9.827 ettari sono dedicati alla produzione di pesche e pesche tabacchiere, 8.927 ettari a quella di albicocche, 4.714 ettari a quella di nettarine e platerine, 928 ettari a quella di susine e 330 ettari a quella di ciliegie.

Nella campagna 2016 la produzione totale di drupacee diminuì di circa 100mila ton rispetto all'anno precedente, prevalentemente a causa delle gelate registrate a febbraio, che hanno avuto un impatto su pesche e nettarine extra-precoci. Si sono verificate perdite tra il 35 e 40% in questi gruppi varietali.

Per albicocche, susine e ciliegie la causa principale delle rese inferiori fu invece la mancanza di ore di freddo che ha influenzato molte varietà, con fioriture e allegazioni molto irregolari.

Quest'anno, secondo le autorità, è prevista: "Una campagna eccezionale in termini di resa e qualità della frutta. Sono state registrate molte ore di freddo in tutte le zone, da quelle più precoci a quelle più tardive. Inoltre, le piogge registrate a dicembre e gennaio sono state benefiche e hanno permesso agli alberi di uscire dalla dormienza invernale con vigore e questo si traduce in fioritura e allegagione uniformi, qualcosa che si sta già riflettendo nelle varietà extra-precoci e precoci.

Fonte: murciaeconomia.com

Data di pubblicazione: 20/03/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

29/03/2017 Recrudescenza della batteriosi dell'actinidia in tutta Italia
29/03/2017 Il meteo favorisce la produzione greca di fragole
29/03/2017 Francia: informazioni extra sulle etichette dei prodotti Rougeline
29/03/2017 Meno domanda ma qualita' ottima per le fragole del Marocco
29/03/2017 HillFresh: forniture ridotte sul mercato dell'ananas
29/03/2017 Temperature leggermente sottozero. Emilia Romagna col fiato sospeso
29/03/2017 Duro o pronto al consumo: l'eterno dilemma dell'avocado
29/03/2017 In diretta dal campo: Bayer Crop Science parla di monilia delle drupacee con tecnici e produttori
29/03/2017 Molto soddisfacente il mercato degli avocado verdi
29/03/2017 The Greenery stila il bilancio della campagna commerciale della pera Sweet Sensation
29/03/2017 Melinda: il cambiamento essenziale del mondo riparte dalla terra
29/03/2017 Tribunale israeliano al fianco di Sun World in un caso di violazione sull'uva
28/03/2017 Riparte con la fragola il Progetto Ortofrutta d'Italia di CSO Italy
28/03/2017 Rucaray (Cile): quasi 500 tonnellate di uve Autumn Royal quest'anno
28/03/2017 Usa: mele Autumn Glory ® esaurite con mesi di anticipo
28/03/2017 Angeleno al bivio: o si torna alla qualita', o la susina perde valore
28/03/2017 I vigneti certificati Uvitaly - APOC sono in fase di ripresa vegetativa
28/03/2017 L'introduzione di una nuova varieta' deve avvenire in un contesto di viticoltura razionale e moderna
28/03/2017 Con una varieta' libera si e' molto piu' soggetti agli alti e bassi del mercato
27/03/2017 Flavia e Flaminia, due fragole adatte al sud d'Italia, Spagna e nord d'Africa

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*