Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Varie le ipotesi sul perche'

Forte aumento dei prezzi di patate e cipolle in Turchia

Il mercato turco ha registrato un aumento significativo dei prezzi di patate e cipolle, due prodotti base sulle tavole locali. Naturalmente i consumatori non sono contenti di questa situazione e sono state fatte molte ipotesi per capire perché si sia verificato tale forte rincaro.

Il ministro dell'Agricoltura turco Ahmet Esref Fakibaba ha dichiarato: "In Turchia abbiamo una sufficiente produzione di patate che annualmente raggiungei 5 milioni di tonnellate circa e il nostro consumo è di 4,5-4,7 milioni, quindi ogni anno esportiamo 300mila ton di prodotto. Tuttavia abbiamo riscontrato alcune carenze nel mercato per via delle condizioni climatiche che, in alcune aree di produzione, hanno causato ritardi nei raccolti. Alcuni intermediari hanno sfruttato questa situazione per stoccare i prodotti e accentuare un'offerta insufficiente sul mercato, al fine di gonfiare i prezzi. Ora siamo intervenuti e le quotazioni stanno iniziando a scendere. Prenderemo le misure necessarie per fermare questo tipo di azioni da parte degli intermediari. I prezzi al dettaglio sono saliti a 1,5 dollari/kg, mentre normalmente sarebbero state la metà. Ora stanno lentamente scendendo".

"I nostri coltivatori non devono preoccuparsi delle importazioni di patate. E' stata un'eccezione per determinare un calo dei prezzi nel mercato, in modo che i nostri cittadini non subissero simili prezzi elevati. Le importazioni non continueranno" ha dichiarato Fakibaba. "Sono stato ministro per un anno e ho imparato come funziona il settore agricolo e dove abbiamo dei problemi: un anno il coltivatore non riesce a vendere nessun prodotto, e così smette di coltivare o riduce la sua produzione o coltiva altro. E poi la conseguenza è che, l'anno dopo, si ha una carenza nella fornitura sul mercato e i prezzi salgono. Ecco perché, come ministero, vogliamo mettere in atto alcune misure di garanzia sui prezzi per assicurarci che i nostri coltivatori continuino ogni anno a coltivare i loro prodotti".

Il governo ha importato circa 4.000 ton di patate dalla Siria e ha fatto scendere i prezzi al dettaglio, da 1,5 dollari al kg a 0,75 dollari al kg. Tuttavia, nonostante la dichiarazione del Ministro in merito al fatto che queste importazioni si verifichino in via eccezionale, diverse organizzazioni di settore sono ancora scettiche a riguardo. Non solo, temono le importazioni dalla Siria, dove è in corso da molti anni una guerra civile e sono state usate molte armi chimiche su quei territori. Le organizzazioni hanno evidenziato rischi significativi per la sicurezza alimentare, riguardo a tali importazioni, e si chiedono se siano stati applicati i test di sicurezza per garantire il loro benessere. Si stanno anche domandando perché la Siria sia stata selezionata come Paese di importazione, quando ci sono molte altre origini disponibili.

Okan Gaytancioglu, un senatore all'opposizione, ha accusato i membri del partito di governo, sostenendo che le patate importate dalla Siria erano in realtà patate coltivate in Turchia e inviate in Siria per essere immagazzinate e ora importate nel Paese per creare profitti non equi.

Tuttavia, l'Agricultural Credits Cooperatives Association turca ha fortemente respinto le accuse, affermando che le patate sono state coltivate in Siria e sono state importate per risolvere il problema della carenza di offerta nel mercato. Per quanto riguarda la produzione, il raccolto di patate e cipolle è iniziato in varie regioni, il che dovrebbe normalizzare le condizioni del mercato, senza la necessità di importare tuberi.



Il distretto Sandikli di Afyon, situato nella Turchia occidentale, è una delle principali regioni turche di produzione di patate e, di recente, i coltivatori hanno iniziato la raccolta. Il prezzo al produttore varia tra 0,20 e 0,35 dollari/kg, a seconda delle dimensioni, e la raccolta dovrebbe proseguire per altri 4 mesi. I coltivatori aggiungono che 0,30 dollari è un prezzo accettabile, per loro; il fatto che i prezzi aumentino troppo fino ai clienti finali, non è colpa del coltivatore, i cui profitti risultano marginali. In quell'area, i produttori ricavano circa 3,5 ton di patate ogni 1.000 metri quadri.

La raccolta delle patate è iniziata anche nel distretto Inegol di Bursa, situato nella Turchia nord-occidentale. Attualmente ci sono 9,2 milioni di mq di area di produzione di tuberi a Inegol e l'aspettativa è di circa 40.000 tonnellate. Il prezzo al produttore è di circa 0,45 dollari/kg.

Parlando dell'attuale mercato e della produzione di patate e cipolle, il presidente della Camera di associazione agricola, Semsi Bayraktar ha detto: "In questa stagione, l'offerta di patate proviene da Adana (5%), Hatay (3,1%) e Izmir (8,3%). Pertanto, in questo periodo arriva da sole tre aree e, a causa di fitopatie ad Hatay e del calo dell'areale a Izmir, abbiamo riscontrato una carenza nell'offerta e un aumento dei prezzi sul mercato. Le patate vengono acquistate al produttore a circa 0,4 dollari. I produttori sono sottoposti a forti pressioni da parte dei grossisti per ridurre i prezzi, ma dobbiamo proteggere i loro interessi e garantirne la redditività, così continueranno a crescere e non dovremo ricorrere in futuro a prodotti d'importazione".

Tuttavia, nonostante l'ottimismo sull'imminente raccolto, ci sono alcune notizie scoraggianti provenienti da Afyon, un'importante areale dedicato a patate. A causa delle forti piogge, l'oidio si è diffuso nella regione. La malattia causerà gravi perdite produttive e potrebbe portare alcuni coltivatori a chiudere la stagione con significativi danni economici.

D'altro canto, anche i prezzi delle cipolle dovrebbero diminuire abbastanza velocemente, dopo che hanno raggiunto un picco di 1,5-1,8 dollari/kg. La raccolta inizierà ad Amasya, Eskisehir e Polatli, nel centro e nel nord della Turchia. Circa 100mila ton di cipolle vengono coltivate ogni anno a Eskisehir e i coltivatori si preparano a iniziare il raccolto; i prezzi dovrebbero calare del 50%.

I coltivatori di cipolle contestano pesantemente le affermazioni secondo cui stavano immagazzinando i loro prodotti per aumentarne i prezzi, poiché sostengono che le cipolle dei periodi estivi hanno una conservabilità molto breve e non possono essere immagazzinate. Il prezzo al produttore dovrebbe essere di circa 0,35 dollari/kg e al dettaglio di circa 0,7 dollari/kg.

Amasya, una città situata nel nord della Turchia, è la seconda per produzione di cipolle, con circa 270mila ton nel 2017, circa il 12% della produzione annuale turca del prodotto, che nel 2017 era di circa 2,1 milioni di ton. Tuttavia, nel 2018, a causa di grandinate e forti piogge, si prevede una riduzione del 20% della produzione di cipolla di Amasya, dove la resa scenderà a 257.880 ton.

In Turchia, un'altra area di produzione di cipolle è il distretto Karacabey di Bursa, dove la raccolta è appena iniziata. L'anno scorso si contavano circa 5,5 milioni di mq, mentre quest'anno la cifra è aumentata a 6,5 milioni. I coltivatori prevedono una resa da 4 a 5 tonnellate di cipolle per 900 mq in questa stagione. Il volume totale di produzione previsto nell'area è di circa 40.000 tonnellate.

Fonte: ekonomi.haber7.com

Data di pubblicazione: 31/07/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 Novelle Selenella: un'altra campagna da record
31/07/2018 Toscana: un disciplinare per cipolle e patate del Monte Amiata
30/07/2018 La Patata di Campo Romagnoli arriva nella Capitale
30/07/2018 Russia: le cipolle di qualita' diventano piu' costose
27/07/2018 Bilancio 2017 positivo per Romagnoli F.lli: al via progetto sostenibile insieme a Legambiente
26/07/2018 Comincia la nuova stagione delle patate dolci egiziane
25/07/2018 Momento d'oro per le cipolle
25/07/2018 Patate novelle: grande offerta e scarsa richiesta portano a una flessione dei prezzi
24/07/2018 CePa: patate, primo prezzo di apertura del conto deposito considerato soddisfacente
24/07/2018 Scozia: agricoltura di precisione contro la siccita' nei campi di patate
23/07/2018 Nuova energia alla comunicazione della patata Iodi' Pizzoli con il nuotatore Marco Orsi
23/07/2018 Nuova Zelanda: nei consumi interni di alimenti vegetali prevalgono le patate
20/07/2018 La leggenda del cuoco che invento' le chips
19/07/2018 Belgio: mercato solido per la varieta' Fontane e per quelle da industria
18/07/2018 Friuli: la patata di Ovoledo pensa all'IGP
18/07/2018 Patfrut sta per acquisire il ramo d'azienda del Cesac
17/07/2018 Tropea: minore produzione di cipolla per meteo e mareggiate
17/07/2018 Le patate amano la notte. Guarda i video!
16/07/2018 Scavare le patate di notte per migliorare la qualita'. Guarda le foto!
16/07/2018 Produzione in calo e prezzi in rialzo per le patate

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*