Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Strategia di lotta biologica per salvare i raccolti di ciliege

Lancio di Trichopria drosophilae, parassitoide di Drosophila suzukii

C'è grande speranza in questo insetto utile: parliamo di Trichopria drosophilae, parassitoride del moscerino Drosophila suzukii. Loris Babbini direttore di Aproccc, Associazione produttori ciliegie delle colline cesenati, ha effettuato alcuni giorni fa il lancio del parassitoide, nella speranza di contenere il moscerino e prevenire l'infestazione.

"Ho effettuato il lancio alcuni giorni fa – ha detto Babbini – e ripongo molta speranza in questo parassitoide. L'ho acquistato al Consorzio Agrario Adriatico e so che è una produzione di Bioplanet. Ogni confezione contiene circa 500 esemplari fra adulti e pupe. In media, per una buona copertura mi è stato riferito che servono 8 flaconi a ettaro".

Abbiamo chiesto un approfondimento a Stefano Foschi di Bioplanet, la biofabbrica di insetti. "Trichopria drosophilae è già in commercio (cfr. FreshPlaza del 17/05/2017) e la sperimentazione è iniziata da qualche anno. Abbiamo risultati molto incoraggianti, ma non definitivi. Più che parlare di dosi a ettaro, parlerei di copertura nel frutteto. E' molto importante capire dove si trovano gli inoculi che, a volte, sono ai margini dei ceraseti. Penso, in collina, a boschetti, macchie, alberi di ciliegio abbandonati. Bastano due o tre piante abbandonate per dare vita a milioni di individui di Drosophila".

Non è possibile sapere se il parassitoide avrà azione risolutiva, di certo le prospettive sono importanti e si tratta di una opportunità che, in concerto con altre fra cui accortezze agronomiche, può contribuire ad abbattere la popolazione del moscerino asiatico.



"Ricordo agli agricoltori – dice Foschi – che Drosophila si riproduce anche nei frutti caduti a terra. Sarebbe buona pratica eliminarli, togliendoli dai frutteti. Trichopria drosophilae parassitizza le pupe, quindi il suo lancio va pensato come azione preventiva, non curativa. Chi lancia ora l'insetto utile, lo fa in prospettiva di preservare varietà tardive".

Ma per avere risultati certi occorrerebbe un'azione di lancio e monitoraggio coordinato, cosa che non può essere lasciata alla buona volontà degli agricoltori. Alcune Regioni, come il Veneto, hanno stanziato fondi per la ricerca e lo studio. Altre stanno ancora alla finestra, ma sarebbe indispensabile una maggiore sensibilità da parte degli enti pubblici allo scopo di debellare l'insetto dannoso.

Contatti:
Bioplanet

Via Masiera I, n° 1195
47522 Cesena
Email: info@bioplanet.it
Web: www.bioplanet.it

Data di pubblicazione: 18/05/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

23/04/2018 Le uve con semi sono ancora popolari tra i consumatori dell'Europa dell'Est
23/04/2018 Nocciolo: successo del convegno a Cherasco (CN) sugli aspetti fondamentali della coltivazione
23/04/2018 Kiwi australiano Hayward per il mercato europeo
23/04/2018 La fragola di Marsala rivisitata come prodotto di nicchia
23/04/2018 La mela Golden Fuji e' diventata la prima scelta tra i consumatori cinesi
23/04/2018 Francia: previsto un nuovo raccolto di mele buono ma non straordinario
20/04/2018 Le Canarie promuovono la coltivazione del frutto della passione
20/04/2018 USA: domanda stabile per i kiwi almeno fino alla chiusura delle scuole
20/04/2018 Guatemala: la stagione del rambutan mostra una crescita notevole
20/04/2018 Gli ananas ecuadoriani di varieta' MD2 sono arrivati in Spagna
20/04/2018 Finalmente un mercato stabile per l'avocado, anche grazie alle promozioni al dettaglio
20/04/2018 Cina: le ciliegie sotto serra hanno una marcia in piu'
20/04/2018 èSquisita! si presenta alla Milano Design Week 2018
20/04/2018 Polonia: aiuto per ritirare mele, pere, susine e pesche dal mercato
19/04/2018 Offerta continuativa di Noci Pecan Italia grazie all'azienda Sirgole
19/04/2018 Le prime pesche spagnole arrivano con un po' di ritardo
19/04/2018 Ciliegie sotto serra al nord, raccolta imminente
19/04/2018 Ispica: si spera nella campagna delle angurie
19/04/2018 Questa stagione e' stata spettacolare per i produttori di kiwi greci
19/04/2018 Cinque trucchi per far maturare l'avocado

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*