Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Il freddo e' un buon rimedio contro insetti dannosi tipo Drosophila e mosca della frutta

Non tutto il freddo viene per nuocere. Le basse temperature delle notti scorse, fino a -10 °C in tante zone produttive in tutta la penisola italiana, hanno l'aspetto positivo di riequilibrare le popolazioni di insetti. Se da un lato possono esserci piccole perdite di prodotto negli ortaggi invernali a causa del gelo, dall'altro la natura fa il suo corso, come conferma Stefano Bariselli del Servizio fitosanitario dell'Emilia Romagna, sede centrale di Bologna.

 

"Negli ultimi anni - esordisce l'esperto - abbiamo avuto inverni miti, con poche ore di temperature al di sotto dello zero. E questo ha contribuito alla proliferazione di insetti dannosi alle culture. Si tratta, per lo più, di specie importate da zone tropicali, che si sono adattate al nostro clima, sempre meno freddo. Quest'anno, per fortuna, le temperature sono più consone a un inverno del Centro-Nord d'Italia. Dati alla mano, specie come la Drosophila suzukii e le mosche della frutta dovrebbero soffrire parecchio".



Non ci sarà l'abbattimento totale delle popolazioni, ovviamente, cosa impossibile in ogni modo, ma si dovrebbe partire con una popolazione più ridotta. E non è cosa da poco. Anche le cimici dovrebbero subire conseguenze, ma Bariselli smorza gli entusiasmi. "La tanto temuta cimice asiatica sverna al riparo, in anfratti coperti e quindi resiste meglio alle basse temperature, a differenza delle normali cimici verdi che svernano all'aperto. Ad ogni modo, -10°C rappresentano un muro importante alla moltiplicazione della Halyomorpha halys, la cimice asiatica originaria dell'est, probabilmente Cina. Abbiamo sempre sostenuto che l'inverno mite è un vantaggio per questi insetti: nel 2017 avremo la prova del 9".



Un servizio molto esaustivo su questa specie aliena è stato pubblicato su queste colonne nei mesi scorsi (cfr. FreshPlaza del 22/09/2016).

Poi vi è tutto il capitolo delle varietà di fragole ad alto fabbisogno in freddo. Walther Faedi, famoso breeder, spiega che "le varietà di fragole si dividono in alto, medio e basso fabbisogno in freddo. Alcuni decenni fa partimmo selezionando varietà ad alto fabbisogno, per poi deviare su quelle a medio. Mi riferisco, ovviamente, al Nord d'Italia. Le basse temperature di questi giorni fanno bene a entrambe le prime due tipologie. La stessa cosa non può essere detta per le varietà tipiche del sud, come Pir5, nel senso che questo gelo potrebbe far perdere del prodotto, come minimo quello della prima fioritura, dove già in atto".


Serre di fragole puntellate contro il peso della neve (foto d'archivio)

Fra le tipologie ad alto fabbisogno ricordiamo Idea e Honeoye, quest'ultima aveva fioritura tardiva ma intertempo corto fra fioritura e maturazione. Fra quelle a medio fabbisogno ricordiamo Garda e Roxana.

Data di pubblicazione: 10/01/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

24/02/2017 Assicurazioni: in arrivo i soldi del 2015. In Romagna gia' partita la campagna 2017
24/02/2017 Terremoto: pagati da Agea 50 milioni di euro per gli agricoltori danneggiati
24/02/2017 La Cassazione accoglie il ricorso di Spreafico contro l'Agenzia delle Dogane
24/02/2017 Caporalato: sei arresti ad Andria (BT) per la bracciante morta di fatica
24/02/2017 Londra: frigorifero anti-sprechi per combattere la fame
23/02/2017 Icqrf: nel 2016 oltre 48mila controlli effettuati
23/02/2017 Ortofrutta, un settore strategico poco tutelato dall'UE
23/02/2017 Biofach e Vivaness 2017 hanno superato i 50.000 visitatori
23/02/2017 Meno visitatori si traducono in piu' clienti potenziali
22/02/2017 L'Argentina blocca l'import di barbatelle di uva: le dichiarazioni di Paolo De Castro
22/02/2017 Mappa dei brevetti nel mondo
21/02/2017 Canapa industriale: tra i mille utilizzi, anche quello per la fitodepurazione dei terreni inquinati
21/02/2017 Difendetevi dalle imitazioni: le reti antigrandine foto-selettive sono solo Iridium® di Agrintech
21/02/2017 Non solo CETA: ecco altri 9 accordi internazionali in ballo
21/02/2017 Attiva la prima serra indoor certificata GlobalGAP
21/02/2017 Uno sguardo alla prima azienda agricola indoor della Panasonic
21/02/2017 In crescita la percentuale di ortofrutta coltivata in serra
20/02/2017 Paolo Bruni e Mario Guidi ricordano lo scomparso Xavier Beulin, presidente degli agricoltori francesi
20/02/2017 Clima: El Nino e' di nuovo alle porte?
20/02/2017 Commissione UE taglia 130 milioni di euro all'agricoltura, di cui 16 in Italia

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*