Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Il freddo e' un buon rimedio contro insetti dannosi tipo Drosophila e mosca della frutta

Non tutto il freddo viene per nuocere. Le basse temperature delle notti scorse, fino a -10 °C in tante zone produttive in tutta la penisola italiana, hanno l'aspetto positivo di riequilibrare le popolazioni di insetti. Se da un lato possono esserci piccole perdite di prodotto negli ortaggi invernali a causa del gelo, dall'altro la natura fa il suo corso, come conferma Stefano Bariselli del Servizio fitosanitario dell'Emilia Romagna, sede centrale di Bologna.

 

"Negli ultimi anni - esordisce l'esperto - abbiamo avuto inverni miti, con poche ore di temperature al di sotto dello zero. E questo ha contribuito alla proliferazione di insetti dannosi alle culture. Si tratta, per lo più, di specie importate da zone tropicali, che si sono adattate al nostro clima, sempre meno freddo. Quest'anno, per fortuna, le temperature sono più consone a un inverno del Centro-Nord d'Italia. Dati alla mano, specie come la Drosophila suzukii e le mosche della frutta dovrebbero soffrire parecchio".



Non ci sarà l'abbattimento totale delle popolazioni, ovviamente, cosa impossibile in ogni modo, ma si dovrebbe partire con una popolazione più ridotta. E non è cosa da poco. Anche le cimici dovrebbero subire conseguenze, ma Bariselli smorza gli entusiasmi. "La tanto temuta cimice asiatica sverna al riparo, in anfratti coperti e quindi resiste meglio alle basse temperature, a differenza delle normali cimici verdi che svernano all'aperto. Ad ogni modo, -10°C rappresentano un muro importante alla moltiplicazione della Halyomorpha halys, la cimice asiatica originaria dell'est, probabilmente Cina. Abbiamo sempre sostenuto che l'inverno mite è un vantaggio per questi insetti: nel 2017 avremo la prova del 9".



Un servizio molto esaustivo su questa specie aliena è stato pubblicato su queste colonne nei mesi scorsi (cfr. FreshPlaza del 22/09/2016).

Poi vi è tutto il capitolo delle varietà di fragole ad alto fabbisogno in freddo. Walther Faedi, famoso breeder, spiega che "le varietà di fragole si dividono in alto, medio e basso fabbisogno in freddo. Alcuni decenni fa partimmo selezionando varietà ad alto fabbisogno, per poi deviare su quelle a medio. Mi riferisco, ovviamente, al Nord d'Italia. Le basse temperature di questi giorni fanno bene a entrambe le prime due tipologie. La stessa cosa non può essere detta per le varietà tipiche del sud, come Pir5, nel senso che questo gelo potrebbe far perdere del prodotto, come minimo quello della prima fioritura, dove già in atto".


Serre di fragole puntellate contro il peso della neve (foto d'archivio)

Fra le tipologie ad alto fabbisogno ricordiamo Idea e Honeoye, quest'ultima aveva fioritura tardiva ma intertempo corto fra fioritura e maturazione. Fra quelle a medio fabbisogno ricordiamo Garda e Roxana.

Data di pubblicazione: 10/01/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/11/2017 La serra idroponica hi-tech Sfera offre 150 posti di lavoro
21/11/2017 Agriges a Growtech 2017
21/11/2017 La UE accelera sulla banda larga nelle aree rurali
21/11/2017 PAC: pagati anticipi a 60mila agricoltori
21/11/2017 Amsterdam Produce Show: il reportage fotografico
21/11/2017 Nova: valutare sempre l'impatto sull'ambiente di qualsiasi input chimico
20/11/2017 Ecomondo: un successo per Bestack
20/11/2017 UE: le superfici bio sono aumentate di 2 milioni di ettari in 5 anni
20/11/2017 Phil Hogan: l'innovazione avra' un ruolo chiave nella PAC dopo il 2020
20/11/2017 Carrelli elevatori, patentini in scadenza
20/11/2017 FuturPera: piccola fiera ma con innovazione. Guarda tutte le foto!
17/11/2017 Valagro al fianco dei produttori di uva da tavola
17/11/2017 Lazio: in arrivo la 'Scuola di export', un piano di promozione e un bando da 6 milioni di euro
17/11/2017 Delegazione cinese a Latina per studiare il settore agroalimentare
17/11/2017 UE: via libera alla mini-riforma PAC dal 1°gennaio 2018
17/11/2017 Aziende italiane in Cina: tutto pronto per la trasferta a Shanghai
17/11/2017 L'inchiostro alimentare vuole sostituire i bollini. Guarda il video!
17/11/2017 FuturPera funziona: ottima affluenza il primo giorno
16/11/2017 Coldiretti: mancano 60 miliardi di metri cubi di acqua
16/11/2017 Detassati al 10 per cento i premi di risultato degli operai agricoli

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*