Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



A colloquio con l'esperto Donatello Sandroni

Glifosate, un falso problema

A volte si perde il senso della realtà e la scienza viene considerata un'opinione. Occorre invece che le opinioni restino tali e che quanto verificato con metodo scientifico sia alla base delle decisioni da prendere. E' il caso della questione "Glifosate" di cui anche su queste colonne abbiamo più volte scritto (cfr. FreshPlaza del 28/05/2018).

L'esperto Donatello Sandroni, agronomo e divulgatore scientifico, ritiene che negli ultimi mesi l'opinione pubblica sia stata fuorviata da considerazioni che di scientifico hanno ben poco. "Io non devo difendere né le multinazionali - esordisce l'agronomo ed ecotossicologo - né gli agricoltori, bensì l'evidenza. Tutte le maggiori autorità mondiali sulla sicurezza, da quella statunitense a quella europea, si sono espresse sulla non rischiosità del Glifosate. Ci sono studi duranti 23 anni su 1000 persone che hanno dimostrato, tramite analisi anche delle urine, che i livelli riscontrati su popolazione potenzialmente esposta al rischio erano 30mila volte inferiori rispetto al limite stabilito per il rischio stesso".



In effetti, l'esposizione umana al Glifosate non esiste proprio. Le uniche persone a vero rischio sono state (con la speranza che ciò non si verifichi mai più) gli "uomini bandiera" in Argentina, cioè coloro che stavano in fila lungo gli immensi campi dove il Glifosate veniva distribuito con gli aerei. Essere avvolti dal liquido nebulizzato per ore e ore al giorno, centinaia di giorni ogni anno ha creato seri problemi per la salute, ovviamente.



"A volte non si ragiona - aggiunge Sandroni - ma nessuno cita mai che in agricoltura biologica si effettuano anche 20 trattamenti con rame sia sulla pianta, sia sulla frutta. Il rame è comunque un elemento della tavola periodica, qualcuno lo definirebbe chimico, e che di natura non si troverebbe sulla frutta. Venti e oltre trattamenti con rame mi danno più preoccupazione rispetto a un trattamento o due l'anno sull'erba".

Solo che 20 trattamenti all'anno di rame non si vedono comunque (escluso il riflesso azzurro che ormai i tronchi hanno assunto), mentre un solo trattamento di Glifosate lascia una triste scia gialla su un bel campo verde. Sarebbe meglio ragionare più con la testa e meno con la pancia. Ciò ovviamente non significa che non occorra sempre e comunque la massima attenzione (cfr. FreshPlaza del 29/11/2017).

Data di pubblicazione: 12/06/2018
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 Prosciutto e melone, un abbinamento fin dai tempi di Ippocrate
30/07/2018 I frutti di bosco riducono la mortalita' per malattie cardiovascolari del 40%
30/07/2018 Focolaio plurinazionale di Salmonella Agona: probabile legame con prodotti ready-to-eat contenenti cetrioli
27/07/2018 Consumare molta frutta e verdura potrebbe ridurre il rischio di cancro al seno
27/07/2018 IV gamma e sostanza organica: tutto si basa sul principio di precauzione
26/07/2018 Malattie cardiache: mangiare lamponi riduce il rischio
25/07/2018 I risultati del sondaggio Adiconsum 'E tu... cosa mangi?' rivolto ai ragazzi dai 14 ai 19 anni
25/07/2018 Stop alla sostanza organica: produttori di quarta gamma in difficolta'
24/07/2018 Gli uomini sono piu' attenti delle donne a quello che si mangia a tavola
24/07/2018 Bergamotto: dieci propirieta' curative del frutto
23/07/2018 Il potenziale allergenico delle fragole e dei pomodori dipende dalla varieta'
23/07/2018 Possibili restrizioni all'uso dei fitosanitari a base di sali di rame nella UE
23/07/2018 Stati Uniti, insalate di McDonald's contaminate: decine di casi di ciclosporiasi
20/07/2018 Distrutto carico di aglio cinese: violava gli standard di qualita'
19/07/2018 Il succo di mirtillo favorisce il drenaggio dei liquidi
18/07/2018 Greenyard si difende dalle accuse dopo la contaminazione da Listeria
18/07/2018 Sistema comunitario di allerta: 18 notifiche ortofrutticole nelle ultime due settimane
17/07/2018 Cloropicrina: oltre alla deroga serve piu' ricerca
17/07/2018 Questione cloropicrina: a rischio la fragolicoltura italiana senza deroga all'uso
16/07/2018 Osservatorio Grana Padano: poca verdura e pesce per quattro italiani su dieci

 

Commenti:


Sono d'accordo che il Glifosate è un falso problema..... Ma però diciamo le cose come stanno.... Di questo diserbante, come di altri principi attivi, se ne fa un uso eccessivo, questo si chiama ABUSO, Senza rispettare molte volta la legge.
Su queste problematiche non si finirebbe di discutere mai..... Mi fermo qui
Maurizio, FORLI', FC - 17/06/2018 14:01:17


Sono un coltivatore che ha usato molto Glifosate e vorrei fare le analisi ma non ho trovato un laboratorio disponibile quindi non so come sono messo. Desidererei conoscere chi ha fatto questi studi durati 23anni su 1000 persone ?
Occorre anche puntualizzare che 20 trattamenti con il rame si sono fatti solo nel 2014
Penso,comunque,che siamo in alto mare se è vero che l'istituto Ramazzini ha chiesto altro tempo per ulteriori approfondimenti.
Cordialmente Luigi
Luigi , Faenza, Italia (email) - 16/06/2018 15:29:32


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*