Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Lo afferma Gerhard Eberhofer, responsabile vendite Bio Val Venosta

Le scorte di mele termineranno ad aprile

"La campagna commerciale 2017/18 sarà ricordata come un'annata eccezionalmente anomala. I danni causati da gelo e grandine hanno segnato in maniera significativa tutta la produzione biologica in Europa, e anche la Val Venosta (in provincia di Bolzano) purtroppo non è passata indenne registrando cali importanti sul lato dei quantitativi". Così afferma Gerhard Eberhöfer (nella foto sotto), responsabile vendite Bio Val Venosta.



"Per fornire un'idea più precisa, i dati aggiornati al 1° dicembre 2017 parlano di un calo del 40-45% di quantità in stock in Europa (riferito al 2016). Quindi, se in un'annata normale, come poteva essere quella 2016/17 Bio Val Venosta aveva terminato la sua campagna commerciale a giugno, quest'anno le mie previsioni vedono concludere la scorte di mele entro il mese di aprile".

Sul lato dei prezzi non ci si può lamentare, secondo Eberhöfer.  "Purtroppo rimane il rammarico che quest'anno la disponibilità sia limitata e non sarà possibile accontentare tutti nostri clienti per 12 mesi. L'assortimento varietale disponibile inizia a ridursi poiché nelle prossime due settimane si concluderà la commercializzazione della Gala Bio, la varietà più prodotta in Valle insieme alla Golden Bio. La qualità della produzione è ottima, in particolare il colore è brillante e dal punto di vista organolettico le mele si presentano con grado zuccherino elevato, una polpa soda e con una buona tenuta".




Il biologico è in forte espansione, con i consumi che aumentano dal 10 al 20% annuo su tutti i mercati: in questo scenario più che ottimistico, Bio Val Venosta si afferma tra i primi posti in Europa come produttore di mele biologiche, sia in termini quantitativi che qualitativi. "Questo ci rende soddisfatti - commenta il responsabile vendite - Bio Val Venosta è cresciuta in questi anni diventando una parte sempre più strategica di VI.P"

"Nonostante l'annata particolare, siamo fiduciosi e ottimisti perché il biologico piace ogni anno sempre di più: in Valle, i nostri areali produttivi sono cresciuti nel 2017 dell'8%, passando da 500 ettari del 2016 a 540. Si prevede un ulteriore aumento del 20% nel 2018 e si reputa che nel 2019 saranno un totale di 800 ettari di biologico in Val Venosta".

"Questi dati - conclude Eberhofer - ci lasciano ben sperare per la prossima stagione in cui, almeno sulla carta, avremo più prodotto disponibile per poter soddisfare tutti in nostri clienti per tutto l'anno".

Contatti:
VI.P Coop Soc. Agricola
Via Centrale 1/c
39021 Laces (BZ)
Web: www.vip.coop

Data di pubblicazione: 10/01/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

17/01/2018 Opportunita' di export per i mango del Kenya
17/01/2018 Georgia: le esportazioni di kiwi si concentrano su Europa e Giappone
17/01/2018 Mancano le mele e i prezzi salgono. I pugliesi optano per la seconda scelta o il prodotto estero
17/01/2018 Mela Ambrosia: programmazione dell'ultima parte della stagione, vendite dinamiche
16/01/2018 IPS: anche l'Emisfero Sud produce le Carmingo
16/01/2018 Cina: il marchio e' l’unica strada da intraprendere per le pere di Hebei
16/01/2018 Germania: meno colpiti dalla perdita di mele i produttori del nord
16/01/2018 I mirtilli vanno forte in Europa dell'Est
16/01/2018 Trovato gene per la resistenza alla ticchiolatura in Malus floribunda
16/01/2018 I lamponi della Basilicata a marchio Happy Berry in vendita sui mercati italiani
15/01/2018 Cina: problemi nelle vendite delle ciliegie importate nel 2018
15/01/2018 Mele RubyFrost: produzione piu' che raddoppiata rispetto all'anno scorso
15/01/2018 Il destoccaggio di mele Modì e' al 60 per cento delle scorte
15/01/2018 Le scorte di mele diminuiscono rapidamente
12/01/2018 Le castagne cinesi si preparano a prendere d'assalto il mercato europeo
12/01/2018 Tunisia: le esportazioni di frutta sono aumentate del 38 per cento nel 2017
12/01/2018 Giacenze di mele nella regione Trentino-Alto Adige al 1 gennaio 2018
12/01/2018 Polonia: il clima mite frena la richiesta di mele
11/01/2018 Sempre piu' produttori coinvolti nelle decisioni sul confezionamento della frutta
11/01/2018 Punto di svolta per la tecnologia a laser applicata all'ortofrutta

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*