Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



La Sicilia si conferma tra le regioni piu' produttive d'Italia, ma solo 25 aziende su 100 sono aggregate

"Con una superficie di circa 8000 ettari coltivati a orticole in pieno campo o in ambiente protetto, senza trascurare la zootecnia e la floricoltura, la provincia di Ragusa si attesta come uno dei territori a vocazione agricola più produttivi d'Italia". Con questo incipit il presidente dell'Ordine dei dottori agronomi e forestali della provincia di Ragusa, Francesco Celestre, ha aperto lo scorso 2 dicembre un convegno-studio, alla presenza di 70 agronomi e del dirigente dell'ispettorato agrario di Ragusa, Giorgio Carpenzano. Quest'ultimo, dopo i saluti istituzionali è entrato nel merito del suo intervento, dichiarandosi disposto, per quanto di sua competenza, a venire incontro alle richieste provenienti dalle aziende agricole per risolvere le difficoltà legate alla misura 4.1 del PSR Sicilia, che ha provocato non poche difficoltà al mondo produttivo ortofrutticolo.


Da sx.: Giorgio Carpenzano (dirigente dell'ispettorato agrario di Ragusa), Carmelo Calabrese (responsabile produzione e assistenza tecnica agronomica OP Fonteverde), Francesco Celestre (presidente dell'Ordine dei dottori agronomi e forestali della provincia di Ragusa).


La giornata, organizzata per l'attribuzione dei crediti formativi professionali agli agronomi ragusani, è stata ospitata presso l'OP Fonteverde di Ispica, in provincia di Ragusa: una delle più grandi realtà produttive e commerciali della Sicilia. A fare gli onori di casa è stato Carmelo Calabrese, responsabile produzione e assistenza tecnica agronomica alla OP, nonché amministratore unico del socio più rappresentativo della OP, l'Associazione Fonte Verde, che ha relazionato sull'organizzazione: dalla costituzione, avvenuta nel 2005 con 6 aziende socie, ad oggi, in cui ne conta 12 compresa una cooperativa, per un totale di 16 produttori.


Sopra: settanta gli agronomi presenti alla giornata formativa

"L'OP Fonteverde è nata per meglio organizzare la produzione e la commercializzazione dei nostri prodotti - ha detto Calabrese - La carota di Ispica IGP è la più importante delle nostre coltivazioni, assieme a meloni, zucchine, peperoni e pomodori. Vi sono poi una cinquantina di ettari coltivati a frutta, fra cui spicca l'uva da tavola".


Sopra: visita guidata nel magazzino della OP Fonteverde. In camice verde, Tiziana Calabrese, responsabile linee di lavorazione e controllo qualità.


In linea con i temi del giorno, Calabrese ha spiegato: "In molti casi, non c'è ancora univocità nella programmazione delle produzioni. Ciò determina una frammentazione anche a livello commerciale. Se, inoltre, molte risorse non arrivano in Sicilia dalla Comunità europea, è perché le aziende non sono aggregate. In Sicilia solo il 25-30% delle aziende sono strutturate in organizzazioni. Ciò è ingiustificabile, alla luce del fatto che anche le aziende più piccole possono far parte delle OP e non vi è nessun motivo ostativo per non aderire, se non quelli legati a una cultura d'impresa retrograda".


Scarico in acqua delle zucchine

"Queste aziende, per diverse ragioni, faticano a usufruire dei Piani di sviluppo rurale - ha proseguito Calabrese - e infatti l'input che oggi voglio dare ai tecnici qui presenti, è quello di diffondere con maggiore incisività l'idea vincente dell'aggregazione, specialmente tra i piccoli imprenditori. Certo vi è qualche incongruenza, come quella emersa nella misura 4.1 che in tal senso appare contraddittoria; ma tale evenienza va annoverata tra le eccezioni nel panorama complessivo delle risorse messe a disposizione. Ed è sempre e comunque preferibile aggregarsi in OP, poiché sono le Organizzazioni attraverso cui valorizzare commercialmente i prodotti ortofrutticoli".


Lavorazione zucchine

"L'OP si estende per il 55% in provincia di Ragusa e per il 45% in provincia di Siracusa - ha spiegato Calabrese - di tutta la nostra produzione, circa il 45% è destinato al centro e Nord Europa. Prima tra le referenze esportate è la nostra carota; al secondo posto per quantità vi è la zucchina, mentre i peperoni sono prevalentemente destinati al mercato italiano. Per lo più destinata all'export è infine l'uva da tavola. Nel tempo ci siamo specializzati anche nella lavorazione della zucchina che, dopo essere stata lavata per mezzo di appositi macchinari, viene asciugata con un getto d'aria, calibrata con un sistema ottico, smistata per dimensione e infine opportunamente confezionata".


Lavorazione peperone

La linea di lavorazione fornisce l'intera tracciabilità per lotto e per lavorazione e termina con la pallettizzazione (vedi foto sotto) per il trasporto. Stessa modalità di trattamento avviene per il peperone che, oltre a essere sottoposto al lavaggio, viene spazzolato prima di essere avviato alla successiva lavorazione con l'impacchettamento finale.



"La maggior parte delle nostre attrezzature sono state acquisite con finanziamenti europei - ha continuato Calabrese - questo dimostra la grande importanza di aggregarsi in strutture idonee a intercettare ogni mezzo utile che favorisca la crescita della buona impresa".


L'OP Fonteverde dispone di celle a temperatura controllata, per un totale di 7300 metri cubi di capacità, nei diversi magazzini.

Al termine del lungo ed esaustivo intervento di Calabrese, il presidente degli agronomi ragusani, Francesco Celestre, ha sottolineato che l'Ordine degli Agronomi di Ragusa ha in programma di organizzare corsi di formazione rivolti agli iscritti, incentrati proprio sulle OP e il loro funzionamento, oltre che sulla progettazione europea. Celestre ha continuato mettendo in evidenza l'opportunità che le OP si aggreghino in mega organizzazioni come quelle che operano in Spagna che riescono a fare lobby curando i loro interessi presso l'UE.

Infatti si tratta di organizzazioni che esprimono un forte potere economico, a tal punto da potersi permettere uffici di rappresentanza a Bruxelles, dove influenzano i rappresentanti politici, ponendo in evidenza le necessità del mondo produttivo spagnolo al Legislatore europeo.

La giornata è poi proseguita con alcune visite tecniche presso le coltivazioni della Fonteverde, sia in pieno campo - come quello della carota novella di Ispica IGP - sia in colture coperte, come lo zucchino sotto tunnel e il peperone in serra.


Sopra: carota novella di Ispica (RG) Igp

"E' stata una giornata proficua, all'insegna della formazione, per i nostri professionisti che si trovano a operare in un sistema agricolo tra i più complessi in Europa - ha concluso a margine dei lavori il presidente Celestre - Oggi abbiamo posto, nell'ottica di una rivitalizzazione interna all'ordine, una pietra miliare. I nostri propositi vertono su futuri appuntamenti che saranno sempre più qualificati e qualificanti, nell'interesse dell'agricoltura locale e siciliana tutta".

Data di pubblicazione: 07/12/2017
Autore: Gaetano Piccione
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:


Le conseguenze del clima sulle uve da tavola dell'emisfero meridionale

Durante la seconda metà di quest'anno, nell'Europa meridionale, la produzione di uva da tavola è terminata prima rispetto agli altri anni. I Paesi dell'emisfero meridionale hanno poi preso il controllo, tra le altre, dell'uva spagnola, italiana e greca. In alcuni casi, l'uva è stata colpita da siccità, piogge.....

Rapporto Rabobank

Carenze di frutta su un mercato mondiale in crescita

Come esportatori di frutta fresca, i Paesi Bassi svolgono un ruolo limitato sul mercato globale. Anche se il paese è il quarto esportatore più grande al mondo di frutta fresca, si occupa principalmente della distribuzione e importa più frutta fresca e noci di quante ne esporti. La maggior parte di queste.....

L'Europa meridionale e' impegnata in un inizio precoce della stagione dei piccoli frutti

I piccoli frutti della penisola iberica e del Marocco stanno diventando sempre più importanti. Grazie agli investimenti nella produzione, i volumi sono aumentati e, soprattutto, le stagioni si sono allungate. Una stagione europea, che dura tutto l'anno, è possibile per molti prodotti. Ben Maes della Special.....

La coltivazione del pomodoro su lana di roccia: una scienza esatta dove nulla puo' essere lasciato al caso

La coltivazione di ortaggi (in specie pomodoro) in fuorisuolo è una tecnica che dispone oggi di notevoli mezzi tecnici, ma senza l'adeguato know how si può incorrere in confusione, con il rischio di effettuare scelte non adeguate che potrebbero compromettere l'esito della coltivazione impedendo il.....

Gelate notturne: il terrore di ogni coltivatore

La stagione scorsa, il gelo nelle ore notturne ha causato come noto un pesante calo nel raccolto europeo di mele. Ma come ci si può preparare al meglio per queste eventualità? Jan Peeters (Fruitconsult) eJef Vercammen (Pcfruit) hanno esposto entrambi una presentazione a riguardo durante il "Kennisdag.....

Freon: prezzi in salita a causa dell'eliminazione dei liquidi refrigeranti

A causa dei regolamenti europei che limitano sempre più l'uso dei refrigeranti sintetici, il loro prezzo è in forte aumento. I refrigeranti naturali sono un'alternativa, ma non sono nuovi. Frank Boeijen della Van Kempen Koudetechniek ha riferito che la società costruiva già impianti di raffreddamento con.....

Questione glifosate: a colloquio con Fausto Faggioli, pioniere del biologico

I consumatori chiedono sempre più prodotti biologici o, comunque, coltivati con metodi rispettosi per l'ambiente. Nei prossimi anni, tale tendenza aumenterà sempre di più. Già oggi, a Londra, le catene della Gdo con maggiori profitti sono quelle che hanno spinto di più sul bio.Lo sostiene Fausto Faggioli di.....

La testimonianza di Dirk Schulz (SFI Rotterdam)

Il cambiamento maggiore nell'import di frutta degli ultimi 40 anni e' la scomparsa delle navi refeer

Durante l'Amsterdam Produce Show, il team di SFI Rotterdam ha spento quaranta candeline. La società d'importazione di frutta d'oltremare fu fondata nel 1977 da Dirk Schulz, che ha imparato il mestiere negli anni '60 ad Amburgo quando le aste frutticole erano al loro apice. Come conseguenza del declino.....

Risponde la ricerca di mercato di SINUS e YouGov

Qual e' il frutto piu' popolare in Germania?

Secondo un sondaggio rappresentativo condotto da SINUS Institute e YouGov, il frutto più consumato in Germania è la mela. L'indagine prende in considerazione anche il sapore preferito e l'importanza che i consumatori danno alle mele biologiche.In Germania nessun altro frutto viene consumato quanto la mela......

Il PSR che divide l'agricoltura siciliana

"Dopo 14 mesi dall'avvio del Psr Sicilia 2014/2020, lo stato della spesa è del 13% e ad oggi risultano messe a bando risorse per 1.059.459.999 Euro, circa la metà dei fondi previsti per l'intero programma siciliano." A dirlo, a giugno, era stato l'assessore all'agricoltura dell'Amministrazione precedente. In.....

Dovrebbe subentrare l'ex vicepresidente Mnangagwa, che aveva sostenuto la militarizzazione dell'agricoltura

E' ufficiale: l'era Mugabe e' finita

La tanto attesa fine dell'era Mugabe sembra finalmente arrivata: sembra che il presidente Robert Mugabe e sua moglie Grace siano agli arresti domiciliari a Harare, insieme ad una serie di altri ministri del governo, e, a quanto si dice, al commissario di polizia, grazie ad un rastrellamento della scorsa.....

La Spagna consuma piu' prodotti biologici, soprattutto ortofrutticoli

Il consumo di prodotti biologici sta crescendo notevolmente in Spagna. Ecco perché, a metà del 2015, Sonia López e David Porras hanno deciso di fondare Sonbio, una ditta di commercializzazione di prodotti ortofrutticoli con sede ad Alicante, e specializzata in frutta, in particolare banane, mango e papaya,.....

Varieta' piu' resistenti per il futuro

La società Better3fruit continua a sviluppare nuove varietà. Una di queste è stata commercializzata a partire dall'anno scorso sotto brevetto della ABCz, ed è ora piantata a larga scala in tutta Europa."La Kizuri è una varietà di mela rossa, molto dolce con un aroma particolare e un sapore intenso. Abbiamo.....

Report USDA

Ciliegie: produzione mondiale prevista in calo del 3%

Secondo un rapporto del Foreign Agricultural Service (FAS) del Dipartimento statunitense all'Agricoltura (USDA), la produzione mondiale di ciliegie dovrebbe diminuire del 3%, fino a 3,1 milioni di tonnellate, poiché le coltivazioni che in Europa e Turchia sono state danneggiate da condizioni climatiche.....

Le principali tendenze statunitensi per il 2018

L'innovazione alimentare sta precorrendo tutti i tempi e il TrendsPotter Panel dell'Associazione di specialità alimentari (SFA) ha nominato le tendenze principali del 2018. Vediamole nel dettaglio:Alimenti a base vegetale. Le opzioni basate sulle piante stanno proliferando in molte categorie, al di là dei.....

La forza della Polonia sta nell'essere in grado di produrre a buon mercato

Quest'anno, la produzione globale di pomacee nell'UE sarà di gran lunga inferiore rispetto agli anni precedenti. Le più colpite dal gelo della scorsa primavera, sono state le mele. In Polonia, circa il 60% delle pomacee raccolte quest'anno sarà frutta di qualità, a differenza della precedente stagione. A.....

Nei prossimi 4 anni la frutta belga verra' esportata in India, a seguire le verdure

BelOrta e IG International hanno firmato la collaborazione per esportare la frutta e verdura belga sul mercato indiano. Nei prossimi 4 anni le mele e le pere belghe continueranno ad andare in India. Sebbene per il Belgio, il mercato indiano fosse già aperto, il direttore di BelOrta, Filip Fontaine, ha.....

Conflitti d'interesse nelle sovvenzioni danesi al settore agricolo

Karsten Nielson, amministratore delegato di Food from Denmark è frustrato. Frustrato da quello che lui ritiene essere una distribuzione sbilanciata delle sovvenzioni governative a quelli che lui definisce un "club degli amici"."Ho lavorato molto duramente per costruire un'attività che potesse funzionare.....

I frutti cileni si vendono molto bene

Le prime ciliegie cilene arrivano a Shanghai e Canton

Xie Jinshan, amministratore delegato dell'azienda Shenzhen Gold Anda, ha spiegato che l'ottimo clima ha portato a un raccolto record in Cile. Si stima che l'offerta cilena di ciliegie del 2017 aumenterà del 30% rispetto a quella dell'anno scorso. "Recentemente abbiamo fondato l'azienda Gold Anda Chile Co......

Il commento del presidente degli agronomi di Ragusa Francesco Celestre

Discariche e roghi di plastica in serricoltura, una piaga insostenibile

Ancora una volta si ripropone drammaticamente il problema ambientale correlato alla serricoltura della 'Fascia trasformata', culla dell'orticoltura siciliana. E' dell'altroieri, infatti, la notizia del sequestro effettuato dalle Fiamme Gialle di Ragusa, che ha interessato un'area di oltre 1 ettaro, adibito a.....

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*