Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Basse temperature mattutine, specie in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia

Oggi e domani rischio gelate. I consigli del tecnico e del meteorologo

Rischio gelate, temperature prossime allo zero, i tecnici danno i consigli. E il referente Agrometeo di Arpa Emilia Romagna William Pratizzoli invita a consultare gli aggiornamenti online (clicca qui per il rischio gelate tardive in Emilia Romagna). Anche il Veneto ha un servizio regionale meteo chiaro (clicca qui per il sito veneto) così come molte altre regioni, fra cui la Lombardia (clicca qui). Le previsioni in queste regioni indicano rischio gelo e temperature prossime allo zero nelle mattinate del 20 e 21 aprile 2017.


Neve in Appennino tosco romagnolo, a 60 km a sud di Cesena, 18 aprile 2017

Questo mese di aprile sta regalando parecchie preoccupazioni. Anche martedì 18 aprile 2017 ci sono state grandinate, specie nel ferrarese, zona Jolanda di Savoia. In zona vi sono colture orticole come carote, meloni, fragole. Ma fino a venerdì 21 aprile 2017 il rischio in diverse zone è quello del gelo. Nell'Appennino tosco romagnolo martedì sera c'è stata una nevicata con accumuli fino a 15 centimetri. L'aria fredda è stata percepita in tutta la zona di pianura e gli agricoltori sono preoccupati.

Marco Lisi di Gambettola (Forlì-Cesena) ha protetto in fretta e furia le orticole in pieno campo. "E' una precauzione – dice – per difendere le colture in fase di crescita le cui produzioni andrò poi a vendere al Mercato di Cesena oppure direttamente a casa".



Le miniserre di fortuna approntate in fretta e furia mercoledì 19 aprile 2017 da Lisi di Gambettola (FC)

"Le previsioni parlano di temperature prossime allo zero e non voglio correre rischi. Patate, peperoni, zucchine, cetrioli, melanzane e fagiolini sono le piante più a rischio e che ho coperto con dei minitunnel".

Il tecnico Alessandro Passerini della provincia di Ferrara afferma che "nella mia zona di competenza ho consigliato agli agricoltori di effettuare trattamenti a difesa dei frutteti. Si possono usare due tipologie di prodotti. Il primo è a base di batteri criofagi, vale a dire che con la loro azione preservano frutti e gemme garantendo una differenza di temperatura, in positivo, attorno a 1,5 °C. Il costo del prodotto per un ettaro è di circa 50 euro e copre per una decina di giorni. La seconda strada è una miscela di alghe, aminoacidi e zinco. Va effettuato ogni giorno precedente la presunta gelata e costa circa 45 euro l'ettaro".


Le stazioni meteo in Emilia Romagna con la valutazione del rischio gelate

Dal canto suo, Pratizzoli avverte che, in Emilia Romagna, potranno esserci locali gelate giovedì 20 aprile e venerdì 21 aprile. "Le nostre previsioni dicono che in certe zone, specie quelle più basse come livello di terreno, e nei fondovalle, potranno verificarsi locali gelate per irraggiamento. In pratica, l'aria fredda si ferma più in basso e quella calda sopra. Se c'è vento o copertura nuvolosa, la perdita di calore per irraggiamento è minore e non dovrebbero esserci pericoli. Altrimenti è meglio adottare strategie di difesa".


La previsione per il rischio gelate a Vignola (Modena) per il 19 aprile 2017: prevista una temperatura minima di 1,8 °C, registrata una T di 1.5 °C

Pratizzoli consiglia di irrigare sottochioma con un impianto che non nebulizzi. Se c'è erba alta si amplifica l'effetto "riscaldante". Ma se non si irriga, allora è bene che l'erba sia sfalciata. Chi ha le ventole è bene che le azioni, specie venerdì 21 se le previsioni non cambiano".

Data di pubblicazione: 20/04/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/04/2018 L'Albania e' il tesoro nascosto dell'Europa
20/04/2018 Da un prodotto biologico ci si aspetta anche un imballaggio sostenibile
20/04/2018 Approvato regolamento sul biologico: le nuove regole UE criticate dall'Italia
20/04/2018 Grande successo per le riunioni tecniche di Arrigoni in Sicilia
20/04/2018 Che fine fanno le normative italiane sull'etichettatura dopo l'approvazione del Reg. UE?
19/04/2018 Croazia: calo nella produzione di mandaranci, pere, susine, brassiche, carote, aglio e cipolla
19/04/2018 Dallo Sri Lanka per incontrare clienti europei
19/04/2018 Empack e Packaging Innovations: il reportage fotografico
18/04/2018 Zerbinati partner di Vanity Fair alla Design Week
18/04/2018 Serbia: controllo straordinario di tutti gli importatori ortofrutticoli
18/04/2018 UE: consenso unanime dei ministri dell'Agricoltura alle norme sulle pratiche sleali
18/04/2018 Estensione d'impiego di Decis Evo di Bayer per il controllo dell'insetto vettore di Xylella fastidiosa
18/04/2018 Un sacchetto per le mele progettato per essere differente
17/04/2018 Il Gruppo La Linea Verde con Ortomad in mostra al Fuorisalone con 1DERBOX
17/04/2018 Il Rublo perde di valore a causa delle nuove sanzioni USA
17/04/2018 EVEO: accordo in esclusiva per l'Italia con IPAG e nuovo brand
17/04/2018 Una delegazione dell'ambasciata cubana incontra le cooperative associate a Legacoop Lazio
17/04/2018 Isola robotizzata della Morgante Engineering and Systems per produttori di succhi confezionati
17/04/2018 UE: ok all'indicazione di origine in etichetta sull'ingrediente principale
17/04/2018 CSO Italy approva un bilancio positivo e si prepara al proprio ventennale di attivita'

 

Commenti:


E' possibile ricevere e/o pubblicare su freshplaza lavori scientifici che giustificano l'utilizzo dei prodotti citati nell'articolo dal collega Passerini.


Giuseppe Liccardo, Caserta, Italia (email) - 21/04/2017 16:40:26


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*