Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



"E' scorretto imporre una richiesta di finanziamento per promozioni o per attivita' commerciali"

Pratiche sleali, i rischi per il mondo ortofrutticolo

Il pesce piccolo mangia il più grosso. E' così anche in agricoltura? In certi casi sì, con il settore primario, nello specifico chi vende frutta e verdura, in situazione di svantaggio rispetto a chi compra.



A livello europeo, la Commissione si sta muovendo: lo scopo è quello di evitare i comportamenti dei compratori che, abusando della propria maggior forza commerciale, impongono condizioni contrattuali gravose.

"Le condotte sleali - spiega Gualtiero Roveda, avvocato e consulente per Fruitimprese, stanno penalizzando agricoltori e PMI, tanto che per loro diventa sempre più difficile sopravvivere sul mercato, effettuare investimenti e innovare le aziende. Le inefficienze del settore si ripercuotono immediatamente sui consumatori della UE, in quanto la spesa per i prodotti alimentari assorbe una parte considerevole del bilancio medio delle famiglie".

E' noto che la Commissione europea e i rappresentanti della filiera agro-alimentare a livello comunitario hanno individuato, in tempi relativamente recenti, una serie di principi di buone prassi cui gli operatori debbono ispirarsi nel relazionarsi tra loro.



"Innanzitutto - continua Roveda - le parti contrattuali devono sempre tenere in considerazione gli interessi dei consumatori, dell'intera filiera alimentare e assicurare la massima efficienza e ottimizzazione delle risorse disponibili. Devono, altresì, essere liberi di determinarsi e, nel caso decidano di stringere rapporti commerciali, devono rapportarsi con le controparti in maniera responsabile, in buona fede e con diligenza professionale".

L'elenco delle cosiddette "pratiche sleali" è lungo, come spiega Roveda. Le principali sono le seguenti:
  1. stipulare un contratto evitando di mettere alcuni termini per iscritto. Ciò, infatti, contrasta con la trasparenza che deve informare le relazioni commerciali, soprattutto nel caso in cui il rapporto sia asimmetrico per un differente potere economico;
  2. imporre termini e condizioni generali che contengano clausole inique;
  3. interrompere unilateralmente un rapporto commerciale senza preavviso, o con un preavviso troppo breve e senza una ragione obiettivamente giustificabile;
  4. variare unilateralmente i prezzi dei prodotti;
  5. imporre una richiesta di finanziamento per promozioni o per attività commerciali proprie di una parte;
  6. imporre compensi per l'inserimento nel listino che sono non proporzionali al rischio di commercializzare un nuovo prodotto;
  7. minacciare l'interruzione del rapporto di lavoro o la fine di quest'ultimo per ottenere un vantaggio senza giustificazione oggettiva, ad esempio punendo una parte per esercitare i propri diritti;
  8. chiedere il pagamento di servizi o prodotti non di interesse o il pagamento per questi che chiaramente non corrisponde al valore/costo del servizio reso.

Data di pubblicazione: 20/03/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

29/03/2017 L'Italia dell'alimentare si unisce nella piu' grande associazione di settore in Europa: nasce Unione Italiana Food
29/03/2017 In Italia i lavoratori meno pagati d'Europa
29/03/2017 Giovani in agricoltura: al via il bando Ismea da 65 milioni di euro per mutui primo insediamento
29/03/2017 Censite oltre 11mila realta' biologiche italiane
28/03/2017 Andrea Badursi eletto presidente di Fedagri Basilicata
28/03/2017 Reflect ® di Syngenta: alti livelli di efficacia contro oidio e alternaria delle principali colture orticole
28/03/2017 Zerbinati premiata agli IAIR AWARDS / Le Fonti Awards
28/03/2017 L'Assemblea Generale dell'AREFLH: il resoconto
28/03/2017 La bilancia alimentare commerciale della Tunisia registra oltre 120 milioni di euro di deficit
28/03/2017 Agritrade Guatemala 2017: il reportage fotografico
28/03/2017 A cosa mirano oggi le nuove tecnologie per il confezionamento?
28/03/2017 Differenza abissale tra Europa e Stati Uniti
27/03/2017 Assosementi e Macfrut, un accordo per reciproci vantaggi
27/03/2017 Esportatori egiziani approfittano della valuta debole
27/03/2017 Sonnenreife: un nuovo marchio per l'azienda tedesca Service-Bund
27/03/2017 Abilitazioni guida trattori e macchine agricole: serve chiarezza
27/03/2017 Gastro Star e Eisberg Switzerland annunciano fusione
24/03/2017 Assicurazioni, Guidi (Confagricoltura): "Prioritario un sistema efficace di gestione del rischio"
24/03/2017 Macfrut si allea e si amplia: dopo l'Egitto ecco la nuova fiera Mac Fruit Attraction in Cina
24/03/2017 UE: dopo 60 anni, occorre riscoprire le ragioni dello stare insieme

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*