Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



La crisi di Ferrara Food puo' mandare in default il distretto del pomodoro

Secondo quanto riferito da Cia – Agricoltori Italiani Ferrara e Confagricoltura Ferrara, ammonta a quasi 11 milioni di euro il debito di Ferrara Food nei confronti delle aziende agricole che hanno conferito pomodoro da industria nel corso della campagna 2016.

Attualmente l'azienda di trasformazione, che assorbe quasi il 40% del pomodoro del distretto produttivo ferrarese, ha pagato agli agricoltori solo il prodotto consegnato a luglio; mancano però all'appello i conferimenti, ben più "pesanti", di agosto e settembre. Una situazione di forte crisi per il comparto che, secondo le organizzazioni agricole, occorre risolvere al più presto, attraverso un tavolo di concertazione istituzionale che riesca a salvare l'azienda, il reddito delle aziende e un intero distretto produttivo.

Timori per una possibile chiusura

"Per i produttori, il fallimento e la chiusura dello stabilimento di Argenta significherebbe non avere un'alternativa sul territorio per conferire il pomodoro, con un conseguente abbandono della coltura e la perdita di una importante possibilità di reddito. Le aziende agricole, infatti, hanno effettuato investimenti, scegliendo il pomodoro da industria per differenziare la produzione e migliorare la redditività agricola. Non dimentichiamo, inoltre, – continuano Cia e Confagricoltura – che lo stabilimento di Ferrara Food dà lavoro a molte persone, dal personale fisso a quello stagionale, e la sua chiusura porterebbe a una perdita consistente di posti di lavoro sul territorio".

Le associazioni sono disponibili a un tavolo di confronto istituzionale per la risoluzione della crisi, al quale pensiamo debbano sedersi anche le banche che in questa situazione, secondo loro "hanno ovviamente un ruolo determinante perché, di fatto, il pomodoro di Ferrara Food è di loro proprietà. Gli istituiti bancari potrebbero - a determinate condizioni e garanzie - dare liquidità all'azienda che riuscirebbe a pagare i produttori, ma anche dare continuità produttiva per la prossima campagna, così da consentire alle aziende agricole di pianificare la produzione nel 2017".

I tempi per agire sono comunque ristretti.

Data di pubblicazione: 14/02/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

22/11/2017 Poggiorosso Siciliano Biologico: ampi spazi di mercato per i trasformati di agrumi pigmentati
21/11/2017 Conserve del Borgo, goloserie gourmet impreziosite da note speziate
20/11/2017 VeggySnack: e le verdure diventano gustose e croccanti come patatine
20/11/2017 Russia: aprira' un impianto per la produzione di frutta, funghi e frutti di bosco secchi e congelati
17/11/2017 Lucifora Conserve: lavorazioni artigianali dal 1968
16/11/2017 IV Gamma: il terzo trimestre 2017 segna una forte ripresa dei consumi
16/11/2017 Cruskees: chips a base di peperone crusco
16/11/2017 In vendita il trasformatore di frutta Higlo per 2,4 milioni di euro
15/11/2017 Da Zerbinati una nuova ricetta per piatti pronti
15/11/2017 Mutti lancia un sito dedicato ai professionisti della ristorazione
14/11/2017 Si arricchisce la linea premium de Le Zuppe Fresche Dimmidisi': arriva la nuova Vellutata Pomodoro e Lenticchie
14/11/2017 Frantoio di Sant'Agata celebra i suoi 190 anni di storia
13/11/2017 Sicilfrutti: dove il pistacchio di Bronte DOP si trasforma in pura dolcezza
13/11/2017 Pomodori biologici selezionati e trasformati a marchio Inserbo
13/11/2017 Una nuova frontiera: zucche, patate e cipolle cotte e confezionate dai produttori
10/11/2017 Le bevande vegetali piacciono sempre di piu'
10/11/2017 Pomodoro: riunito tavolo di confronto con i rappresentanti della filiera
08/11/2017 Le verdure grigliate sono un mercato in crescita
08/11/2017 Canova lancia la prima linea italiana di spaghetti vegetali biologici
07/11/2017 DimmidiSi' accelera in adv tv, radio, digital: una presenza quasi impertinente

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*