Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Kiwi Hayward: previsione della conservazione conoscendo grado Brix e durezza alla raccolta

I kiwi (Actinidia deliciosa) vengono raccolti acerbi e conservati in cella frigo, in condizioni tali da garantire la maturazione fisiologica e arricare a un prodotto pronto per il consumo. Durante la maturazione, i kiwi subiscono due importanti modifiche: la diminuzione della durezza della polpa e la trasformazione dell'amido in zuccheri, cioè in solidi solubili totali misurati in gradi Brix.



La concentrazione di solidi solubili totali a maturazione è fortemente associata a dolcezza, qualità organolettica e gradimento da parte del consumatore che poi determina il ripetersi dell'acquisto del prodotto. La maggior parte dei consumatori preferisce kiwi Hayward con un grado zuccherino superiore ai 14 °Brix.

La consistenza della polpa è invece un importante indicatore della conservabilità post-raccolta del kiwi. In Nuova Zelanda, la durezza standard minima deve essere di 9,81 N per garantire una durata di conservazione ragionevole e consentire il trasporto sui diversi mercati.

Secondo uno studio pubblicato online il 6 gennaio sul Journal of Food Engineering, la previsione del contenuto di solidi solubili totali e della durezza della polpa con tecniche non distruttive, come la spettroscopia VIS-NIR, permetterebbe un marketing strategico dei kiwi.

Ricercatori della Massey University (Nuova Zelanda) hanno valutato la capacità della spettroscopia visibile-vicino infrarosso (VIS-NIR) al momento della raccolta (input dati) per predire quantitativamente sia la concentrazione di solidi solubili totali sia la durezza della polpa dopo 5 mesi di conservazione (output dati), utilizzando un modello Blackbox. Dopo aver raccolto i dati alla raccolta e dopo la conservazione, i ricercatori hanno sviluppato modelli di regressione per entrambi i parametri.

"Sebbene questi modelli di regressione abbiano permesso di ottenere una previsione quantitativa dei solidi solubili totali e della consistenza della polpa - riferiscono i ricercatori - l'accuratezza predittiva, variando da scarsa per la durezza della polpa a buona per i °Brix, non è ancora tale da poter utilizzare questi modelli nella linea di lavorazione, in particolare per la fase di cernita, selezione e smistamento dei frutti; in quanto dobbiamo ancora lavorare sulla riduzione dell'errore di predizione".

Fonte: Mo Li, R.R. Pullanagari, T. Pranamornkith, I.J. Yule, Andrew East, 'Quantitative prediction of post storage 'Hayward' kiwifruit attributes using at harvest Vis-NIR spectroscopy', 2017, Journal of Food Engineering, doi: 10.1016/j.jfoodeng.2017.01.002, www.sciencedirect.com/science/article/pii/S026087741730002X

Data di pubblicazione: 25/01/2017
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

17/01/2018 Opportunita' di export per i mango del Kenya
17/01/2018 Georgia: le esportazioni di kiwi si concentrano su Europa e Giappone
17/01/2018 Mancano le mele e i prezzi salgono. I pugliesi optano per la seconda scelta o il prodotto estero
17/01/2018 Mela Ambrosia: programmazione dell'ultima parte della stagione, vendite dinamiche
16/01/2018 IPS: anche l'Emisfero Sud produce le Carmingo
16/01/2018 Cina: il marchio e' l’unica strada da intraprendere per le pere di Hebei
16/01/2018 Germania: meno colpiti dalla perdita di mele i produttori del nord
16/01/2018 I mirtilli vanno forte in Europa dell'Est
16/01/2018 Trovato gene per la resistenza alla ticchiolatura in Malus floribunda
16/01/2018 I lamponi della Basilicata a marchio Happy Berry in vendita sui mercati italiani
15/01/2018 Cina: problemi nelle vendite delle ciliegie importate nel 2018
15/01/2018 Mele RubyFrost: produzione piu' che raddoppiata rispetto all'anno scorso
15/01/2018 Il destoccaggio di mele Modì e' al 60 per cento delle scorte
15/01/2018 Le scorte di mele diminuiscono rapidamente
12/01/2018 Le castagne cinesi si preparano a prendere d'assalto il mercato europeo
12/01/2018 Tunisia: le esportazioni di frutta sono aumentate del 38 per cento nel 2017
12/01/2018 Giacenze di mele nella regione Trentino-Alto Adige al 1 gennaio 2018
12/01/2018 Polonia: il clima mite frena la richiesta di mele
11/01/2018 Sempre piu' produttori coinvolti nelle decisioni sul confezionamento della frutta
11/01/2018 Punto di svolta per la tecnologia a laser applicata all'ortofrutta

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*