Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Il consumatore e' abituato a prezzi troppo bassi, ma adesso deve cambiare idea

Tutto quello che è sempre stato dato per scontato comincia a mostrare segni di cedimento. E' il caso delle forniture ortofrutticole dalla Spagna: secondo un operatore belga, nei prossimi anni diventerà sempre più difficile ottenere i volumi richiesi sul mercato.

"Questa stagione ne è un buon esempio - ha dichiarato Cédric Geens, dell'azienda importatrice belga W. Jonckheere - anche se le carenze del momento sono state causate da fenomeni climatici estremi, da tempo si è potuto notare che in Spagna il numero dei coltivatori sta diminuendo a causa di costi troppo elevati e prezzi troppo bassi ottenuti per i loro prodotti. Sarebbe bello se in questa stagione i coltivatori spagnoli ottenessero prezzi adeguati. Ed è chiaro che il nostro mercato può permetterselo".

Prezzi troppo bassi
Cédric ha affermato che, in specie negli ultimi anni, i prezzi della verdura spagnola sono stati molto bassi. "Troppo bassi. In passato, quando avevamo ancora la nostra valuta nazionale, tutto era ancora accessibile, in Spagna. Con l'introduzione dell'Euro, tutti i costi sono aumentati. L'elettricità, i salari e molte altre voci di spesa sono diventate sempre più costose. I prezzi delle verdure, al contrario, non sono aumentati di pari passo ai costi. Ora l'effetto è visibile. Per noi l'Euro ha avuto un impatto minore rispetto alla Spagna. Ogni anno che passa, in Belgio e nei Paesi Bassi arriva sempre meno fornitura dalla Spagna, perché per molti non è più redditizio coltivare. Ciò è diventato un problema. O ci decideremo a pagare di più, o questa tendenza continuerà anche nei prossimi anni". 



Ripresa
Quest'anno i prezzi sono estremamente elevati, a causa del clima avverso. "Si può notare che i consumatori restano colpiti dalle quotazioni, ma poi si riprendono subito. Qui le persone hanno abbastanza denaro per poter pagare un buon prezzo. Perché non è accaduto, prima? Il consumatore è abituato ai prezzi troppo bassi e se cambia qualcosa entra in confusione. Molti non comprendono nemmeno la situazione. Bisogna dire che i coltivatori ottengono di norma prezzi troppo bassi. I peperoni non possono essere venduti a un euro al kg! Nei prossimi anni dovremo pagare di più per il cibo!"

Niente prezzi pietosi per questa stagione

Secondo Cédric, l'attuale carenza di verdure proseguirà ancora. "Il clima ha causato molti danni, e si noterà ancora per molto. Dipendiamo parecchio dalla Spagna, in inverno, perciò non è semplice trovare i prodotti altrove. Secondo le previsioni, i prezzi dovrebbero regolarsi, ma non diventeranno più bassi. In questa stagione non ci saranno più prezzi pietosi per le verdure spagnole". 

Per maggiori informazioni:
Cédric Geens
W. Jonckheere SPRL
Werkhuizenkaai 112
1000 Brussel
Tel.: +32 22426103
Fax: +32 22451079

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati. 

Data di pubblicazione: 25/01/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

26/09/2017 Si diffonde l'interesse del consumatore per le verdure baby
26/09/2017 Funghitaly: un riferimento certo per la produzione di funghi in Sicilia
26/09/2017 Destare la curiosita' dei consumatori con prodotti di nicchia, per fare la differenza
25/09/2017 Siglato accordo fra Consorzio di Tutela IGP Carota Novella di Ispica e SATA per attivita' di ricerca varietale
25/09/2017 L'aglio cinese acquisisce un ruolo di leadership sui mercati europei e americani
22/09/2017 Agriges presenta LIETA-VEG, bioattivatore di origine esclusivamente vegetale
22/09/2017 Tunisia: export di ortaggi in aumento del 15% nonostante il crescente deficit commerciale
22/09/2017 Il cavolo riccio sta prendendo piede
22/09/2017 In crescita la richiesta di zucchine scure e broccolo filmato in Europa
22/09/2017 Al termine la campagna delle produzioni estive, fisiologico aumento dei listini
21/09/2017 Nessun ostacolo tecnico contro la revoca dell'embargo russo sui pomodori turchi
21/09/2017 Brindisino: partita la stagione delle orticole invernali, volumi limitati ma prezzi buoni
21/09/2017 Svizzera: in estate le erbe aromatiche bio sono richieste
20/09/2017 Regno Unito: crescente domanda di funghi coltivati localmente
20/09/2017 Lombardia: boom dei consumi delle zucche, +170%
20/09/2017 I virus che BiodiverSO ha rilevato sulle varieta' pugliesi di carciofo
20/09/2017 I peperoni e i cetrioli spagnoli attendono che l'Europa termini presto con la stagione olandese
19/09/2017 Dal Polesine le prime zucche: produzione stabile, qualita' eccellente
19/09/2017 Piccoli mercati emergenti per il pomodoro olandese
19/09/2017 Gli agricoltori professionali non temono la siccita'

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*