Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Gruppo Tiraboschi: non solo pere ma anche un'ampia gamma varietale di frutta e verdura

Savino Tiraboschi, direttore generale dell'omonimo gruppo ci racconta che la prima azienda della compagine nacque lontano 1956: "E' stato mio padre Umberto – ci dice - a fondare la prima azienda del Gruppo Tiraboschi, con l'obiettivo di commercializzare per lo più mele e pere nei mercati all'ingrosso".



A partire dagli anni '80 l'attività si è ampliata e specializzata: "Attualmente, oltre agli operatori all'ingrosso, tra i nostri clienti figurano case di riposo, ospedali, mense e comunità cui forniamo una vasta gamma varietale di frutta e verdura. Conferiamo la nostra frutta anche a supermercati, ristoranti ed enti pubblici e privati, assicurando puntualmente forniture giornaliere di prodotti ortofrutticoli freschi, secchi e derivati". 



Il Gruppo è presente con prodotti a marchio proprio nei mercati ortofrutticoli di Bergamo e Milano. Da qui giunge su tutto il territorio, in particolare il Nord Italia fino ad approdare ai principali mercati europei.

"Presso lo stabilimento di Casazza (Bergamo) ogni giorno lavoriamo e commercializziamo i nostri prodotti destinati a tutto il territorio nazionale", dice l'imprenditore (in foto).

Nel 2008 viene costituita "Ortobergamo" che si insedia presso il mercato ortofrutticolo di Bergamo e nel 2013 il Gruppo assorbe la Nuova I.A.M. storica azienda presente nel mercato ortofrutticolo di Milano specializzata nel comparto funghi e primizie. Inoltre nel 2013 entra nel Gruppo Tiraboschi la nuova "Ortolecco", specializzata alla vendita al dettaglio e all'ingrosso nella provincia di Lecco.

Nel 2010 acquista la "San Francesco", oggi primaria azienda agricola del gruppo con 40 ettari di terreni, vocati e specializzati nella produzione di pere. Oggi l'azienda, nel territorio compreso tra, Ferrara e Bologna, gestisce 110 ettari di produzione tra pere (principalmente Abate Fetel, William, Kaiser) mele, meloni, angurie, zucche.

Nel 2016 con la Confagricoltura di Bologna si è costituita "Ortoitalia", una Rete d'Impresa dove tutte le aziende commerciali e agricole del gruppo si sono riunite per una programmazione sinergica su produzione e commercio. Come? Utilizzando le strutture esistenti e programmando collettivamente le produzioni con l'obiettivo di valorizzare prodotto e territorio.



Presso i vari stabilimenti di Ferrara e Bologna, l'azienda frutticola San Francesco, oltre che produrre, conservare e condizionare i propri prodotti, si occupa di trattare in egual misura l merci conferite dai vari produttori soci. Ogni anno, presso la San Francesco a Ferrara vengono trattate circa 15.000 ton di prodotti ortofrutticoli dei quali 10mila ton solo di pere. Tutte le aziende coinvolte, ognuna per la sua parte, unite da interessi comuni, portano il Gruppo a raggiungere un fatturato totale di oltre 40 milioni di euro. Prodotti di punta sono: pere (80%), meloni, angurie, zucche e mele conferite dai produttori associati. 



La stagione produttiva e commerciale
La stagione produttiva inizia con il conferimento e la commercializzazione di asparagi nel mese di marzo di ogni anno, proseguendo con fragole, albicocche, pesche, meloni, nettarine, angurie, susine e zucche. In autunno; poi, la campagna delle pere la fa da regina. Qui vengono stoccati ingenti quantitativi in grado di soddisfare le esigenze dei clienti durante tutto il periodo invernale e primaverile.

Tiraboschi commenta: "Tutto il 2016 è trascorso con discrete soddisfazioni. Si può dire che sia stato un anno abbastanza favorevole alle produzioni frutticole, a parte qualche difficoltà di mercato per i meloni e le angurie e al neo del comparto pere, che non ha avuto la produzione attesa, registrando una flessione nei volumi pari a circa il 20%".

Per quanto attiene la campagna corrente: "Abbastanza complesso il comparto delle mele, dove c'è molta offerta e poca richiesta. Andamento inverso, invece, per le pere, che continuano a sostenere i loro prezzi grazie a notevoli richieste del mercato".



Oggi il Gruppo si rivolge principalmente al mercato interno, dove per circa il 40% sviluppa le proprie vendite all'ingrosso: il 30% è destinato alla Gdo italiana ed estera, 20% all'export in Europa e Nord Africa e il rimanente 10% al canale italiano dell'Horeca.

La selezione e il confezionamento dei prodotti sono attentamente effettuati presso ogni azienda del Gruppo, che dispone di aree e strutture appositamente attrezzate, celle frigorifere a temperatura controllata, macchine calibratrici, confezionatrici e carrelli.



Il gruppo oggi impiega circa 150 persone tra dipendenti e autonomi. Per la gestione dell'area logistica sono collocate a regime continuo oltre 80 persone tra figure commerciali, tecnici, impiegati, autisti e operai.

"Soddisfare le esigenze dei clienti - conclude Tiraboschi - è una prerogativa fondamentale per le nostre aziende. Per questo ci adoperiamo per venire incontro a ogni particolare esigenza in termini di prodotto, imballo, calibro e puntualità nelle consegne. Tutto questo richiede il massimo impegno da parte di ciascuno di noi, dalla produzione fino al cliente finale".

Contatti:
Direttore Generale
Tiraboschi Savino
Cell.: 3482721031
Email: savino@tiraboschifrutta.com

Ortobergamo s.r.l.
Via Borgo Palazzo, 207 - 24125 Bergamo
Tel.: 035 4523886
Email: ortobergamo@pec.it

Azienda Frutticola San Francesco
Via Bologna, 1036
44124 Montalbano Ferrara
Tel.: +39 0532 712884

Email: sanfrancesco@tiraboschifrutta.com
Web: www.tiraboschifrutta.com

Data di pubblicazione: 11/01/2017
Autore: Concetta Di Lunardo
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

26/07/2017 Cina: previsto un raccolto maggiore di pesche, nettarine e ciliegie
26/07/2017 L'avocado tropicale dominicano intende trovare spazio in Europa
26/07/2017 Grossi quantitativi di mango israeliani
26/07/2017 Spagna: si prevedono 20.000-25.000 tonnellate di mango
26/07/2017 Mercato positivo per il mango nonostante la concorrenza della frutta estiva
26/07/2017 Moria del kiwi, sintomi evidenti nel veronese
26/07/2017 Angurie, non c'e' mercato: la parola al produttore
26/07/2017 'Dobbiamo riprenderci il mercato italiano della frutta estiva, ma con il kiwi guardiamo oltremare'
25/07/2017 Avellino: presentata la cooperativa Nocciola Irpina
25/07/2017 La Thailandia esporta ogni anno 300 tonnellate di ananas baby
25/07/2017 Fragole di montagna: Ceradini fa centro con Fragola'
25/07/2017 Sicilia: mandorleti, vigneti e una struttura ricettiva presso l'azienda Inghisciano
25/07/2017 Polonia: ancora qualche settimana per avere un'idea chiara sui danni alle mele
25/07/2017 Interesse mondiale per le varieta' rosse di ananas brasiliano
25/07/2017 Vivai Carolus brevetta l'albero Magnum: resa superiore del 25%
24/07/2017 Norvegia: la frutta cresce grazie al riscaldamento globale
24/07/2017 Belgio: non si puo' vincere contro le uve d'importazione
24/07/2017 Russia: mele polacche distrutte e frutta kazaka restituita al mittente
24/07/2017 Romagna Summer: una nettarina che non tradisce le attese
24/07/2017 Nelle aree mediterranee le nettarine precoci hanno una minore performance commerciale

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*