Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Arriva Chicza, la prima gomma da masticare biodegradabile, a base completamente vegetale

E' stata premiata a Londra, al "Natural and Organic Products Festival", come "Miglior nuovo alimento biologico" e da alcuni mesi è già presente - con grandissimo successo - sugli scaffali di molti supermercati europei. Si tratta di CHICZA, un nuovissimo chewing-gum, naturale e biodegradabile al 100%, che "sparisce" in solo due mesi.

La gomma da masticare, nota in Italia anche con il termine anglosassone "chewing-gum" o "gomma americana" non è altro che un impasto che si ottiene dal caucciù mescolato a zucchero e ad aromatizzanti. La sua composizione fa sì che si attacchi ai pavimenti, si scurisca sino ad annerirsi a causa degli agenti atmosferici e del passaggio di pedoni e veicoli, ed è quindi conseguenza di antiestetiche macchie scure e di difficile eliminazione che imbrattano le lastre di pietra delle pavimentazioni dei nostri centri storici, delle città d'arte e dei marciapiedi.

Cosa, quindi, dire di questa nuovissima CHICZA, l'unica gomma da masticare al mondo naturale e biodegradabile al 100%? Nel giro di soli due mesi sparisce, ritornando alla terra. "Per questo - spiega Gino Di Giacomo, responsabile in Italia di questo nuovo prodotto - lo slogan della Chicza è "Viene dalla Terra e ritorna alla Terra". Diversamente dagli altri chewing-gum, Chicza contribuirà al decoro delle nostre città, dissolvendosi in poche settimane, non si attaccherà più ai nostri vestiti, scarpe, capelli ai sedili di autobus e di taxi, insomma la Chicza sarà amica di tutti!".

Coma nasce Chicza
Chicza è frutto di anni di duri sacrifici, di passione e di studi dei Chicleros (discendenti dei Maya, secondo alcuni studiosi, i primi masticatori al mondo di chicle ndr - Nella foto, un Chiclero si arrampica su un albero di Sapodilla), tenendo sempre presente la conservazione e la difesa dell’ambiente. I Chicleros hanno la seconda Foresta al mondo, dopo quella Amazzonica, e loro, insieme al Governo Messicano, si stanno impegnando per tutelarla.

I Chicleros si definiscono "Los Chicleros, Guardianes de la Selva Tropical", sono 2.136 e si sono riuniti in 56 cooperative; possiedono 1.350.000 ettari di Chicozapote, chiamati anche Sapodilla, alberi che, grazie al particolare microclima della penisola dello Yucatan, crescono solo lì. Tentativi fatti da altri nel piantare e coltivare questi alberi in alcune zone dell’Asia e dell’Africa si sono rivelati inutili.

Da quando il chewing-gum è stato brevettato nel 1866 da Thomas Adams, il chicle messicano è stato sempre usato come ingrediente base, poi abbandonato dalle Multinazionali che hanno preferito i derivati del petrolio (ecco perché quelle macchie che rimangono per terra sono nere!) e hanno preferito la delocalizzazione della produzione in Cina.

Oggi, però, il mondo ha l'occasione di riscoprire una versione tutta naturale della gomma da masticare. "Grazie di cuore - afferma Gino Di Giacomo - e un grande plauso ai "Chicleros", discendenti dei Maya!"

Chicza è disponibile in molti gusti diversi e in continuo aumento, ottenuti mediante estratti naturali: orange, lemon, spearmint, cinnamon, red fruits, peppermint, natural, naranya e hierbabuena sono finora quelli già in commercio, anche se per l'arrivo sul mercato italiano si dovrà ancora aspettare qualche mese.

Contatti:
Gino Di Giacomo - Responsabile
Chicza Italia
Tel.: +39 330 626511
E-mail: gino_digiacomo@virgilio.it
Web: www.chicza.com 

Data di pubblicazione: 09/12/2009
Autore: Rossella Gigli
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 La Corea del Sud nazione piu' innovativa del mondo per il quinto anno consecutivo
31/07/2018 Cile primo paese americano a vietare i sacchetti di plastica
31/07/2018 Con nuove tecnologie Idromeccanica Lucchini sbarca all'estero
30/07/2018 Ricercatori americani testano nanocristalli per prevenire i danni da gelo nei frutti
27/07/2018 Innovativo impianto idroponico a basso impatto ambientale: inaugurazione del progetto in Toscana
27/07/2018 Dropcopter pubblica i risultati relativi all'impollinazione con droni
26/07/2018 Progetto SoilVeg: presentati i risultati
26/07/2018 Grado di maturazione degli avocado: uno strumento lo misura
25/07/2018 Progetto B-SMART: carote e barbabietole per costruire edifici piu' solidi
24/07/2018 Sviluppare sistemi autonomi per la raccolta dei piccoli frutti
23/07/2018 La tecnologia promette di calcolare la conservabilita' reale di un prodotto ortofrutticolo
20/07/2018 Un nuovo imballaggio totalmente riciclabile conquistera' il settore ortofrutticolo
16/07/2018 Sviluppato protocollo per stampare tessuto vegetale in 3D
13/07/2018 Estratti vegetali e ipoclorito di sodio fungicidi promettenti per l'orticoltura biologica
13/07/2018 Una penna per testare la maturazione del durian
12/07/2018 La stampa 3D degli alimenti porra' fine allo spreco di cibo?
12/07/2018 Bag Fresco Senso, la novita' 2018 per anguria e melone ready to eat
12/07/2018 Raccoglitore robotizzato per angurie
11/07/2018 Linee complete di confezionamento per il segmento degli ortaggi snack
10/07/2018 Il robot Sweeper raccoglie i primi peperoni in tempo reale. Guarda il video!

 

Commenti:


La magica Chicza in 18 mesi ha avuto ben 7 premi !!!
Di Giacomo Giulio Gino, Ostia Roma, Italia (email) - 02/10/2010 16:37:42


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*