Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Danni su pero quasi incontrollati in alcune zone del Veneto. Aumento anche in Emilia

Cimice asiatica, un problema che sta esplodendo

Su pere Williams la cimice asiatica Halyomorpha halys sta facendo danni incalcolabili, specie in quelle aziende dove si è sottovalutato il problema. Senza reti e senza trattamenti adeguati, in talune aree il raccolto è compromesso al 100% e può essere destinato solo all'industria.

Frutto di Williams totalmente deformato. Azienda in provincia di Rovigo

"Il problema sta esplodendo in tutta la sua drammaticità - spiega il tecnico di Ferrara Alessandro Passerini. Alcune varietà di pero come Williams e Kaiser sono più soggette all'attacco della cimice. La scorsa settimana ho visitato un pereto, in provincia di Rovigo, la cui produzione era totalmente compromessa".



I frutti di Williams si presentavano quasi tutti deformati a causa delle punture di cimice. Passerini afferma che nel ferrarese, nelle aziende che lui segue, ha consigliato di intervenire con un primo trattamento chimico in maggio, per anticipare la moltiplicazione degli insetti.

Reti laterali aggiunte a impianto antigrandine esistente

"La chimica non è affatto risolutiva - continua Passerini - anche se, in taluni casi, è utile per contenere la popolazione. Ma occorre una strategia integrata dove il trattamento è solo una delle carte da giocare. Williams e Kaiser sono più soggette agli attacchi rispetto ad Abate in quanto vegetano di più, hanno più foglie e la cimice preferisce le zone d'ombra".



Molti agricoltori si stanno difendendo con le reti. Queste paiono al momento la soluzione migliore. Se l'impianto è nuovo, si posizionano reti a chiusura totale già concepite con un monoblocco e apertura in corrispondenza della capezzagna. Ma si ottengono buoni risultati anche andando a chiudere lateralmente gli impianti già dotati di reti antigrandine. Le cimici penetrano nel frutteto dalle zone laterali, non dall'alto, quindi le reti che hanno apertura al colmo per lo scarico della grandine vanno ugualmente bene.

Apertura in testata

H. halys è una specie polifaga, particolarmente attratta da pomacee e drupacee e gradisce oltre 300 specie ospiti. Segnalazioni sono giunte anche da Friuli Venezia Giulia, Trentino e centro Italia. Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia sono già sotto assedio da un paio d'anni.

La Cimice asiatica preferisce specie con molte foglie, in modo da proteggersi all'ombra della vegetazione

Ad un convegno, Stefano Caruso del Consorzio fitosanitario di Modena ha affermato che "le reti monoblocco, applicate a maggio, hanno mostrato un'efficacia del 93,3% rispetto ai pereti scoperti. Rispetto alle reti monofila, (tardivo con applicazione al 5-10 giugno in aziende con pressione molto elevata) l'efficacia è stata del 69,2% al centro e del 70,5% al bordo".

In Emilia Romagna si stima che i pereti protetti da antigrandine siano pari al 25%. "La monofila precoce, con applicazione a fine aprile - ha concluso l'esperto - ha mostrato un'efficacia del 99%. L'adattamento di reti antigrandine ha dato risultati più che discreti: 81,7% di efficacia al centro e 79,5% al bordo".

Data di pubblicazione: 31/07/2018
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 Pomodoro da industria: come ridurre lo scarto e aumentare il grado Brix
31/07/2018 Il settore ortofrutticolo potrebbe essere un po' piu' orgoglioso
31/07/2018 Unione europea: eccedenza commerciale nel settore agroalimentare a livelli record
31/07/2018 Buone vacanze a tutti! L'edizione italiana di FreshPlaza torna a fine mese!
31/07/2018 Focus IV gamma: i vantaggi dello schermo riflettente Lumigrey®
31/07/2018 Aeroclean della Isolcell: la conservabilita' dell'ortofrutta risulta maggiore
30/07/2018 Morto l'ex amministratore delegato Marius de Groot di De Groot Fresh Group
30/07/2018 Nuova Zelanda: al settore kiwi manca l'accuratezza dei dati
27/07/2018 Dubai: tre tonnellate di verdura al giorno nel piu' grande orto verticale del mondo
27/07/2018 I cluster di alimentazione e salute uniscono le forze
27/07/2018 Caporalato, in Emilia-Romagna 20 per cento dei lavoratori stagionali sottopagato
26/07/2018 Editing genetico, sentenza Ue: cosi' si abbatte la competitivita' dell'agricoltura italiana ed europea
26/07/2018 Germania: cresce ancora la fiducia dei consumatori
26/07/2018 Imballaggio top-seal piu' sostenibile
26/07/2018 Mutagenesi e Ogm: la Corte di Giustizia UE delude le aspettative
26/07/2018 Bandiere del gusto: la Calabria e i suoi frutti
26/07/2018 La riforma del diritto dei marchi dell'Unione Europea: brand e rappresentazione
26/07/2018 Salvo Laudani lascia la presidenza di Fruitimprese Sicilia
25/07/2018 Frutta estiva: pratiche commerciali sleali lungo la filiera provocano situazioni di crisi diffuse
25/07/2018 Pratiche sleali: Cia, Italia sostenga approvazione rapida Direttiva Ue

 

Commenti:


Il problema della cimice asiatica si diffonderà sempre più come una piaga e la chimica non sarà in grado di fermarla.
Dopo anni di studi ed esperimenti , offriamo macchina per trattamento acqua, cambiando le frequenze creiamo un disturbo letale contro ogni tipo di parassita eliminandolo completamente.
per info contattatemi via mail
Zardetto, Conegliano, Italia (email) - 31/07/2018 11:31:10


Rappresento una azienda israeliana, la PIC PLAST che produce un telo in "tessuto" di polietilene dalle incredibili dote di resistenza meccanica che permette, tra l'altro, anche di "CUCIRE" il telo stesso a una qualsiasi rete anti afidi. Dei nostri teli siffatti sono ancora in uso dopo 19 anni presso una azienda di Vignola che produce ciliegie. Credo che questo telo di questa ditta che opera nel mondo in 40 paesi, e che ha una esperienza di 40 anni in questo specifico settore, possa aiutare gli agricoltori che oltre a doversi difendere dalla cimice asiatica si devono difendere dalle piogge e altro, coprendo i frutteti.
Cordialmente
Giacomo Limentani
Giacomo Limentani, Roma, Italia (email) - 31/07/2018 08:26:42


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*