"Presentazione progetto nazionale "Gli Orti per l'Arte" con Bonduelle"

"E' stato presentato venerdi 24 maggio 2013 a Milano il progetto "Gli Orti per l'Arte"."
"E' stato presentato venerdi 24 maggio 2013 a Milano il progetto "Gli Orti per l'Arte"."
L'iniziativa e' stata presentata nella suggestiva cornice della Biblioteca Nazionale Braidense del Palazzo di Brera.
L'iniziativa e' stata presentata nella suggestiva cornice della Biblioteca Nazionale Braidense del Palazzo di Brera.
Una vista di parte della Biblioteca.
Una vista di parte della Biblioteca.
"Il tavolo dei relatori. Da sinistra a destra: Enrico Bressan (Fondaco), Andre-Yves Portnoff (Direttore Observatoire de la Revolution de l'Intelligence - Futuribles Parigi), Philippe Daverio (Prof. Universita' degli Studi di Palermo e noto critico d'arte), il coordinatore dei lavori Marco Carminati (giornalista Domenica Il Sole 24 Ore), Umberto Galassini (Amministratore Delegato di Bonduelle Italia) e Paolo Tamai (presidente di "Gli Orti per l'Arte)."
"Il tavolo dei relatori. Da sinistra a destra: Enrico Bressan (Fondaco), Andre-Yves Portnoff (Direttore Observatoire de la Revolution de l'Intelligence - Futuribles Parigi), Philippe Daverio (Prof. Universita' degli Studi di Palermo e noto critico d'arte), il coordinatore dei lavori Marco Carminati (giornalista Domenica Il Sole 24 Ore), Umberto Galassini (Amministratore Delegato di Bonduelle Italia) e Paolo Tamai (presidente di "Gli Orti per l'Arte)."
La sala.
La sala.
"Il coordinatore dei lavori, il giornalista Marco Carminati ha sottolineato che la location per la presentazione del progetto non avrebbe potuto essere piu' azzeccata: "Brera" deriva infatti da "braida", termine della bassa latinita' longobarda che significa prato, piazza erbosa, campo vicino alla citta'."
"Il coordinatore dei lavori, il giornalista Marco Carminati ha sottolineato che la location per la presentazione del progetto non avrebbe potuto essere piu' azzeccata: "Brera" deriva infatti da "braida", termine della bassa latinita' longobarda che significa prato, piazza erbosa, campo vicino alla citta'."
Verzura e cultura hanno molto di piu' in comune tra loro di quanto si possa pensare. I mercatini delle erbe e dei fiori hanno dato il nome a ben piu' di una piazza italiana e i luoghi del commercio degli ortolani sono sempre stati ubicati fianco a fianco con i palazzi e le basiliche, le fontane e i monumenti delle nostre citta'.
Verzura e cultura hanno molto di piu' in comune tra loro di quanto si possa pensare. I mercatini delle erbe e dei fiori hanno dato il nome a ben piu' di una piazza italiana e i luoghi del commercio degli ortolani sono sempre stati ubicati fianco a fianco con i palazzi e le basiliche, le fontane e i monumenti delle nostre citta'.
"Da queste premesse - e prendendo le mosse anche da una precedente analoga esperienza veneziana di successo - oggi Bonduelle Italia, azienda leader nel mercato delle verdure con sede a San Paolo d'Argon (BG), sceglie di partecipare alla tutela del patrimonio artistico italiano con il progetto "Gli Orti per l'Arte", ideato e promosso da Fondaco e "Gli Orti di Venezia". Grazie al lancio di una nuova linea di insalate, che include sette diverse referenze, Bonduelle Italia si impegna in prima linea nel finanziamento del restauro di alcuni monumenti italiani di particolare significato e valore culturale. Parte del ricavato della vendita delle insalate andra' infatti alla tutela materiale dei beni artistici."
"Da queste premesse - e prendendo le mosse anche da una precedente analoga esperienza veneziana di successo - oggi Bonduelle Italia, azienda leader nel mercato delle verdure con sede a San Paolo d'Argon (BG), sceglie di partecipare alla tutela del patrimonio artistico italiano con il progetto "Gli Orti per l'Arte", ideato e promosso da Fondaco e "Gli Orti di Venezia". Grazie al lancio di una nuova linea di insalate, che include sette diverse referenze, Bonduelle Italia si impegna in prima linea nel finanziamento del restauro di alcuni monumenti italiani di particolare significato e valore culturale. Parte del ricavato della vendita delle insalate andra' infatti alla tutela materiale dei beni artistici."
"La prima opera di restauro interessera' gli affreschi e la pavimentazione della Sacrestia e della Cupola della Chiesa di Santa Maria in Montesanto, la cosiddetta "Chiesa degli Artisti" in Piazza del Popolo, a Roma. Il retro della busta fornisce al consumatore tutte le informazioni sull'iniziativa "Gli Orti per l'Arte"."
"La prima opera di restauro interessera' gli affreschi e la pavimentazione della Sacrestia e della Cupola della Chiesa di Santa Maria in Montesanto, la cosiddetta "Chiesa degli Artisti" in Piazza del Popolo, a Roma. Il retro della busta fornisce al consumatore tutte le informazioni sull'iniziativa "Gli Orti per l'Arte"."
"Il Prof. Andre-Yves Portnoff ha fornito un'illuminante chiave di lettura del progetto, sottolineando come sia riduttivo interpretare l'innovazione solo in termini tecnologici. "La base della crescita delle imprese e della societa' nel suo complesso sta nella creativita'. Ecco perche' la tutela dell'arte e della cultura ha un profondo senso economico, che spesso sfugge alle politiche di austerity"."
"Il Prof. Andre-Yves Portnoff ha fornito un'illuminante chiave di lettura del progetto, sottolineando come sia riduttivo interpretare l'innovazione solo in termini tecnologici. "La base della crescita delle imprese e della societa' nel suo complesso sta nella creativita'. Ecco perche' la tutela dell'arte e della cultura ha un profondo senso economico, che spesso sfugge alle politiche di austerity"."
Il Prof. Portnoff ha sottolineato l'importanza di un coinvolgimento degli imprenditori e dei cittadini nella tutela del patrimonio italiano, vera ricchezza della nazione e del mondo intero; specialmente in un'epoca nella quale la politica attua continui tagli alla spesa destinata alla cultura. Fare impresa oggi, inoltre, significa re-inventarsi, lanciando messaggi di valore, senza inseguire soltanto il profitto: le persone desiderano acquistare non semplicemente una merce, bensi' fiducia, speranza e visione, facendosi parte attiva nel processo di consumo.
Il Prof. Portnoff ha sottolineato l'importanza di un coinvolgimento degli imprenditori e dei cittadini nella tutela del patrimonio italiano, vera ricchezza della nazione e del mondo intero; specialmente in un'epoca nella quale la politica attua continui tagli alla spesa destinata alla cultura. Fare impresa oggi, inoltre, significa re-inventarsi, lanciando messaggi di valore, senza inseguire soltanto il profitto: le persone desiderano acquistare non semplicemente una merce, bensi' fiducia, speranza e visione, facendosi parte attiva nel processo di consumo.
"Da parte sua, Enrico Bressan, fondatore di Fondaco, ha ripercorso l'origine del progetto, nato tre anni fa a Venezia, con il restauro della statua del "Gobbo di Rialto", reso possibile attraverso la vendita delle insalate in busta a marchio "Gli Orti di Venezia", di proprieta' di Paolo Tamai e proseguito successivamente con il restauro della statua de "Il Pescatore", nella stessa zona del mercato di Rialto. "I risultati ottenuti a Venezia ci hanno convinto che i tempi erano maturi per un'estensione dell'iniziativa a livello nazionale." In 8 anni, Fondaco ha reso possibili ben 45 restauri."
"Da parte sua, Enrico Bressan, fondatore di Fondaco, ha ripercorso l'origine del progetto, nato tre anni fa a Venezia, con il restauro della statua del "Gobbo di Rialto", reso possibile attraverso la vendita delle insalate in busta a marchio "Gli Orti di Venezia", di proprieta' di Paolo Tamai e proseguito successivamente con il restauro della statua de "Il Pescatore", nella stessa zona del mercato di Rialto. "I risultati ottenuti a Venezia ci hanno convinto che i tempi erano maturi per un'estensione dell'iniziativa a livello nazionale." In 8 anni, Fondaco ha reso possibili ben 45 restauri."
"Noi pensiamo che sia possibile un rilancio congiunto di due eccellenze italiane: l'agroalimentare e il patrimonio artistico/culturale, facendo leva su valori positivi e sul senso di appartenenza degli Italiani - ha spiegato Paolo Tamai - Crediamo di aver trovato in Bonduelle Italia il partner ideale per il conseguimento di un obiettivo che eleva e coinvolge tutti. Se portiamo l'arte e la cultura sugli scaffali dei supermercati, cio' potra' solo fare del bene alla cultura e, di conseguenza, al nostro Paese."
"Noi pensiamo che sia possibile un rilancio congiunto di due eccellenze italiane: l'agroalimentare e il patrimonio artistico/culturale, facendo leva su valori positivi e sul senso di appartenenza degli Italiani - ha spiegato Paolo Tamai - Crediamo di aver trovato in Bonduelle Italia il partner ideale per il conseguimento di un obiettivo che eleva e coinvolge tutti. Se portiamo l'arte e la cultura sugli scaffali dei supermercati, cio' potra' solo fare del bene alla cultura e, di conseguenza, al nostro Paese."
"La crisi economica, in questo contesto, puo' aiutarci, piu' che ostacolarci, dato che le persone stanno diventando sempre piu' selettive nei loro acquisti e sono attente a come e perche' spendono i propri denari", ha concluso Tamai."
"La crisi economica, in questo contesto, puo' aiutarci, piu' che ostacolarci, dato che le persone stanno diventando sempre piu' selettive nei loro acquisti e sono attente a come e perche' spendono i propri denari", ha concluso Tamai."
"Nessun altro Paese al mondo e' dotato di un patrimonio artistico cosi' prestigioso e ricco come l'Italia - ha commentato Umberto Galassini, Amministratore Delegato di Bonduelle Italia - Per questo abbiamo deciso, noi che lavoriamo in Italia con materia prima prevalentemente di origine nazionale, di concretizzare il nostro impegno nel recupero di un importante monumento italiano, con il lancio di una linea di insalate dedicata."
"Nessun altro Paese al mondo e' dotato di un patrimonio artistico cosi' prestigioso e ricco come l'Italia - ha commentato Umberto Galassini, Amministratore Delegato di Bonduelle Italia - Per questo abbiamo deciso, noi che lavoriamo in Italia con materia prima prevalentemente di origine nazionale, di concretizzare il nostro impegno nel recupero di un importante monumento italiano, con il lancio di una linea di insalate dedicata."
"Abbiamo ritenuto importante e giusto cogliere proprio ora questa opportunita' e questa sfida, perche' riteniamo che le aziende e i cittadini stiano maturando una sensibilita' nuova, in grado di comprendere e fare propria l'importanza e la spinta innovativa di iniziative di questo genere", ha sottolineato Galassini."
"Abbiamo ritenuto importante e giusto cogliere proprio ora questa opportunita' e questa sfida, perche' riteniamo che le aziende e i cittadini stiano maturando una sensibilita' nuova, in grado di comprendere e fare propria l'importanza e la spinta innovativa di iniziative di questo genere", ha sottolineato Galassini."
"In conclusione dei lavori, Philippe Daverio, Prof. di disegno industriale presso l'Universita' degli Studi di Palermo e noto critico d'arte ha definito il progetto "Gli orti per l'Arte": "Un'iniziativa di straordinaria intelligenza."
"In conclusione dei lavori, Philippe Daverio, Prof. di disegno industriale presso l'Universita' degli Studi di Palermo e noto critico d'arte ha definito il progetto "Gli orti per l'Arte": "Un'iniziativa di straordinaria intelligenza."
"Un momento dell'intervento di Philippe Daverio che ha lanciato alcuni interessanti input sulle possibili evoluzioni del progetto "Gli Orti per l'Arte", anche in vista dell'Expo 2015."
"Un momento dell'intervento di Philippe Daverio che ha lanciato alcuni interessanti input sulle possibili evoluzioni del progetto "Gli Orti per l'Arte", anche in vista dell'Expo 2015."
Foto di gruppo al termine dei lavori, anche con la Sig.ra Tamai.
Foto di gruppo al termine dei lavori, anche con la Sig.ra Tamai.
"Una curiosita' in chiusura di questo reportage. Ad aprile 2013 la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano aveva dedicato una mostra bibliografica dal titolo "L'arte di dar da pranzo" con l'esposizione di antichi volumi in tema orticolo. Ne trovate alcuni nelle foto successive."
"Una curiosita' in chiusura di questo reportage. Ad aprile 2013 la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano aveva dedicato una mostra bibliografica dal titolo "L'arte di dar da pranzo" con l'esposizione di antichi volumi in tema orticolo. Ne trovate alcuni nelle foto successive."
…
…
…
…
Questo testo sull'insalata risale al 1627!
Questo testo sull'insalata risale al 1627!

© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto