La testimonianza di Antonio J. Luis Brito (Europlatano)

Le Banane delle Canarie cercano mercati al di fuori della Spagna, ma e' difficile

Molte società e organizzazioni di produttori di banane delle Isole Canarie hanno provato a promuovere il consumo del frutto spagnolo al di fuori della Spagna, ma senza molto successo finora.

Europlátano, che aumenta la sua produzione ogni anno, prevede che il suo volume totale superi le 60.000 tonnellate nel 2018. Si tratta, probabilmente, di una delle società che sta scommettendo di più sull'introduzione delle banane delle Isole Canarie nei mercati europei. L'anno scorso, tuttavia, le esportazioni non hanno raggiunto nemmeno il 2% del volume totale; nel 2018 ci si aspetta che queste aumentino di oltre il 50% e pertanto superino il 3% della produzione complessiva. Attualmente le esportazioni hanno come destinazioni Svizzera e Francia.



Antonio J. Luis Brito, amministratore delegato di Europlátano, è convinto che per avere successo nelle esportazioni, "la strategia debba essere quella di proporre progetti di investimento a lungo termine. Vale a dire concentrarsi sul futuro. Si tratta solo di programmare referenze che soddisfino le richieste specifiche del cliente".



Antonio J. ha spiegato: "E' molto facile parlare delle possibilità che un prodotto come il nostro ha nei mercati internazionali, ma nella pratica è molto difficile venderlo. Nel nostro caso ci siamo affermati in Svizzera e Francia dopo mesi di negoziazioni, test e visite ai nostri partner stranieri E' molto importante che acquistino familiarità sia con le caratteristiche del prodotto che con l'intero processo produttivo, che è eco-friendly e assicura buone condizioni per i nostri produttori e lavoratori. Ciò giustifica alcune delle nostre certificazioni, come GlobalGAP, o quella che attesta la riduzione della nostra impronta ambientale, cosa molto importante quando si tratta di raggiungere accordi con i rivenditori europei".



La società delle Isole Canarie è presente da oltre un anno sul mercato svizzero e i volumi di banane biologiche richiesti dalla Francia si sono già stabilizzati dopo mesi di test. Secondo il CEO, questo dimostra una crescita importante, ma anche costante. "La Svizzera riceve il nostro marchio Canary Gold, che viene utilizzato per le banane di un determinato calibro e lunghezza e dal sapore eccellente. In Francia distribuiamo la nostra frutta attraverso la catena Biocoop, leader in Francia nella vendita biologica al dettaglio".



Secondo Antonio J. Luis Brito, la domanda per i prodotti biologici è in aumento, senza ombra di dubbio. Ma ovviamente per le banane è impossibile competere in termini di prezzo. Ciò che conta è il sapore e le condizioni di lavoro di chiunque faccia parte della catena di fornitura. "I consumatori si preoccupano sempre di più dell'origine dei prodotti che consumano e noi ne beneficiamo".

In Spagna, sebbene il tasso non sia elevato come in altri Paesi europei, si registra comunque una crescita a doppia cifra ogni anno, secondo il Ceo di Europlátano. "Ecco perché dobbiamo adattarci gradualmente. Vediamo sempre più prodotti biologici in vendita nei supermercati e in alcuni sono presenti anche i nostri frutti, con marchi come Gabaceras Bio o Europlátano Bio. Quindi, una parte della nostra produzione biologica viene diretta sul mercato interno e un'altra parte va in Francia attraverso Biocoop".

Per maggiori informazioni:
Elisa Martínez Duque
Europlátano
Tel.: +34 616797219
Email: eduque@europlatano.net
Web: www.europlatano.es

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018