Spagna: crescita del 31% delle importazioni marocchine di frutta e verdura

Il valore delle importazioni spagnole di frutta e verdura proveniente dal Marocco è cresciuto del 31% nel 2017, rispetto all'anno scorso, per un totale di 555,5 milioni di euro. La tendenza crescente degli ultimi anni continua e il Paese si consolida come il più grande fornitore nel mercato di importazione spagnolo. Nel frattempo, il volume è aumentato del 26%, attestandosi a 367.239 tonnellate, secondo i dati della Direzione generale delle dogane.

Negli ultimi anni, sia il valore che il volume delle importazioni di frutta e verdura spagnole dal Marocco sono cresciuti costantemente. Negli ultimi cinque anni, il valore è aumentato del 188%, passando da 192,5 milioni di euro, nel 2013, a 250,3 milioni di euro nel 2014, 337,2 milioni di euro nel 2015, 424,4 milioni di euro nel 2016 e 555,5 milioni nel 2017. In termini di volume, c'è stata una crescita del 107% negli ultimi cinque anni, con un totale che va dalle 177.097 tonnellate del 2013 alle 199.437 tonnellate del 2014, 242.172 tonnellate nel 2015, 291.694 tonnellate nel 2016 e 367.239 tonnellate nel 2017.

Il Marocco fornisce una vasta gamma di frutta e verdura, con 207.211 tonnellate di ortaggi importati, nel 2017 (+4% in più rispetto al 2016), per un valore di 286,8 milioni di euro (+16%) e 160.029 tonnellate di frutta (+72%) per un valore di 268,7 milioni di euro (+52%).

Gli ortaggi più importati sono i fagiolini, con 77.762 tonnellate (-11%) e 143 milioni di euro (+8%), ed i pomodori, con 48.425 tonnellate (+36%) e 49 milioni di euro (+52%). Altri prodotti importanti sono i peperoni, con 41.109 tonnellate (+14,5%) e 59,4 milioni di euro (+36%), le zucchine, con 11.961 tonnellate (-3%) e 12,5 milioni di euro (+42%) ed i cetrioli, con 6.306 tonnellate (+9%) e 5 milioni di euro (-1%).

Per quanto riguarda la frutta, i volumi più alti riguardano le angurie, con 61.613 tonnellate (+62%) e 33,6 milioni di euro (+72%), e le arance, con 39.047 tonnellate (+320%) e 22,4 milioni di euro (+357%). Altri prodotti degni di nota sono i piccoli frutti, in particolare i lamponi, con 13.002 tonnellate (+44%) e 77,1 milioni di euro (+40%) e i mirtilli, con 10.769 tonnellate (+42%) e 64,2 milioni di euro (+45,5%).

Nel 2017, il Marocco ha rappresentato il 22% del valore di tutte le importazioni spagnole di frutta e verdura e il 12% del volume. Il secondo maggior fornitore è la Francia, con 824.003 tonnellate nel 2017, il 3% in più rispetto al 2016, e con spedizioni per 304,3 milioni di euro (-3%).

Per la FEPEX, la forte crescita delle importazioni dal Marocco è motivo di preoccupazione, poiché la fornitura riguarda una vasta gamma di prodotti e molti di questi hanno programmi di produzione che si sovrappongono a quelli spagnoli.

Fonte: fepex.es

Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018