Il settore spagnolo degli agrumi trarra' vantaggio dal conflitto USA-Cina?

L'attuale conflitto economico tra Stati Uniti e Cina potrebbe voler dire grandi opportunità per gli agrumi spagnoli. Il 2 aprile la Cina ha introdotto dei dazi che alzeranno (tra il 15 e il 20% in più) i prezzi di 120 prodotti importati dagli Stati Uniti, tra cui gli agrumi della California.

Questo ha dato vita a Eurofreshproduce, un'iniziativa per la promozione di prodotti ortofrutticoli, che prevede un veloce tour, in collaborazione con "Cítricos de España". L'idea è quella di promuovere gli agrumi spagnoli in vari mercati all'ingrosso di importanti città cinesi, come Canton, Chengdu, Shandong e Shanghai.

"E' una buona opportunità e credo che dovremmo trarne vantaggio: il settore spagnolo degli agrumi ha subito per anni un calo dei prezzi in Europa e, inoltre, c'è una crescente concorrenza da parte di altri Paesi come l'Egitto o il Sudafrica, che stanno gradualmente ampliando la loro campagna e aumentando le esportazioni verso il mercato europeo, ed è per questo che ritengo che la diversificazione del mercato sia sempre più necessaria". Ad affermarlo Oliver Huesmann, rappresentante di Eurofreshproduce.

"C'è una grande incertezza da parte degli importatori cinesi, a causa dell'aumento dei prezzi che ha coinvolto i prodotti statunitensi e che li ha resi disponibili ad altre opzioni: la Spagna potrebbe offrire non solo un prodotto più economico e di alta qualità, ma anche livelli più elevati di sicurezza alimentare rispetto alla produzione statunitense" ha aggiunto Huesmann.

Per ora gli agrumi che potrebbero beneficiarne di più sarebbero le arance, poiché quelle spagnole guadagnano sempre più credibilità sul mercato cinese. In effetti, le esportazioni verso questo Paese sono raddoppiate rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda i limoni, nonostante ci sia anche un protocollo di esportazione, i trattamenti a freddo sono molto aggressivi e questo, insieme alle sfide logistiche, rende più difficile la loro spedizione. Infatti, da settembre a marzo sono stati spediti solo 4.000 tonnellate, il 32% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Tuttavia, secondo Huesmann, le esportazioni di limoni potrebbero aumentare per la professionalità che distingue questo settore.

Ciò significa che "non possiamo trattare, imballare o trasportare gli agrumi come lo faremmo se li spedissimo via mare in Europa". Per questo motivo il programma di questo tour in Cina includerà un colloquio con l'assessore dell'Ufficio Commerciale ed Economico della Spagna in Cina e una presentazione del mercato cinese.

Per maggiori informazioni:
Oliver Huesman
Eurofreshproduce
Email: info@eurofreshproduce.eu
Web: www.eurofreshproduce.eu

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018