Al via dalla prossima campagna commerciale per dare un futuro al settore

Odorizzi lancia le pesche e nettarine Standard e Premium

"L'Italia non può rinunciare alla leadership nel settore pesche. Ma per rimanere competitiva occorrono drastiche manovre correttive e strategie efficaci". Lo afferma Leonardo Odorizzi, operatore produttivo e commerciale veneto.



"Dopo alcuni anni di crisi profonda del settore drupacee - dice Odorizzi - e di inutile attesa circa una ripresa dei prezzi, è ora di passare ai fatti. Per questo il mio gruppo ha deciso di iniziare a occuparsi di pesche e nettarine per non rischiare di vedersi azzerare uno dei più importanti comparti agricoli del Paese. Il progetto messo in campo è affidato a un team di esperti di massimo livello, di cui faremo i nomi a tempo debito".



I punti su cui il lavoro di Odorizzi si basa sono i seguenti: filiera controllata, etica, ricaduta sul territorio in termini di occupazione, garanzia di equi stipendi, rispetto dell'ambiente, freschezza del prodotto.

"Ad esempio, occorre che i consumatori sappiano che le pesche prodotte in Italia possono passare dal campo alla tavola in poco più di 24 ore, mentre quelle provenienti dalla Spagna hanno un tempo di logistica nettamente superiore. Le pesche e nettarine italiane possono essere raccolte con un punto di maturazione più vicino a quello di consumo. E trasporti più brevi significano anche meno inquinamento ed emissioni di anidride carbonica".


Leonardo Odorizzi

La qualità potrà essere suddivisa in due categorie per soddisfare tutte le esigenze dei clienti, ma garantendo comunque gli elementi fondamentali già elencati. Le due categorie dovranno essere prodotto Standard con calibri A e B e prodotto Premium per AA e maggiori. La fornitura sarà continua grazie al coinvolgimento di tre aree produttive: Puglia, Veneto e Piemonte.

"Grazie al coinvolgimento di più Regioni, potremo garantire caratteristiche intrinseche come ad esempio il grado brix elevato per offrire al consumatore un prodotto sempre gustoso. Un po' come Zespri fece 20 anni fa, quando valorizzò non tanto la provenienza del kiwi, bensì la qualità sempre elevata e costante per tutto il periodo di fornitura".



"Per far sopravvivere il comparto di pesche e nettarine - aggiunge Odorizzi - è finito il tempo di raccogliere frutti mezzi verdi per essere sicuri, anche troppo talvolta, di raggiungere tutti i mercati senza problemi e di lavorare a macchina senza danneggiamenti. Noi vogliamo raccogliere i frutti maturi pronti al consumo per consegnarli ai nostri clienti entro 24 ore proprio per arrivare Buoni sui banchi".

"E ormai chiaro che la concorrenza spietata sviluppatasi tra le oltre 100 catene Gdo italiane tende a minimizzare i prezzi a favore di campagne pubblicitarie molto aggressive, pertanto solo prodotti speciali potranno trovare la giusta remunerazione puntando al gradimento del pubblico. Nessun buyer ragionevole potrà rinunciare a esporre un prodotto che trova gradimento fra i clienti ma soprattutto che 'vende' e quindi porta guadagno alla sua società".

"E' certo - conclude Odorizzi - che da soli non potremo risollevare l'intero comparto ma possiamo sperare di aprire la strada a importanti progetti innovativi per ridare vita a un comparto ormai in prognosi riservata".

Contatti
Odorizzi Bio Italia
Sede Operativa: Via Molinara 50
37012 Bussolengo VR
Tel. +39-045-6703089
Email: odorizzi@odorizzi.org

Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:

Commenti recenti:


Il progetto è straordinario.
Bisogna fare in modo che i nostri prodotti italiani tornino a piacere ai nostri stessi, prima che altro.
Luigi, Milano - 2018/03/14 08:32:46.000



© FreshPlaza.it 2018