I prezzi aumentano

Argentina: declino nei volumi di cipolle al Mercato Centrale di Buenos Aires

Secondo il bollettino pubblicato dal Mercato Centrale di Buenos Aires, nella stagione 2017, l'offerta di cipolle ha registrato una riduzione, passando da 114.934 tonnellate nel 2016 a circa 108mila ton nel 2017.

Inoltre, l'anno scorso il prezzo della produzione interna è aumentato, mentre quello delle cipolle d'importazione ha registrato un calo. Tra aprile e agosto non ci sono state importazioni di cipolle, perciò il Mercato Centrale di Buenos Aires ha accolto solo la produzione nazionale.

Dal 2001 a questa stagione le spedizioni dalle province di Santiago del Estero e dal Brasile sono diminuite del 37,7% e 73,4%, rispettivamente, cosa che spiega parte delle perdite totali di questa stagione.

Nel frattempo l'offerta dalla provincia di Jujuy ha sperimentato un incremento del 76,8%. Le province di Buenos Aires, Santiago del Estero, Mendoza, Río Negro e il Brasile hanno prodotto oltre il 95% di tutte le cipolle inviate al Mercato Centrale nel 2017. La fornitura di Buenos Aires era in testa con il 55,1% del totale, seguita da quella di Mendoza e Río Negro con il 12,4% ciascuna e la provincia di Santiago del Estero con il 6,8%.

Il 94,6% delle cipolle appartiene alla tipologia commerciale Valenciana, il 4,8% alla Valencianita e lo 0,5% alla Colorada. Le altre varietà distribuite sono Optima, Chata Blanca, Torrentina e White.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018