Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La svizzera Seeland BIO Christen Gemüse offre cavolo riccio biologico per la prima volta

"L'ultima nevicata potrebbe creare un piccolo gap di fornitura"

A partire dall'anno scorso l'azienda agricola biologica Seeland BIO Christen Gemüse coltiva il cavolo riccio nel cuore del Seeland, in Svizzera.

Il raccolto invernale viene fornito principalmente ai negozi Migros dei cantoni circostanti, spiega il direttore dell'azienda agricola Bruno Christen. "Siamo riusciti a raccogliere i primi lotti a metà ottobre, ma a causa delle nevicate abbiamo dovuto fare una breve pausa nei giorni scorsi. Dato che di solito possiamo conservare il cavolo riccio solo per una settimana, l'ondata di freddo potrebbe anche portare a un piccolo gap di fornitura nel breve tempo".

Nei suoi terreni l'agricoltore biologico produce sia la comune varietà verde che il meno familiare cavolo riccio rosso. Christen dichiara: "È interessante notare che quest'ultimo sembra affrontare meglio il clima, perché in confronto abbiamo avuto un po' più di problemi di qualità con il cavolo verde".

Nel punto vendita, entrambe le varietà saranno offerte in un'unica confezione. "Se i rivenditori sono interessati, vorremmo offrire il cavolo riccio rosso e quello verde anche singolarmente. Come confezione combinata, il cavolo riccio è ben accolto dai consumatori, anche grazie al marketing e a tutte le informazioni diffuse a riguardo, ad esempio nella rivista Migros".


Bruno Christen coltiva cavoli ricci biologici rossi e verdi su circa 0,5 ettari. Tra le colture più importanti dell'azienda ci sono le carote biologiche, ad esempio, che vengono coltivate su 15 ettari.

Trattandosi di una coltura completamente nuova, il primo anno di coltivazione serve soprattutto ad acquisire esperienza e know-how, secondo Christen. "La qualità dei prodotti è stata finora abbastanza buona, ma vedo ancora un potenziale di miglioramento. Dopo tutto, il cavolo riccio è molto delicato nella coltivazione. Non deve ricevere troppa neve e gelo, ma non deve nemmeno fare troppo caldo, in modo che cresca bene e in modo uniforme. In un certo senso, dobbiamo ancora imparare a gestire queste sfide".

A complicare le cose, secondo Christen, c'è anche l'aumento esponenziale e pervasivo dei costi della produzione di ortaggi. "I prezzi dei produttori sono buoni. In tutta la gamma vediamo un'offerta eccessiva di verdure biologiche in Svizzera, che a sua volta influisce sui prezzi. È proprio questo che ci ha spinto ad ampliare il nostro portafoglio, ed è per questo che ora coltiviamo oltre 30 colture, sia in campo aperto che in serra".

In generale, l'azienda guarda al successo della campagna di coltivazione all'aperto. "Siamo riusciti a registrare buone rese per tutte le colture, tranne che per il sedano rapa".


Si prevede che il cavolo riccio possa essere raccolto e commercializzato a marzo.

Per maggiori informazioni:
Bruno Christen
Betriebsleiter Büchslen
Seeland BIO
Oberdorf 15
3215 Büchslen - Svizzera
+41 79 211 80 13
b.christen@seelandbio.ch 
www.seelandbio.ch


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto