Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Leonard Droomer - Dreemfruit

"Abbiamo scelto le drupacee perché rappresentano una sfida"

Dieci anni fa non c’era che uva da tavola nella Breede Valley, nella provincia del Capo Occidentale in Sudafrica. Ma coltivare per l'industria vinicola è un'attività difficile in cui "ci siamo esercitati senza soldi" scherza Leonard Droomer, amministratore delegato della Dreemfruit.

Sebbene il settore vinicolo sia difficile, non è rischioso come le drupacee, né ugualmente redditizio. "Un buon lotto di drupacee rende tre volte di più di un buon lotto di uva da vino", sottolinea Droomer. "Il raccolto di uva da vino non è mai un fallimento totale, ottieni sempre il tuo raccolto, anche se il mercato è in crescita o in calo, mentre con le drupacee potresti facilmente non produrre alcunché".

Ad esempio, a dicembre c'erano tre cultivar di nettarine che non sono state esportate a causa della pioggia, e sono state invece inviate al mercato locale dove i prezzi erano bassi e la domanda non era molto alta. Per ottenere rendimenti apprezzabili, l’azienda deve esportare dall'80 al 90% delle sue drupacee.

Leonard Droomer della Dreemfruit in un lotto di nettarine a buccia gialla della serie Nectagold

C'è stata una buona allegagione quest'anno, i frutti sono di calibro più piccolo e la produzione è in anticipo da 7 a 10 giorni. "Abbiamo scelto le drupacee perché è una coltura difficile. Sembra che ci siano sfide più grandi all'inizio. Si lavora per ore: la mattina decidiamo cosa raccogliere, in base ai livelli zuccherini. Con colture come pere o agrumi, possiamo pianificare la settimana in anticipo. Abbiamo capito invece che un'azienda di drupacee non può diventare una mega azienda agricola che pianta migliaia di ettari, come si fa con gli agrumi".

Nell’ambito di un interesse verso cultivar di nicchia, le pesche piatte sono state una delle prime varietà ad essere impiantate: tuttavia, da allora tutte le cultivar precoci sono state eliminate e sostituite da altre. Dreemfruit è entusiasta delle nettarine piatte che sta testando.

Nuovi lotti di prova di macadamia

La resistenza alla pioggia è diventata una caratteristica importante
Nei suoi lotti di coltivazione sperimentale, la Dreemfruit coltiva circa 250 nuove cultivar di nove diversi proprietari IP.

Secondo Droomer, nell’ambito del segmento delle nettarine, le cultivar club non esisteranno più tra cinque anni. "Dalla settimana 45 alla settimana 52, si può scegliere tra tre buone cultivar ogni settimana, e i coltivatori hanno solo l'imbarazzo della scelta. La Buffat PSB ha rivoluzionato il modello di nettarina quando ha rilasciato le sue cultivar".

La Dreemfruit sta cercando in particolare nuove cultivar resistenti alla pioggia, visto che ne cadono 80 mm, oltre alla normale stagione delle piogge, in alternativa alla varietà Alpine, per esempio. Droomer dice che nella loro zona è molto importante anche fare test sul batterio Xanthomonas.

"Stiamo testando anche le ciliegie, cercando quelle con meno fabbisogno di ore di freddo", afferma Droomer. "La prossima stagione, per diversificare ulteriormente la nostra offerta, pianteremo Tango e Octobrina. Le varietà saranno commercializzate da AMC. Il nostro obiettivo finale è raggiungere 40 ettari di nettarine. A livello locale lavoriamo con PicknPay. Collaboriamo con Delecta sui programmi per supermercati nel Regno Unito e in Europa".

Dreemfruit ha investito in una selezionatrice Packman

Futuro incerto dell'industria conserviera
Il futuro dell'industria conserviera sudafricana è incerto. La Langeberg & Ashton, che quest'anno potrebbe esaurire le ultime 70.000 tonnellate, lascerebbe solo il Rhodes Foods Group a operare in questo settore in Sudafrica, apparentemente con profitto.

La chiusura del secondo conservificio del Sudafrica influenzerà inevitabilmente il mercato delle drupacee fresche. Nel frattempo, le drupacee sono in crescita e l'aumento dei volumi creerà qualche incertezza.

L'obiettivo è gestire il rischio, diversificando e aumentando il periodo di raccolta. "Raccoglieremo drupacee da ottobre a marzo, uva da vino da febbraio/marzo e poi agrumi da aprile ad agosto. Le uve da vino faranno sempre parte della nostra gamma, ma rappresenteranno una quota inferiore. Abbiamo lanciato il nostro marchio di vini (Cape Fold) un anno fa", afferma Droomer.

Far fronte alle interruzioni di corrente
Quest'anno, i grandi progetti dell’azienda riguardano l’installazione delle reti sui frutteti e l’ottimizzazione del loro consumo di elettricità, considerate le molte ore di interruzioni di corrente, giorno e notte.

"Usiamo l'elettricità solo da ottobre ad aprile. Strategicamente, abbiamo deciso di aumentare la nostra capacità di pompaggio dalle dighe. Normalmente per portare a termine il nostro ciclo irrighiamo per 18 ore, ora vogliamo essere in grado di completarlo in 10 ore, in modo che se rimaniamo stabili al livello 6 di distribuzione del carico, abbiamo abbastanza ore per lavorare nell’azienda. Al momento utilizzano un generatore per il capannone e la cella refrigerata, ma non per l'irrigazione".

Meno ore disponibili per irrigare, a causa dei tagli all'elettricità in Sudafrica

"Quest'anno è una stagione di sopravvivenza. Le persone si lamentano di altre cose oltre al meteo, il che significa che ci sono alcuni problemi seri da affrontare. Ogni anno, la luce alla fine del tunnel diventa più luminosa, ma il tunnel si allunga", dice Leonard.

"Sono sicuro di tutto ciò che possiamo gestire, ma sono le cose fuori dal nostro controllo - i prezzi dei fertilizzanti, i costi degli input, il porto - a definire il nostro futuro. Prima si temeva solo il meteo, ora è al quinto posto della lista di cose di cui preoccuparsi".

Per maggiori informazioni:
Leonard Droomer
Dreemfruit
+27 82 774 6841
leonard.droomer@dreemfruit.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto