Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Pol Dendauw - Calsa:

"Gli ottimi prezzi dei porri reggeranno sino alla fine di febbraio"

I porri belgi sono stati venduti a caro prezzo per tutta la stagione. "In Belgio il mercato è soddisfacente al momento. Il commercio sta procedendo abbastanza bene e si ritiene che i prezzi elevati continueranno sino alla fine di febbraio", afferma Pol Dendauw dell'azienda Calsa.

Dopo un anno estremamente difficile, quest'anno il mercato dei porri sembra essersi ripreso abbastanza bene. Per Calsa questo ortaggio invernale è uno dei prodotti principali in gamma. Tuttavia, mentre la scorsa stagione c'era molta offerta sul mercato, la domanda complessiva è stata molto deludente. "Ha portato a prezzi irresponsabili. All'epoca i coltivatori sono stati costretti a vendere i porri in perdita, ma in questa stagione i prezzi sono rimasti intorno all'euro per circa un mese".

Il commerciante ritiene che ci siano diverse ragioni per il miglioramento del mercato dei porri. "L'anno scorso il prezzo si aggirava intorno a 0,25 euro. Tuttavia, le cattive condizioni di coltivazione hanno ha generato una minore quantità di piante. Inoltre, abbiamo affrontato un'estate secca, che ha portato a una resa inferiore per ettaro".

Di conseguenza, i prezzi rimangono bloccati a un livello elevato e Pol non prevede che la situazione cambi a breve. "L'offerta rimarrà piuttosto limitata almeno fino all'inizio di marzo, quindi i porri saranno costosi fino alla fine di febbraio. Il commercio sta comunque andando bene con questi prezzi stabili. Quando il mercato subisce forti oscillazioni, nessuno osa comprare. La gente è ormai abituata ai prezzi alti, quindi tutto va bene. Mi aspetto che le quotazioni tornino a scendere verso la metà di marzo, ovvero quando la domanda tradizionalmente rallenta di nuovo. Poi ci avvieremo verso i caldi mesi estivi e, per molti, i porri rimangono una tipica verdura invernale".

Attualmente Calsa esporta i suoi porri in gran parte dell'Europa. "La Germania è un buon mercato, l'Italia e la Spagna vanno abbastanza bene e anche la Polonia e la Repubblica Ceca stanno acquistano volumi. In realtà l'unico Paese che non sta acquistando molto al momento è la Francia. Ciò è dovuto principalmente al fatto che hanno una produzione propria, quindi sono abbastanza autosufficienti. A parte questo, non possiamo certo lamentarci della domanda".

Per maggiori informazioni:
Pol Dendauw
Calsa 
Roeselaarsestraat 9b
8850 Ardooie, Belgio
+32(0) 51 74 73 74
pol@calsa.be  
www.calsa.be


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto