Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

José Antonio García, direttore della Ailimpo: "Non comprendiamo la pressione di alcune catene nel fare promozioni"

"Il raccolto inferiore di limoni contribuisce a riequilibrare domanda e offerta"

C'è ancora stabilità sul mercato europeo dei limoni. La campagna spagnola è iniziata con un raccolto più tardivo del solito e con volumi inferiori rispetto alla stagione precedente, e questo, secondo il direttore dell'Associazione Interprofessionale Limoni e Pompelmi (Ailimpo), José Antonio García, "sta consentendo un equilibrio tra domanda e offerta e una situazione relativamente strutturata nella commercializzazione”, nonostante le esportazioni siano diminuite.

I prezzi sono stabili e oscillano tra 0,35 e 0,40 euro al chilogrammo all'origine, un po' di più rispetto alle campagne precedenti. Tuttavia, i volumi di limoni Fino esportati dall'inizio della campagna sono tra il 7 e l'8% inferiori a quelli della stagione 2021/22 e si attestano al di sotto della media degli ultimi 4 anni, il che comporta che parte delle perdite di produzione iniziali abbiano portato a un calo del raccolto e delle esportazioni.

Arranca en España la campaña del limón con la previsión de una caída en la  producción del 23%

"Come di consueto, la domanda a gennaio è stata finora fiacca, dopo gli eccessi del periodo natalizio. Tuttavia, siamo fiduciosi in una ripresa dei consumi a febbraio. C'è una certa pressione da parte di alcune catene di supermercati perché vengano lanciate delle promozioni come strategia per aumentare le vendite", ha dichiarato José Antonio García. "Sinceramente, non credo che queste cosiddette promozioni abbiano senso, considerando che la minore offerta disponibile in questa stagione tiene in equilibrio la domanda e l'offerta".

Secondo il direttore di Ailimpo, "la concorrenza turca è stata molto bassa fino a Natale, a causa del forte calo della sua produzione di Interdonato, dovuto alle gelate. Tuttavia, dall'inizio di gennaio, le esportazioni dalla Turchia sono riprese con la varietà Lamas e buoni volumi che stanno esercitando maggiore pressione sui mercati dell’Europa orientale.

La produzione spagnola di limoni quest'anno è stata caratterizzata da una carenza di calibri grandi, una tendenza osservata in tutta la famiglia degli agrumi. Il limone, insieme al pompelmo, è l'agrume che proporzionalmente ha registrato la maggiore crescita della superficie coltivata nel 2022, rispetto all'anno precedente. "Questo aumento sta ora iniziando a rallentare, poiché non è consigliabile mantenere tale tendenza, tenuto conto che con la superficie disponibile, c'è già un potenziale produttivo significativo, e c'è anche incertezza per quanto riguarda la disponibilità di acqua nei prossimi anni", ha dichiarato José Antonio García.

In primavera inizierà la raccolta dei limoni Verna con la prospettiva di raggiungere un volume simile a quello della scorsa stagione. "Stiamo rivedendo la stima della produzione, che prevediamo di aggiornare e pubblicare alla fine di gennaio. Il calo della produzione potrebbe essere un po' più marcato di quanto precedentemente annunciato".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto