Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Benny Cuypers - BelOrta:

"Le verdure invernali tradizionali colmano la mancanza di prodotti coltivati in serra"

Il fatto che quest'inverno non ci siano praticamente più ortaggi di serra olandesi o belgi non deve sorprendere, ma le "tradizionali verdure invernali belghe" sembrano riempire il vuoto di questa offerta locale. "A quanto pare molti ortaggi invernali sono nella mente dei consumatori, perché c'è comunque una buona domanda", dice Benny Cuypers, di BelOrta."Il porro è andato piuttosto bene per tutto l'autunno - continua Benny - Ciò è dovuto principalmente alla resa nei campi. Non sono cresciuti molto bene. Se a ciò si aggiunge una buona domanda, si ottengono prezzi interessanti. Il prodotto ha anche avuto una spinta all'inizio di dicembre, a causa delle giornate fredde e, nelle ultime settimane, abbiamo visto prezzi vicini all'euro".

Per quanto riguarda l'indivia la situazione è molto diversa rispetto agli anni precedenti. "Possiamo anche parlare di un po' di scarsità nel mercato. I volumi che arrivano sul mercato nei paesi che tradizionalmente consumano indivia, come i Paesi Bassi, il Belgio e la Francia, sono chiaramente inferiori rispetto agli anni precedenti, perché il raccolto ha risentito della siccità estiva". Di conseguenza, vengono pagati dei bei prezzi, secondo Benny. "Per Capodanno possiamo parlare di prezzi molto buoni. Poi la settimana successiva c'è stata una piccola flessione, ma nei giorni scorsi le quotazioni sono state in netta ripresa, con valori intorno a 1,50 euro/kg".

La tendenza sembra riguardare l'intera gamma di ortaggi invernali, dato che anche per i cavoli l'offerta è leggermente inferiore rispetto agli anni precedenti. "Di conseguenza, i cavoli cappuccio ricevono prezzi buoni. L'offerta e il peso dei cavoli non sono elevati a causa della siccità estiva, come già detto. La verza ha attraversato un periodo un po' più difficile prima di Capodanno, ma dopo la fine dell'anno c'è stata una ripresa anche per questo prodotto. La domanda è chiaramente aumentata. Non ci sono ancora veri e propri picchi, ma va bene lo stesso".

"Anche gli altri nostri ortaggi, come il ravanello nero, le rape, le pastinache e i cavoletti di Bruxelles, sono sulla stessa barca - conclude Benny - Una domanda relativamente buona con un'offerta minore. Per quanto riguarda le rape, vediamo che hanno sofferto un po' per il clima invernale all'inizio di dicembre. Ciò comporta un maggiore lavoro di smistamento, che limita un po' l'offerta. Tuttavia, nel complesso, i consumatori sembrano optare di più per le verdure invernali".

Per maggiori informazioni:
Benny Cuypers
BelOrta
Mechelsesteenweg 120
B-2860 Sint-Katelijne-Waver, Belgio
+32 (0)15 55 11 11
info@belorta.be   
www.belorta.be


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto