Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Francisco Manuel Martín, Agrogades:

"C'è già richiesta di carote da pelare, mentre di solito inizia in primavera"

La campagna delle carote è iniziata a novembre a Cadice, in Spagna, dopo la delicata situazione affrontata dal settore nel 2022. "L'anno scorso è stato un disastro", ha dichiarato Francisco Martín della Agrogades, azienda specializzata nella produzione di carote per l'esportazione. "Più del 95% dei nostri volumi sono commercializzati attraverso i programmi, quindi siamo riusciti a vendere praticamente tutto quello che avevamo in campo. Dei 100 ettari coltivati, abbiamo dovuto distruggerne solo uno, una quantità trascurabile. In questo senso, ci sentiamo privilegiati, perché alcuni coltivatori sono stati costretti a distruggere interi campi".

"La situazione ha colpito più le carote pelate che quelle a mazzi che, in generale, godono di una maggiore stabilità. Da un lato, le carote a mazzi sono destinate solo ai supermercati, perché non c'è un grande mercato al di fuori di quello, e dall'altro, l'offerta invernale arriva principalmente dalla provincia di Cadice. In questi mesi c'è solo una piccola produzione a Siviglia e Huelva, oltre che in Italia, che è molto concentrata sull’esportazione in Germania, mentre noi ci concentriamo su Paesi Bassi e Belgio".

In effetti, Cadice è di gran lunga la più grande regione di produzione di carote dell'Andalusia. Nell'ultima campagna 2021/22 ha rappresentato il 67,8% della superficie andalusa dedicata alla sua coltivazione, nonché il 72,3% del volume totale. "Tuttavia, quest'anno sono state piantate meno carote", ha affermato Francisco. "La situazione affrontata lo scorso anno dal settore delle carote da industria ha condizionato la semina di quest'anno. Molti coltivatori e aziende hanno subito un duro colpo e, come di solito accade dopo una campagna così negativa, meno 'outsider' hanno piantato il raccolto".

"Inoltre, abbiamo a che fare con una grave siccità da due anni, specialmente nel 2022, quindi c'è meno terra disponibile per la semina. Nella nostra area di Chipiona e Sanlúcar abbiamo ancora acqua, ma l'area di Lebrija, che tradizionalmente ha centinaia di ettari di carote, quest'anno non ne ha quasi più".

Nella cittadina sivigliana la situazione è diventata critica, e non solo per le carote. Infatti, il settore del pomodoro, che è uno dei più importanti per la regione, sia a livello economico che sociale, è stato il più colpito dalla siccità. "È stata una vera catastrofe. Nel nostro caso, abbiamo dovuto spostare parte della nostra produzione di carote a mazzi e cavolfiori a Villamartin e Arcos de la Frontera, per essere sicuri di avere abbastanza terreno irrigato".

"Per ora la domanda è piuttosto tranquilla", ha detto Francisco Martín. "Uno dei possibili motivi potrebbe riguardare l'altro grande problema che sta affrontando il settore, ovvero l'aumento dei costi. I supermercati sono riusciti ad aumentare leggermente i prezzi delle carote a mazzi, ma la domanda ha risentito di questi aumenti. I volumi che stiamo vendendo possono essere considerati quasi normali, ma non vediamo l’entusiasmo degli altri anni".

Se c’è carenza di carote, come previsto in questa stagione, sono tutte buone
"A causa della carenza d'acqua si è seminato meno in Spagna, ma anche nel nord Europa, che ha meno carote in giacenza. Infatti, mentre la richiesta di carote da pelare inizia solitamente in primavera, quest'anno c'è già movimentazione sul mercato".

Qualsiasi cosa accada nel segmento delle carote da industria, secondo Francisco, influenzerà notevolmente le carote a mazzi: spinge i prezzi al ribasso quando sono bassi, e mette i prezzi sotto pressione quando c'è una carenza di prodotti, come quella prevista quest'anno.

"In una situazione disperata, le carote a mazzi possono essere utilizzate come alternativa sul mercato della pelatura. Ci sono alcune varietà con cui l'industria ha qualche problema perché sono più delicate e i macchinari le danneggiano di più. Ma quando c'è carenza di carote, come potrebbe accadere in questa stagione, sono tutte buone".

Per maggiori informazioni:
Agrogades
Ctra. Chipiona - Jerez de la Ftra. Km 1,5
11550, Chipiona, Cádiz, Spagna
+34 646 412 754
fmartin@agrogades.es
agrogades.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto