Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Helien Verhagen, East4Fresh

"Con le nostre patate dolci portoghesi, vogliamo concentrarci sui diversi colori e sapori"

"Sentiamo molte voci sul mercato secondo cui le vendite di patate dolci sono in difficoltà e l'inflazione sta impattando pesantemente sulle vendite biologiche", dice Helien Verhagen della East4Fresh. "Sinceramente non capisco questo negatività. Stiamo andando incredibilmente bene. Stiamo crescendo del 25% ogni anno e vogliamo addirittura raddoppiare le nostre piantagioni biologiche in Portogallo il prossimo anno".

"Fino al 2010, importavamo molti prodotti dall'Asia. Ma abbiamo smesso. Questi possono essere coltivati altrettanto bene in Europa. Prendiamo ad esempio le nostre patate dolci: le coltiviamo e le portiamo a casa dei nostri clienti in Germania, Paesi Bassi e Scandinavia, pochi giorni dopo la raccolta. Anche noi siamo molto più coinvolti nella coltivazione e possiamo quindi garantire la sicurezza alimentare", afferma Helien.

In Portogallo, la coltivazione delle patate dolci della East4Fresh, in particolare quella delle varietà biologiche, sta andando bene. Un motivo per cui l'azienda espanderà la sua coltivazione biologica di 30 ettari l'anno prossimo, oltre ai 160 ettari che già coltiva in Portogallo.

"In questi giorni, altri Paesi che coltivano biologico stanno abbandonando il mercato. Vogliamo allungare la stagione portoghese fino a giugno. Stiamo cercando di prolungare la stagione europea. In estate siamo ancora costretti a importare patate dolci dal Sudafrica. Ma noi iniziamo la stagione già a fine settembre con le patate dolci dal Portogallo. I prodotti biologici seguono a metà novembre. Quest'anno abbiamo accesso a un raccolto eccellente. La carenza d'acqua è ancora un problema in Portogallo, ma il mese scorso è piovuto tanto e ora abbiamo molta acqua a nostra disposizione", spiega Helien.

La East4Fresh coltiva principalmente la varietà Bellevue, ma sta lavorando duramente allo sviluppo della Murasaki bianca e delle nuove varietà di patata dolce viola. "La patata dolce a pasta bianca eccelle in ogni test di assaggio. Ma gli europei devono ancora imparare a mangiarla. Avverrà naturalmente. Le patate dolci a pasta arancione sono diventate comuni. Ora è il momento di concentrarsi maggiormente sulla diversità di colore e sapore. Quindi, è fondamentale non inondare immediatamente il mercato, ma individuare le vere necessità".

Oltre alle patate dolci, East4Fresh vuole ampliare la sua linea portoghese nei prossimi anni per includere prodotti come zucche e Bok Choi. "Abbiamo stipulato un contratto con una catena asiatica in Portogallo che forniremo dal campo alla tavola. Apprezzo che i retailer riflettano attentamente sulle loro promozioni per mantenere alta la produttività", continua Verhagen.

"Ad esempio, di recente abbiamo avuto una promozione di Bok Choy, impensabile in passato durante la settimana di Capodanno. Tuttavia, penso che i prodotti biologici dei retailer siano troppo costosi. Se venissero forniti a un prezzo più basso, gli acquisti biologici diventerebbero più accessibili per molti consumatori".

Iniziare a trasformate i flussi residui dei prodotti portoghesi è un ambito di azione per il 2023. "Abbiamo molte idee per trasformarli in polveri, farine e puree come ingredienti per frullati, zuppe e pane senza glutine, fra gli altri. Pertanto, possiamo ridurre al minimo lo spreco alimentare e operare a un livello di sostenibilità senza precedenti", conclude Helien.

Per maggiori informazioni:
Helien Verhagen
East4Fresh / Color2Food
Tel: +31 (0) 174 535 353
Cell: +31 (0) 683 244 661
helien@east4fresh.nl  
www.east4fresh.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto