Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Seminis

E' Ottaviano il finocchio imperiale protagonista dei campi di dicembre

Una conquista in piena regola: areale dopo areale, campo dopo campo, il finocchio Ottaviano, novità Seminis per il ciclo invernale, ha raccolto consensi e convinto agricoltori e commercianti già al primo banco di prova.

La varietà, adatta a trapianti dai primi di settembre a metà ottobre in tutti gli areali votati alla coltivazione del finocchio, ha confermato le sue caratteristiche di pianta sana, produttiva e tollerante alle basse temperature.

Nelle raccolte di dicembre i grumoli hanno soddisfatto le aspettative, presentandosi tondi, uniformi e di buon peso specifico, con canne erette e cicatrice piccola. 

Ed è solo l'inizio, perché la storia in campo di questa interessante varietà proseguirà sicuramente fino a tutto il mese di febbraio!

Un bilancio senz'altro positivo. E non è un caso che Leonardo Buffo dell'Azienda Agricola Guzzetti della provincia di Foggia, uno dei pionieri che ha scelto di dare fiducia a Ottaviano, parli di lui definendolo un "Augusto anticipato, con una buona tenuta in campo".

Chi si occupa di finocchio invernale sa perfettamente a quale varietà faccia riferimento: Augusto è uno dei blockbuster del catalogo finocchio Seminis, apprezzato da molti anni per le eccezionali caratteristiche di rotondità e tenuta di scaffale del suo grumolo.

Il finocchio Ottaviano ad Acerra

Tutte caratteristiche ereditate dalla novità Ottaviano ma con un'importante differenza, il ciclo. Perché la novità Seminis ha un ciclo di 100-120 giorni, che anticipa di qualche settimana quello del suo antesignano Augusto, garantendo un finocchio di qualità elevata con una finestra di raccolta più ampia.

Un vantaggio che non sfugge a Silvio Pedone, dell'omonima azienda agricola che opera sempre nel foggiano: "Ottaviano è un'ottima varietà di Seminis che arriva a maturazione in un periodo importantissimo per il finocchio, andando a soddisfare una richiesta sempre crescente di prodotto di qualità da parte dei commercianti e della grande distribuzione".

D'accordo anche Vito Sorino dell'Azienda Agricola Il Vignale: "Ottaviano si è comportato molto bene nei trapianti della prima settimana di settembre.  Ci permette di avere un buon prodotto a metà dicembre!"

Oltre all'areale foggiano, la varietà è stata apprezzata anche nelle altre zone precoci della penisola, come l'aerale di Acerra. Da Maddaloni (provincia di Caserta), Enzo Loffredo dell'omonima azienda agricola non ha dubbi: "Un ottimo finocchio, bianco, tondo e ben presentabile. Perfetto sia per l'esportazione che per il mercato interno".

Non mancano riscontri anche dal Centro Italia, dove Salvatore Passariello (nella foto a destra), rappresentante di vendita Seminis per la zona, testimonia: "Sia sulla fascia Tirrenica che su quella Adriatica, Ottaviano ha dimostrato di essere un finocchio premium per le raccolte di dicembre. La new entry di Seminis è stata particolarmente apprezzata per la sua rusticità, nonostante le difficili condizioni climatiche e l'andamento altalenante dei mercati che ha contraddistinto questo periodo. I grumoli sono eleganti e di pezzatura uniforme, con canne spesse e ben erette. La loro conformazione e la piccola cicatrice di taglio comportano, inoltre, il duplice vantaggio di agevolare notevolmente le operazioni di lavorazione e di garantire un'ottima tenuta in post raccolta".

Da sinistra: Leonardo Buffo, Vito Sorino e Silvio Pedone, entusiasti delle prestazioni in campo di Ottaviano

Insomma, se è vero che chi ben comincia è a metà dell'opera, il finocchio Ottaviano promette di far parlare di sé nelle prossime stagioni e conferma l'altissima qualità dell'offerta Seminis per quanto riguarda il ciclo invernale.

Clicca qui per saperne di più sul finocchio Ottaviano. 

Per richiedere maggiori informazioni sull'offerta Seminis: 
Elisabetta Martella - Responsabile Tecnico Finocchio
+39 342 1888660


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto