Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

L'Argentina spera di avere una migliore stagione di esportazione delle pere nel 2023

A partire da gennaio 2023, le pere argentine saranno spedite ai mercati mondiali di Asia e Medio Oriente, Nord America, Europa e Sud America. Secondo Damian Zetone, direttore commerciale della argentina Fruit World, i  primi segnali dai mercati mostrano interesse per le pere William, Beurre D'Anjou e Packham.

"Attualmente stiamo negoziando con diversi clienti per raggiungere accordi per la stagione. Il nostro obiettivo è quello di ampliare la rete di clienti, garantendo sempre un prodotto di alta qualità". 

Zetone spera che il settore argentino delle pomacee sperimenti una stagione migliore dopo le sfide della campagna 2022. "La stagione delle pere 2022 è stata più complessa del previsto: la guerra e gli aumenti delle tariffe di spedizione hanno avuto un forte impatto sull'attività a livello mondiale. A causa di questo scenario, abbiamo cambiato rotta e il volume è stato assorbito principalmente da Sud America, Israele, Singapore, Nord America e altri mercati specifici in Europa, che non sono stati particolarmente colpiti. Ciononostante, siamo riusciti a portare avanti il nostro piano commerciale senza grossi problemi, grazie all'alta qualità dei prodotti e al controllo delle scorte. Crediamo che possedere un prodotto di alta qualità aiuti a fare la differenza per affrontare qualsiasi evenienza. Per la stagione 2023 prevediamo di espandere la nostra attività in diverse regioni, ma soprattutto in Nord America e in Asia, dove vediamo che c'è spazio per crescere", spiega Zetone.

Fruit World, che gestisce i marchi Don Elias e Los Andes, è una società con sede nell'alta valle del Rio Negro, in Patagonia. L'azienda ha in mano l'intero processo di produzione, il che significa che la frutta viene prodotta e coltivata nei propri frutteti locali. Dopo la raccolta, la frutta viene confezionata nelle proprie strutture di confezionamento.

"L'azienda è nota per la sua vasta esperienza commerciale, essendo stata per lungo tempo uno dei maggiori esportatori di pere e mele in tutto il mondo. Gestire l'intero processo produttivo, ci permette di garantire il raggiungimento della migliore qualità dei nostri prodotti e il pieno controllo su di essi".

Attualmente la produzione è composta principalmente da pere (80%) e mele (20%), che vengono esportate in tutto il mondo e vendute attraverso i marchi Don Elias e Los Andes. "Don Elias è il nome di uno dei pionieri della produzione di pere in Argentina, Don Elias Zetone, che ha dedicato con passione la sua vita allo sviluppo di questo nobile frutto nel Paese. Los Andes è un omaggio alla nostra vicinanza alla Cordigliera delle Ande, un'area con condizioni climatiche e agronomiche uniche che non si trovano in nessun'altra parte del mondo", afferma Zetone.

L'azienda coltiva diverse varietà di pere, tra cui la William's/Bartlett, conosciuta in tutto il mondo per essere la varietà più richiesta e quella che ha un autentico sapore di pera, la cui raccolta inizia a gennaio. La Packham's Triumph, invece, è una varietà generalmente grande con buccia verde che viene raccolta a febbraio. La varietà Beurre D'Anjou è una pera francese tradizionale con buccia verde, la cui raccolta inizia a fine gennaio/inizio febbraio. La varietà Red Bartlett è una mutazione della William, ma con una buccia rossa che diventa molto brillante a maturazione, con raccolta che inizia a fine gennaio/inizio febbraio.

Nel corso dell'anno Fruit World è costantemente orientata a migliorare e salvaguardare la qualità dei propri prodotti e a ottenere un frutto migliore anno dopo anno. "Il nostro obiettivo è vendere le migliori pere prodotte nell'Alta Valle del Rio Negro. Lavoriamo continuamente per migliorare il nostro know-how, i processi di conservazione e le certificazioni, con l'obiettivo di aumentare l'esperienza dei nostri clienti. Esportiamo 15.000 tonnellate in tutto il mondo, il 30% dei nostri mercati attuali si trova in Asia e Medio Oriente, il 24% in Europa, il 40% in America Latina e il 6% in Nord America. Il Nord America e l'Asia sono i mercati che vorremmo sviluppare ulteriormente", conclude Zetone.

Per maggiori informazioni:
Emilia Orlando
Fruit World
Tel: +54 9 11 326 74980
Email: eorlando@fruitworld.com.ar 
Web: www.fruitworld.com.ar


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto