Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

John Fox - Pacific Produce

Pioggia, grandine e freddo hanno causato una carenza di uva da tavola sul mercato

La principale stagione peruviana dell'uva da tavola senza semi è iniziata nella settimana 38 ma, per alcune varietà, il Paese è praticamente un produttore di uva da tavola per tutto l'anno ed è sempre pronto con i carichi.

"Nella settimana 42 sono arrivate nel Regno Unito soprattutto uve da tavola nere senza semi, seguite dalle rosse senza semi e, due settimane dopo, bianche senza semi, intorno alla settimana 44-45", riferisce John Fox, direttore di prodotto uva da tavola della Pacific Produce.

A Piura, Il clima più freddo del solito ha ritardato la stagione di 7-14 giorni perché i coltivatori hanno aspettato che aumentasse il grado Brix. Ciò ha causato un ritardo nell'avvio dei programmi, sebbene i volumi siano rimasti gli stessi, con le uve da tavola che hanno continuato ad avere buoni calibri.

"Quando abbiamo iniziato a organizzare i programmi verso l'Europa, il Dollaro era molto forte rispetto alla Sterlina britannica e l’Euro, e anche le tariffe di spedizione erano elevate. Questo equilibrio tra frutta non ancora disponibile e prezzi più elevati, in termini di valuta europea, ha fatto in modo che inizialmente i volumi ridotti non avessero un forte impatto".

"Una fine anticipata rispetto alle previsioni per le uve da tavola dell'Ue, insieme all'avvio ritardato dal Perù e ai volumi limitati dal Brasile e ai ritardi delle navi, ha ridotto le forniture sul mercato e i prezzi sono saliti alle stelle. A causa delle piogge, i programmi del Brasile non sono stati rispettati, e il mercato è rimasto solido. Il Perù è molto bravo a rispettare i programmi, grazie al clima più stabile, ma quando i compratori si sono resi conto delle carenze, era troppo tardi e coloro che hanno inviato frutta si presume abbiano ottenuto degli ottimi profitti".

Come di consueto, il Perù inizia con le spedizioni in Asia e Nord America, dove sono apprezzate le varietà ad acino grande e con una lunga shelf life: questi due mercati crescono ogni anno per il Perù, il raccolto stoccato della California è più o meno finito, quindi negli USA è in pieno svolgimento il passaggio alle importazioni.

"Le attuali questioni politiche in Perù stanno causando problemi sul campo, causati dagli scioperi e dai blocchi stradali: il governo e l'esercito hanno iniziato a mobilitarsi e a riprendere piano piano il controllo della situazione. C'è molta disinformazione e gli estremisti stanno cercando di fomentare le tensioni mentre il messaggio da dare alla gente dovrebbe essere: 'Va bene protestare, ma non va bene vandalizzare o prendere il controllo delle autostrade o fare del male alle persone'. Speriamo che nei prossimi giorni torni la calma".

"Stanno arrivando le uve da tavola sudafricane e namibiane della nuova stagione. Finora ciò che abbiamo ricevuto è risultato molto buono, anche se attualmente la pioggia e la grandine stanno causando danni diffusi alle aree di produzione interessate. Molte uve andranno perse e la situazione è ancora difficile da valutare. Senza dubbio ci sono state alcune perdite e le foto sono piuttosto drammatiche. Quando i dati saranno chiari, forse questo creerà una carenza nel lungo periodo".

John ha detto che ora i costi di spedizione stanno iniziando a scendere dai livelli "assurdi" che avevano raggiunto, ma tale riduzione non è sempre equa per regione o Paese, e crea ulteriori difficoltà agli agricoltori e agli acquirenti di prodotti ortofrutticoli. Si aggiungono a questo i ritardi nelle spedizioni.

"L'uva da tavola si colloca nella fascia più alta del prezzo al consumo, quindi il settore deve stare attento che i prezzi non aumentino troppo, a causa di tutti i problemi sopra menzionati. Il consumatore ha poca disponibilità di spesa, in particolare in Europa, e la domanda e l'offerta sono nuovamente allineate. Come per tutte le industrie del mondo, sarebbe bello avere un periodo di relativa stabilità lungo l'intera filiera, ma si tratta di prodotti ortofrutticoli e nessun giorno è mai uguale all'altro".

Per maggiori informazioni:
John Fox
Pacific Produce
Tel: +44 1865 874322
Email: info@pacificproduce.co.uk 
Web: www.pacificproduce.co.uk


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto